Cos’è la clausola vista e piaciuta e a cosa serve

Quando si parla di garanzia online c'è sempre la clausola vista e piaciuta che fa la differenza. In che modo? A cosa serve? Ecco cosa devi sapere per affrontare al meglio questo tema.

Quando acquisti un’auto usata, oltre alle cautele che devi prendere per cercare la vettura migliore, devi fare attenzione alle clausole nel contratto di compravendita. In particolare devi controllare se sull’atto di vendita c’è la clausola vista e piaciuta.

Perché in caso di accettazione questa formula potrebbe limitare la possibilità di richiedere interventi in garanzia. Cerchiamo di capire meglio cos’è e a cosa serve questa clausola.

Cos’è la clausola vista e piaciuta

Quando sottoscrivi un contratto che contiene la clausola vista e piaciuta, di fatto, stai dichiarando di aver visionato l’auto e di aver deciso di comprarla nello stato in cui si trova.

Sei consapevole di eventuali difetti visibili o facilmente individuabili e delle condizioni di manutenzione. Questo, di fatto, esclude la possibilità di rivendicare la garanzia. Almeno per tutti i difetti che dovessero manifestarsi anche dopo l’acquisto che possano essere considerati rilevabili durante la trattativa, o attendibili considerato l’uso pregresso.

Unica eccezione è la scoperta di problemi che il venditore abbia nascosto. In questo caso, sempre che tu riesca a dimostrarlo, potrai comunque contestare un vizio occulto.

Da leggere: la truffa del contachilometri per le auto usate

Quando la clausola non è valida

La formula vista e piaciuta è utilizzata dai venditori di auto usate per evitare di affrontare lamentele e spese in garanzia. Mentre questo è ancora applicabile alle auto comprate da privato, per gli acquisti effettuati da un venditore professionista non è più così.

Anche se alcuni venditori ancora utilizzano così la clausola vista e piaciuta, confidando che sia efficace e consentita, da quando è entrata in vigore la legge sulla Garanzia di Conformità c’è l’obbligo di applicazione delle tutele stabilite dal Codice del Consumo.

Un privato che porta a casa un’auto usata da un venditore professionista è tutelato.Tutti i tentativi di limitare o escludere la garanzia sono considerati vessatori e quindi nulli.

Quando prendi l’auto usata da un autosalone la clausola vista e piaciuta, anche se presente sul contratto, non ha alcun valore. In caso di difetto potrai rivalerti sul venditore chiedendo il ripristino della funzionalità del veicolo senza spese.

HAI DECISO DI ACQUISTARE UN USATO E CERCHI UNA GARANZIA? FAI IL TUO PREVENTIVO IN POCHI SECONDI

Clausola vista e piaciuta tra privati

Altro discorso per l’applicazione della formula vista e piaciuta se la compravendita dell’auto usata avviene tra due privati. Cosa accade quando porti a casa l’auto in queste circostanze?

La normativa di riferimento non è la stessa. Sugli acquisti da venditore professionista si può applicare la Garanzia Legale di Conformità regolamentata dal Codice del Consumo. Quando compri da un privato si applicano gli articoli del Codice Civile. L’art.1490 recita:

Il venditore è tenuto a garantire che la cosa venduta sia immune da vizi che la rendano inidonea all’uso a cui è destinata o ne diminuiscano in modo apprezzabile il valore. Il patto con cui si esclude o si limita la garanzia non ha effetto, se il venditore ha in mala fede taciuto al compratore i vizi della cosa.

La clausola vista e piaciuta è valida e stabilisce una condizione contrattuale che esclude la possibilità di contestare al venditore difetti scoperti dopo l’acquisto. Sottoscrivendo l’accordo vista e piaciuta dichiari di aver valutato le condizioni, e di averle accettate.

Come specificato nell’articolo, la limitazione non riguarda quei problemi che siano stati palesemente occultati dal venditore o taciuti in malafede. In questo caso hai 8 giorni dalla scoperta per chiedere la riduzione del prezzo o la risoluzione del contratto.

Clausola vista e piaciuta quando vendi

Se vendere auto è la tua professione lascia stare la clausola vista e piaciuta. È una pratica superata e non più valida per escludere la garanzia. Se invece sei un privato e stai vendendo la tua auto, come avrai già capito, inserire la formula del vista e piaciuta sul contratto di vendita può evitarti parecchi problemi.

Questo è valido, anche se stai lasciando la tua vecchia auto in permuta. Ci sono alcuni venditori che, al momento del ritiro, fanno una supervalutazione del tuo usato. Riservandosi, con un’apposita clausola, di rivedere la quotazione per eventuali difetti.

Concluso l’affare ti informano di aver riscontrato dei problemi chiedendoti di contribuire alla riparazione. Per fortuna la maggior parte dei venditori non opera in questo modo, ma se inserisci la clausola vista e piaciuta sei comunque più tranquillo.

Quale garanzia scegliere per la tua vettura

Come abbiamo notato, se acquisti l’auto da un privato far valere la garanzia è abbastanza difficile. Se poi sul contratto c’è la clausola vista e piaciuta è quasi impossibile.

Probabilmente hai già messo in conto la possibilità di sostenere delle spese supplementari per sistemare qualche difetto che la macchina potrebbe manifestare dopo la transazione.

Ma rimane sempre il timore di un guasto importante con un conto di officina salato. D’altra parte quando acquisti un usato non puoi conoscere con certezza l’uso che ne è stato fatto precedentemente e il rischio va preso in considerazione.

Se vuoi ridurre questa possibilità e tutelarti puoi però sottoscrivere una polizza assicurativa sui guasti che interviene quando un componente dell’auto si guasta.

Puoi scegliere tra una garanzia base che copre gli elementi principali come motore e cambio proteggendoti dai guasti più temuti, o andare su coperture più ampie. Se vuoi conoscere quanto potrebbe costare puoi anche fare un preventivo online.

Con questa soluzione, anche se hai comprato un’auto con la formula del vista e piaciuta potrai comunque avere una garanzia e non preoccuparti di leggi o avvocati.

La risorsa: fac-simile modulo vendita auto vista e piaciuta

Clausola visto e piaciuto: la tua opinione

Hai avuto esperienze con l’acquisto di un’auto usata con la clausola vista e piaciuta e vuoi raccontarci la tua esperienza? Hai ancora qualche dubbio? Vuoi aggiungere qualcosa che ho dimenticato? Puoi utilizzare lo spazio dei commenti, ti risponderò volentieri.

Posted in:
About the Author

Andrea De Sanctis

Lavoro da più di 10 anni nel settore delle Garanzie auto ma mi sento ancora un ospite nel mercato Automotive. Ho fondato GaranziaOnline.it. con l'intento di offrire soluzioni direttamente al cliente finale, senza intermediazioni, libero dalle dinamiche tipiche del settore. "Le persone acquistano vantaggi!" è il mio mantra.

2 Comments

  1. Mio padre il 31 luglio di quest’anno ha acquistato, senza stipulare alcuna garanzia, un’auto usata da un concessionario. Dopo soli 3 mesi il motore si è fuso. Ho contattato il concessionario che mi ha risposto che loro lo avevano detto a mio padre che l’auto era vecchia e quindi non davano garanzia, ma possibile che non possa trovare un accordo? Avere giustizia? E’ assurdo che dopo 3 mesi si fonda un motore, tra l’altro mio padre ne ha fatto un uso limitato. Vi chiedo come posso agire, mio padre lavora di notte a 68 anni per guadagnarsi da vivere e non voglio che sia truffato o quanto meno il concessionario deve prendersi le sue responsabilità

    • Ciao Samantha,
      le norme che tutelano il consumatore quando acquista un’auto da un venditore professionista si applicano sempre. Qualsiasi clausola o tentativo di escludere un diritto sancito dalla Legge è nullo. Il concessionario dovrà, di conseguenza, riconoscere la Garanzia Legale e ripristinare la funzionalità del veicolo. Ti consiglio le lettura di questo articolo che ti può aiutare a conoscere i tuoi diritti: “Come funziona la garanzia sulle auto usate?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *