COVID-19: sospensione del bollo auto 2020

A causa della pandemia scatenata dal nuovo Coronavirus (COVID-19) le regioni prendono una decisione: sospendere fino al 30 giugno il pagamento del bollo. Ecco cosa devi sapere.

L’emergenza COVID-19, che ha colpito l’Italia e il mondo intero, porta dei cambiamenti in tema di tassa automobilistica con alcuni vantaggi per il pagamento bollo auto 2020.

In particolar modo è prevista la sospensione del pagamento bollo auto fino al 30 giugno per determinate regioni in modo da agevolare i cittadini costretti all’isolamento casalingo per diverse settimane. Vediamo, allora, nel dettaglio quali sono le novità bollo auto 2020, come cambia il pagamento della tassa automobilistica, quali i passi per procedere.

Data di slittamento per il pagamento bollo

Molti pagamenti sono rimandati al 30 giugno 2020. Per agevolare i proprietari delle auto, è stata prevista una data alternativa per consentire ai proprietari di versare con comodità (sia per questioni economiche che logistiche) la rata dell’imposta regionale.

Da leggere: come scegliere assicurazione auto

Quali sono le regioni che hanno già deciso?

Sono 10 le regioni che scelgono, ad oggi, il rinvio del pagamento. I provvedimenti relativi allo slittamento del bollo auto non sono inclusi nel decreto Cura Italia. Essendo questa una tassa che fa riferimento a regioni e province autonome c’è stato uno sviluppo individuale della decisione. Ad oggi le regioni che hanno bloccato e rimandato il pagamento sono:

30 giugno 2020

  • Lombardia.
  • Emilia Romagna.
  • Friuli Venezia Giulia.
  • Campania.
  • Piemonte.
  • Calabria.
  • Toscana.
  • Umbria
  • Lazio.
  • Veneto.

31 luglio 2020

  • Marche.
  • Liguria.
  • Abruzzo.

Esenzione

  • Sicilia.

Quest’ultima regione ha deciso di sospendere il bollo per le auto di piccola cilindrata (sotto i 1400 cc) dei nuclei familiari che non superano i 15.000 euro di reddito annui. Le regioni che ancora non hanno deciso sono Basilicata, Molise, Puglia, Sardegna, Trentino-Alto Adige e Valle d’Aosta. Ma è previsto che nei prossimi giorni si muovano nella stessa direzione.

Lo slittamento della data per pagare il bollo auto 2020 al 30 giugno 2020 si applica senza tassi d’interesse o sanzioni. In alcuni casi, come avviene per le Marche, la sospensione di questa tassa automobilistica si accompagna al blocco di diversi tributi regionali.

Attenzione: essendo un argomento in continua evoluzione conviene sempre prendere come riferimento le fonti ufficiali delle singole regioni. Quindi, in ogni caso suggeriamo di verificare al momento in cui consulti l’articolo, eventuali notizie più aggiornate sui portali delle singole regioni.

Scadenza bollo auto: quando pagare la tassa

Vediamo quali sono i termini di scadenza bollo auto 2020 a prescindere dalla proroga. Le scadenze variano da regione a regione e dipendono da quando il veicolo è stato immatricolato al PRA. Ad eccezione di Piemonte e Lombardia, il bollo auto 2020 scade:

  • Scadenza dicembre 2019: pagamento entro 20 gennaio 2020.
  • Scadenza aprile 2020: pagamento entro il 31 maggio 2020.
  • Pagamento entro 30 settembre 2020 se scade ad agosto 2020.

Per i veicoli immatricolati in Piemonte e in Lombardia la scadenza bollo auto 2019 è prevista entro il 31 dicembre 2020. Chi paga il bollo in ritardo o omette il pagamento, a prescindere dai provvedimenti relativi al COVID-19, incorre in sanzioni e interessi di mora.

Come pagare il bollo auto 2020 (anche online)

Ad oggi si può pagare la tassa automobilistica in due modi:

1. Andando di persona agli sportelli

  • Ufficio postale.
  • Delegazione ACI.
  • Sisal.
  • Agenzia di pratiche auto.
  • Tabaccai.

2. Pagando online da casa

  • Bancomat.
  • Internet banking.
  • Servizio sul sito ACI.

L’aspetto interessante è l’uso del sistema PagoPa, il meccanismo di pagamento della pubblica amministrazione. Come funziona tutto questo? Basterà aprire il sito bollo.aci.it.

Nell’area auto e moto metti i dati dell’automobile e saldare l’importo calcolato dall’applicazione. Un metodo, quindi, che renderà ancora più facile e veloce pagare il bollo auto.

Fare il calcolo bollo auto 2019 tramite CV o KW

Cambia qualcosa su come calcolare il bollo auto 2020? Non sembra ci siano novità su questo fronte. Si continuerà, infatti, a calcolare l’importo del bollo auto 2019 considerando i cavalli (CV) o i KW e la classe ambientale di appartenenza del veicolo in questione.

Per recuperare i KW del veicolo, verifica alla voce P.2 del libretto di circolazione, mentre la classe ambientale è recuperabile con una ricerca sul web o alla voce V.9 del libretto.

Dove fare, inoltre, il calcolo online del bollo auto 2019? Ti basta andare sul sito dell’ACI o dell’Agenzia delle Entrate ed entrare nella sezione dove inserire tutti i dati. Il software ti darà l’importo da versare per il 2019 e potrai poi procedere al pagamento.

Per approfondire: come contestare una multa al semaforo

Tassa automobilistica 2020: aggiornamenti?

Come puoi ben immaginare, anche per tagliandi e revisioni auto ci sono dei rinvii in atto. Il Coronavirus ha cambiato molte abitudini ma noi siamo qui per informarti.

Ricorda, intanto, che per ogni dubbio o per ulteriori approfondimenti puoi sempre lasciarci le tue richieste nei commenti. Ti risponderemo in breve tempo, ti aspettiamo.

HAI DECISO DI ACQUISTARE UN USATO E CERCHI UNA GARANZIA? FAI IL TUO PREVENTIVO IN POCHI SECONDI
About the Author

Riccardo Esposito

Webwriter freelance, formatore, blogger per My Social Web. Mi occupo di scrittura online, aiuto imprese e liberi professionisti a organizzare strategie di blogging. Ho scritto due libri sulla scrittura online per Flaccovio Editore.

2 Comments

  1. ho effettuato il pagamento del bollo presso una delegazione aci io non sono socia abito in provincia di trento e diversamente dagli altri anni ho pagato di più ho chiesto all’ impiegata se era aumentato il bollo lei mi ha detto di si, tornata a casa ho visto che il bollo non era aumentato ma era stata applicata un imposta per pagamenti sisal. volevo chiedervi se il pagamento tramite sisal è sicuro, visto i precedenti fatti successi,e come è possibile che in una delegazione aci si paghi tramite sisal come se si fosse andati ad un tabaccaio, poi io so che nella provincia di trento non dovrebbero essere applicate imposte ulteriori sul bollo in queste agenzie aci, come posso assicurarmi che il pagamento effettuato sia andato veramente a buon fine e sia sicuro, come possiamo tutelarci da eventuali truffe?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *