Piccola guida per scegliere la tua auto elettrica

Vuoi saperne di più sulle auto elettriche? I modelli, l'andamento del mercato, i vantaggi e svantaggi di queste vetture senza carburante a zero emissioni? Dai un'occhiata!

La tecnologia è inarrestabile in ogni settore: dal mondo della telefonia a quello dei computer. Anche il mercato delle quattro ruote sta subendo un’evoluzione. Soprattutto negli ultimi tempi, e nel settore delle auto elettriche.

Dopo molti anni di incertezza, infatti, la scelta delle vetture senza carburante sta avanzando senza sosta. Talvolta in maniera timida, altre in modo più concreto. Sei indeciso se comprare un’auto elettrica o vuoi semplicemente informarti? Conviene rinunciare al diesel e al carburante classico? Scopri tutto quello che c’è da sapere in questo articolo.

Auto elettriche: come funzionano?

La trazione in un’auto elettrica non è data dalla combustione della benzina ma da una o più batterie che si trovano nel telaio e che immagazzinano energia.

Come avrai intuito, le batterie sono il cuore pulsante di un’auto elettrica, influiscono sul prezzo e sulle performance. Le più diffuse sono quelle a litio, molto sicure rispetto a quelle in piombo. Le batterie si ricaricano attraverso la rete elettrica, con una presa a muro. Se te lo stavi chiedendo la risposta è affermativa: puoi ricaricare l’auto elettrica a casa.

Ti dico di più: se non vuoi allacciarti direttamente alla corrente domestica c’è una colonnina che puoi installare nell’abitazione. Si tratta della wall-box per auto elettriche. E se, invece, sei per strada puoi prendere energia dalle colonnine auto ricarica elettriche che si trovano nelle principali città. A proposito, cerchi un punto per ricaricare la tua auto elettrica? Ecco la mappa delle colonnine in Italia.

Ma non solo. Quando il veicolo è in movimento l’energia viene recuperata con il sistema frenante. Quando alzi il piede dall’acceleratore il motore si trasforma in un generatore, ricaricando la batteria.

In quanto tempo si ricarica un’auto elettrica?

La risposta giusta è dipende. Dipende dalla capienza di questi accumulatori di energia e dalla potenza di trasmissione della rete di ricarica. I tempi del rifornimento variano: in una colonnina pubblica ci vogliono circa 30 minuti (la ricarica, però, non è completa ma arriva all’80%). In casa sono otto-nove ore.

Diffusione auto elettriche in Italia

Nel nostro Paese la diffusione delle auto elettriche ha ancora dei passi importanti da compiere. Secondo Virgilio Motori, il 2016 si è chiuso con piccoli numeri. Gli italiani non acquistano le macchine elettriche: sullo stivale le immatricolazioni sono state di 2.560 vetture, circa lo 0,01%.

auto elettriche: grafico sulle immatricolazioni e incentivi

Fonte: Veicoli elettrici news. Le colonne verde scuro evidenziano l’incentivo dato negli altri paesi. I punti rossi rappresentano le auto elettriche registrate nel 2016.

Eppure la filiera dedicata alla promozione delle “macchine green” è molto attiva e anche l’interesse dei consumatori è alto. Allora come mai le auto elettriche stentano a decollare? Le ragioni vanno ricercate negli scarsi incentivi, nel prezzo elevato, nella difficoltà di trovare colonnine di ricarica per auto elettriche e nella bassa velocità di recupero delle batterie.

Novità auto elettriche 2017 e 2018

Molte case automobilistiche hanno già intuito il potenziale della macchina a propulsione elettrica. Non parliamo soltanto della Tesla, produttore per eccellenza, ma anche di Volkswagen, Bmw, Nissan, solo per citarne alcune.

Le vetture prossime al lancio sono in aumento. La sola Volkswagen ha dichiarato di presentare ben 10 modelli entro il 2018. Partiamo proprio da Volkswagen: per il 2017 ha rinnovato la sua eGolf aumentando potenza e autonomia raggiungendo i 136cv con un accumulatore di 35,8 kWh.

Tesla ha invece introdotto la Model 3, anche se la distribuzione non inizierà prima del 2018. La vettura californiana potrà contare su una batteria da ben 60kWh per un’autonomia di oltre 340 km e un’accelerazione da 0 a 100 kmh in soli 6 secondi.

La Opel Ampera-e avrà come punto di forza la batteria, anch’essa da 60 kWh, sarà commercializzata da giugno a cominciare dalla Norvegia. Rinnovate anche la Renault Zoe e i modelli della Smart. Pronta al lancio invece il cavallo da battaglia di Toyota, la Prius.

Per approfondire: novità auto elettriche, 10 modelli per la città

Auto elettriche: quale autonomia?

L’autonomia delle auto elettriche dipende, sostanzialmente, dal modello e quindi dalla capacità della batteria. Si va da circa 140 km fino al oltre 400 km. I modelli con più autonomia sono solitamente più costosi.

auto elettriche e colonnine di ricarica in strada

La durata delle batterie subisce una riduzione nell’arco degli anni, fino a giungere al punto di dover sostituire gli accumulatori di energia. Ma tranquillo, prima che si verifichi questa eventualità ci vorranno molti anni.

Auto elettriche usate: come acquistare?

Certo, comprare una macchina elettrica nuova è una spesa da non sottovalutare, soprattutto se hai altre uscite da sostenere. Hai pensato di acquistare un’auto elettrica a basso costo, giusto? Quindi hai deciso di puntare sull’usato, ma da dove iniziare?

Puoi rivolgerti a un privato. In questo caso, il costo è sicuramente più contenuto rispetto alla concessionaria. Tuttavia, rischi di incappare in brutte sorprese se non valuti con attenzione la vettura elettrica usata. Informati sulla storia di vita del veicolo e assicurati che le diverse componenti funzionino bene. D’altro canto c’è sempre la garanzia auto usata tra privati che può risolvere i principali problemi.

C’è un’alternativa: compra un’auto elettrica usata in una concessionaria. Questa scelta implica maggiore sicurezza. Puoi sfruttare la legge della garanzia per almeno un anno dal momento della consegna. Inoltre, riparazioni e malfunzionamenti sono coperti. Se hai un po’ di fortuna puoi riuscire a trovare la vettura dei tuoi sogni a chilometro 0.

Auto elettriche usate

C’è una terza opzione, fare il tuo investimento online. Ci sono molte realtà che rendono questa azione semplice, veloce e ritagliata sulle tue necessità, i tuoi desideri. E pensa, molti operatori di settore offrono anche un’assistenza post vendita.

Quando decidi di acquistare un’auto elettrica online puoi scegliere con un click diversi modelli di auto elettriche e metterli a confronto, il luogo dove comprare, i prezzi, i chilometri percorsi e contattare il venditore. In questa situazione la garanzia è valida per un anno con l’opportunità di fare tagliandi. Ecco qualche consiglio su dove comprare un’auto elettrica usata online:

  • AutoScout24 e Autosupermarkert: si tratta di piattaforme specializzate.
  • Subito.it: più generico rispetto ai precedenti, contiene solo gli annunci tra privati.
  • Siti web di autosaloni e di case produttrici.

Auto elettriche e manutenzione

Se è vero che il costo iniziale di una vettura a propulsione elettrica è alto, è anche vero che le spese di manutenzione sono ridotte rispetto a qualsiasi macchina a motore termico. Non sono solo le tasse ad essere dalla tua parte, ma anche il meccanico. Questo perché i componenti soggetti a usura sono di meno in un’auto elettrica.

Anche i freni vanno sostituiti raramente: è infatti lo stesso motore elettrico, come ti ho già segnalato, ad aiutare la frenata della vettura, partecipando al recupero di energia. Quindi la manutenzione si applica al resto delle parti dell’auto: pneumatici, faritergicristalli, etc.

L’unica vera nota dolente è la sostituzione del pacco batterie dopo circa 100.000 chilometri.Tuttavia, questa eventualità si presenta dopo molti anni ed è già in corso una riduzione dei costi grazie alla sempre maggiore produzione e al perfezionamento della tecnologia utilizzata.

Per approfondire: come fare manutenzione auto usata

Modelli auto elettriche: quali sono i prezzi?

Quanto costa un’auto elettrica? I prezzi delle vetture elettriche sono ancora piuttosto alti. Le più economiche costano comunque oltre 22mila euro. Alcuni dei modelli più accessibili sono la Nissan Leaf e la Renault Zoe.

A circa il doppio del prezzo troviamo marchi come BMW con la i3 e la Volkswagen con la eGolf, la casa tedesca offre anche una citycar dal costo intermedio, la E-Up. La californiana Tesla ha recentemente introdotto un modello di auto elettrica dal prezzo abbordabile, la Tesla Model 3, che costa circa 31mila euro.

Le agevolazioni sulle auto elettriche

Le agevolazioni per le auto elettriche sono interessanti. Innanzitutto si va a risparmiare sull’assicurazione, sono infatti molte le agenzie che offrono sconti. Rispetto all’assicurazione su un’auto a motore termico si va a risparmiare in media dal 35 al 50%.

Un altro incentivo? Per cinque anni le auto elettriche sono esentate dal pagamento del bollo auto dal momento dell’immatricolazione. Dal sesto anno dovrai corrispondere un quarto del costo dovuto per questa tassa rispetto a chi ha un’auto tradizionale.

Pro e contro delle auto elettriche in commercio

Quali sono vantaggi e svantaggi delle auto elettriche? Sei indeciso, vero? Vuoi acquistare un’auto elettrica ma ancora non hai la motivazione giusta. Hai bisogno di un ultimo confronto per prendere la decisione. Cominciamo dagli aspetti positivi:

  • Le auto elettriche non inquinano perché il combustibile non brucia. Funzionano con l’energia elettrica che può essere ricavata da fonti rinnovabili che non mettono in pericolo l’ambiente.
  • I motori elettrici sono migliori di quelli termici, consumano meno energia. Hanno un minor numero di parti meccaniche in movimento, non hanno bisogno di pistoni, valvole, cilindri.
  • Fare il pieno con un’auto elettrica vuol dire abbattere i costi della benzina. Per percorrere circa 200 chilometri spendi tra i 3 e i 4 euro di ricarica. Naturalmente, questi prezzi cambiano in base a modelli e prestazioni ma resteranno comunque inferiori a quelli della benzina.
  • Le auto elettriche possono circolare nelle ZTL e in alcune zone hanno anche a disposizione il parcheggio gratuito. inoltre, possono muoversi nei giorni in cui vige il divieto per il troppo smog.

E gli svantaggi dell’auto elettrica quali sono?

  • I veicoli elettrici hanno una bassa autonomia, la batteria si scarica rapidamente e quando l’energia è finita ti fermi senza appello. A peggiorare il quadro c’è la difficoltà di trovare le colonnine per la ricarica delle auto elettriche, soprattutto se sei fuori città. A questo disagio si aggiungono – come ti ho anticipato in precedenza – anche tempi di ricarica abbastanza lunghi.
  • Un altro svantaggio, il più importante, è il prezzo elevato. Pensa che una delle auto elettriche più vendute in Italia è Tesla Model S e costa 79.000 euro.
  • Le batterie delle auto elettriche sono ancora troppo ingombranti e pesanti.

Auto elettriche: la tua esperienza

In questo articolo ho provato a darti le informazioni essenziali sul mondo delle auto elettriche in commercio, il prossimo futuro delle quattro ruote. Ora lascio a te la parola. Hai deciso anche tu di comprare una vettura elettrica? L’hai già acquistata? Lascia il tuo contributo nei commenti e arricchiamo insieme questo articolo.

Posted in:
About the Author

Marilena D'Ambro

Giornalista, blogger e webwriter. Scrivo per diversi blog tra cui: SEOchef, HostingVirtuale, Io viaggio e LogicalDOC – Gestione documentale facile. Non inizio la mia giornata senza un buon caffè e una passeggiata immersa nella natura in compagnia del mare.

4 Comments

  1. Articolo davvero ben fatto. In Italia l’auto elettrica non è ancora molto diffusa, un po’ per i costi elevati, un po’ per l’assenza di infrastrutture, ma speriamo che nei prossimi anni le cose migliorino anche qui. In fin dei conti tutti il mondo segue sbalordito i progressi attuati da Elon Musk con Tesla: l’elettrico dovrà per forza diventare il trasporto del futuro!

    • Grazie, sono contenta che l’articolo ti sia piaciuto. Anch’io sono convinta che il trasporto elettrico sia il futuro. Un caro saluto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *