10 auto elettriche economiche per il 2020

Anche se rappresentano ancora una quota marginale del mercato, le vendite di auto elettriche crescono di anno in anno. E con i bonus ecologici diventano più abbordabili.

La mobilità dovrà essere sostenibile grazie a veicoli a basso impatto ambientale. Di auto elettriche economiche ancora non ce ne sono a livelli tali da poter essere definiti low cost. Eppure gli incentivi pubblici ci sono, lo stesso vale per l’impegno dei costruttori

Così i veicoli a batteria si stanno facendo strada tra gli automobilisti: secondo i dati diffusi da Unrae nel 2019 ne sono stati immatricolati 10.661, il 110% in più rispetto al 2018.

E nel 2020 il trend continua a salire, nonostante l’emergenza COVID-19: nei primi 5 mesi del 2020 ne sono state vendute 7.719, il 119% in più rispetto allo stesso del 2019.

Il fatto di poter contare sull’Ecobonus auto è indubbiamente d’aiuto e rientra nella politica di decarbonificazione avviata dai paesi europei. E quindi recepita anche dall’Italia.

Vetture elettriche ed Ecobonus auto in sintesi

L’Ecobonus auto è riservato ai veicoli nuovi, a basse emissioni, venduti a un prezzo di listino inferiore a 50.000 euro Iva esclusa. Acquistando un’auto con emissioni di Co2 comprese tra 21 e 60 g/km si ha diritto a un bonus di 1.500 euro. Al quale se ne aggiunge un altro dai 1.000 euro in caso di rottamazione, per un totale di 2.500 euro.

Se, invece, si acquista un’auto con emissioni di Co2 da 0 a 20 g/km, si ha diritto a un bonus di 4.000 euro che raggiunge i 6.000 euro in caso di rottamazione della vettura.

Il bonus extra sulla rottamazione ora include anche le Euro 0 e si estende fino alle Euro 4. La soglia massima per accedere all’Ecobonus scende invece da 70 a 60 g/km.

HAI DECISO DI ACQUISTARE UN USATO E CERCHI UNA GARANZIA? FAI IL TUO PREVENTIVO IN POCHI SECONDI

Le 10 auto elettriche economiche più interessanti

Come abbiamo appena visto, i veicoli a batteria crescono nelle vendite ma rappresentano ancora una percentuale estremamente bassa del totale del mercato auto italiano: l’1,7%.

Nel 2019 era lo 0,5%. Poco per incidere in maniera significativa nella riduzione delle emissioni nocive, ma comunque un passo in avanti. A pesare sulla scarsa diffusione degli EV sono il prezzo ancora elevato e la diffusione insoddisfacente delle colonnine di ricarica.

Buone notizie arrivano dal fronte del prezzi degli EV, che stanno scendendo e fanno il paio con i costi di manutenzione inferiori rispetto a quelli termici. Se stai pensando a un veicolo a batteria abbiamo preso in esame dieci modelli di auto elettriche economiche – accessibili, considerato anche l’Ecobonus di cui beneficiano – disponibili sul mercato.

Peugeot iOn

Peugeot iOn

Peugeot iOn

La più compatta delle dieci auto elettriche prese in esame è la Peugeot iOn – lunga 347 centimetri e larga 148 – che si muove a suo agio in città e negli spazi stretti.

Derivata dalla Mitsubishi i-MiEV e gemella della Citroen C-Zero, è spinta da un motore elettrico da 67 cavalli che risponde con prontezza all’acceleratore e permette costi d’esercizio molto contenuti. Prezzo di questa auto elettrica per la città: 28.300 euro.

Volkswagen e-up!

auto elettriche economiche

Volkswagen e-up!

La Volkswagen e-up! è l’utilitaria elettrica del gruppo tedesco, quasi gemella della Skoda Citigo IV e della Seat Mii electric. Quasi, perché perché la Skoda è quella con la batteria dalla capacità più elevata. Stiamo parlando di 37 kWh contro 32 delle altre soluzioni.

L’autonomia dichiarata è la migliore: 274 km, rispetto ai 259 della Mii electric e ai 260 della e-up!. La velocità massima è di 130 km/h, lo scatto da 0 a 100 km/h si chiude in 11,9 secondi. Prezzo: da 23.350 euro, una delle auto più economiche tra le elettriche.

Smart fortwo EQ

Smart fortwo EQ

Smart fortwo EQ

La Smart fortwo EQ è una citycar. Le dimensioni sono più compatte fra quelle di tutte le auto in listino: la lunghezza è pari a 2,7 metri, la larghezza a 1,66 metri e l’altezza a 1,56.

Non male le prestazioni grazie al motore da 82 cv e la velocità massima è di 130 km/h. Il consumo medio è di 15,2 kW/h/100 km, l’autonomia di 159 km dichiarati. Il prezzo parte da 25.649 euro, volendo che c’è anche la versione cabrio e la variante lunga a cinque porte.

Renault Zoe

auto elettriche economiche

Renault Zoe

La Renault Zoe  a cinque porte è già alla seconda generazione, rinnovata nell’abitacolo e con una batteria ora da 52 kWh. L’autonomia è più che buona, circa 380 Km.

Mentre i tempi di ricarica variano in funzione del tipo di colonnina a cui si collega la vettura: poco più di un’ora collegandosi ad una colonnina a corrente continua da almeno 50 kW, quasi 30 ore alla rete domestica da 3 kW. Il prezzo parte da 25.900 euro.

Peugeot e-208

Peugeot e-208

Peugeot e-208

La Peugeot e-208 ha debuttato da pochi mesi sul mercato, insieme a tutto il resto della gamma della compatta francese. Nasce sulla nuova piattaforma modulare del gruppo Psa chiamata CMP, progettata per ospitare sia motorizzazioni termiche che elettrificate. Il prezzo di listino della versione di ingresso parte da 33.750 euro, esclusa Ipt.

Volkswagen ID.3

Volkswagen ID.3

Volkswagen ID.3

La Volkswagen ID.3 è la prima vettura del gruppo a nascere elettrica, una 5 porte dalle dimensioni simili a quelle della Golf. Per il gruppo di Wolfsburg assume un’importanza strategica, paragonabile a quella del Maggiolino e della già citata Golf. Arriverà a settembre ma è possibile ordinarla ad un prezzo di listino che parte da 37.350 euro.

Opel e-Corsa

auto elettriche economiche

Opel e-Corsa

La Opel e-Corsa nasce sulla piattaforma della Peugeot e-208, la CMP del gruppo Psa. Rispetto alla cugina francese sfoggia un design più sobrio e meno sportiva

Ha una comunque una buona potenza – 136 cavalli – che le permette uno 0-100 km/h in 8,1 secondi, offre 330 km di autonomia. Le batterie si caricano in 30 minuti all’80% della loro capacità, viene venduta a partire da 30.800 euro.

Mini Cooper SE

Mini Cooper SE

Mini Cooper SE

Auto elettrica dalle linee inconfondibili è la Mini Cooper SE, caratterizzata dal design aggiornato di recente. L’autonomia dichiarata è di 261 km, mentre la velocità massima è pari a 150 km/h e lo 0-100 km/h richiede 7,3 secondi.

Può essere ricaricata con la wallbox domestica o presso le colonnine pubbliche, è progettata per una capacità di carica massima di 50 kW. Prezzo di listino: da 33.900 euro.

Nissan Leaf

Nissan Leaf

Nissan Leaf

La Nissan Leaf è sul mercato dal 2010, quella attuale è la seconda generazione del modello. Disponibile in versione base o e+, ha un’autonomia rispettivamente di 270 e 385 km. Anche la potenza del motore aumenta, ma in che misura esattamente?

Da 150 a ben 218 cavalli. Merito del pacco batterie, da 62 kWh per la versione e+, da 40 kWh per la base. Viene proposta a da 36.700 per la Leaf da 40 kWh, da 44.775 per la e+.

Fiat 500e

auto elettriche economiche

Fiat 500e

La novità più attesa in fatto di auto elettriche in questa prima parte di 2020 è senza dubbio la Fiat 500e, variante a batteria della citycar glamour del gruppo Fca. Il debutto ufficiale è previsto per il 4 luglio, più lunga e larga di 6 centimetri rispetto alla 500 con motore termico, con ulteriori 2 centimetri di distanza tra le ruote anteriori e posteriori.

Monta con un motore da 87 kW che consente una velocità massima di 150 km/h (autolimitata) e una accelerazione da 0-100 km/h in 9 secondi. L’autonomia dichiarata è di 320 chilometri, il prezzo previsto è di circa 30.000 euro.

Auto elettriche economiche: la tua opinione

Questi dieci modelli di auto elettriche sono trai i più popolari, sia in fatto di prezzo che di vendite. Naturalmente valgono le considerazioni fatte in apertura: i prezzi sono ancora elevati ed è evidente il divario con le versioni termiche.

Ma se consideriamo l’Ecobonus – dai 4 ai 6.000 euro – e il possibile risparmio su manutenzione e carburante, la differenza si riduce. Tu cosa ne pensi? Stai valutando l’acquisto di un veicolo a batteria? Se hai dubbi o domande da pormi, scrivi un commento.

Posted in:
About the Author

Andrea Tartaglia

Giornalista & blogger specializzato in Automotive. Già in tenera età riconoscevo un'auto dal suono del motore. Con il tempo ho coronato il mio sogno: lavorare nel mondo dell'Auto, ne ho vendute talmente tante che credo di aver perso il conto. Oggi invece scrivo, coltivando così le altre mie passioni: la Scrittura e il Digital.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *