Come pulire i fari della tua automobile

Non basta avere le luci che funzionano correttamente: devi pulire i fari e seguire la giusta manutenzione delle luci anteriori e posteriori.

Qualunque automobilista sa perfettamente che, dopo un certo periodo di tempo, i fari dell’auto tendono a invecchiare e a perdere molta della loro efficacia originaria. Ingiallimento, opacità, sporcizia: molte sono le cose che possono rovinare i vetri di questi elementi così importanti. Occorre quindi sapere come e perché pulire i fari.

Questo passaggio è indispensabile per garantire la sicurezza di chi guida e delle persone che ti accompagnano, ma anche degli altri automobilisti. La luce deve essere visibile a una distanza non inferiore a 150 metri, e questo vale per la parte anteriore e quella posteriore. Ecco perché la manutenzione dei fari è fondamentale. Allora, iniziamo?

Perché pulire i fari dell’automobile

Inutile stare tanto a girarci attorno, meglio andare subito al sodo e dire le cose come stanno. Una buona pulizia dei fari dell’auto è una delle cose da fare per poter guidare in sicurezza. La sporcizia e l’opacità del vetro dei fari, per esempio, porterà inevitabilmente a un peggioramento della situazione. E della visibilità nelle ore di buio.

La luce proveniente dall’interno dei fari giungerà all’esterno come fioca, debole, insufficiente ad assicurare al guidatore una visuale perfetta.

Per rimediare alla situazione occorre effettuare una pulizia costante dei fari auto. Ovviamente, non si può pensare di avere un’unica soluzione. Bisogna tener presente il tipo di faro, se si tratta di una pulizia interna o esterna e, soprattutto, il tipo di problema.

Come pulire fari opacizzati

Uno dei primi problemi che riguardano i fari è l’opacizzazione dei vetri. Sia che si tratti di un’automobile che di un mezzo di dimensioni superiori, come per esempio un camion o un mini van, i vetri dei fari con il passare del tempo andranno incontro inevitabilmente a un processo di opacizzazione. Quindi diventano meno trasparenti.

Come pulire fari opacizzati

Prima di pensare di sostituire le lenti rovinate dal tempo, è importante fare un’adeguata pulizia dei vetri. Nella maggior parte dei casi, con una buona opera detergente non sarà necessario sostenere ulteriori spese. Con un buon antiossidante puoi svolgere questo lavoro in pochi minuti, ridando così la lucentezza originale ai fari della tua auto.

Da leggere: tutte le novità per la revisione auto 2017

Come risolvere i fari auto ingialliti

Con il passare degli anni, l’automobile andrà incontro a un processo di invecchiamento. È cosa normale, anche se presti massima attenzione ed esegui tutte le revisioni non puoi risolvere questo problema. Ma questo non vuol dire aver acquistato una macchina di scarso valore. Con il trascorrere del tempo è inevitabile che i fari tendano a ingiallirsi.

Così come accade per i fari resi opachi dalla patina del tempo, anche l’ingiallimento è una problematica che mette in difficoltà il conducente del mezzo. Per questo tipo di problema esistono diverse soluzioni, tanti prodotti di qualità che si adattano alle tue esigenze: ci sono kit ripristino fari, prodotti per la lucidatura, pasta abrasiva più o meno efficace.

Un trucco particolare: usa il dentifricio

Se ti sei recato nei negozi che vendono tali prodotti, ti sarai subito accorto che non sono soluzioni super economiche. Se vuoi acquistare un lucido per i fari di valore, dovrai per forza di cose affrontare una spesa adeguata. Per fortuna, possiamo tracciare delle strade alternative. Dove non arriva il portafogli, può arrivarci l’ingegno. Dai un’occhiata al video.

Vuoi pulire i fari ingialliti della tua auto? Bene, come hai visto nel video che ti ho linkato non c’è bisogno di prodotti miracolosi, ti basta un semplice dentifricio. Non dovrai fare altro che spalmare il prodotto su tutta la superficie del faro per poi sciacquare il tutto.

Potrà sembrarti una soluzione di comodo, casalinga. Basata sul fai da te e sull’improvvisazione. Ma prova anche solo una volta e vedrai se i fari della tua auto non recupereranno l’aspetto originario. In questo modo, niente più difficoltà alla guida. Nessuna paura di trovarsi in una strada buia con un’illuminazione scarsa.

Come pulire l’interno dei fari

Portare la macchina dal carrozziere o dal meccanico di fiducia per pulire i fari: quanto costa? È una spesa degna di nota, più o meno sulle 100 euro. Se non vuoi che una cifra così importante abbandoni le tue tasche, sarà meglio trovare soluzioni e risolvere da solo i tuoi problemi. In realtà non è un problema pulire i fari opacizzati all’interno.

Anche per quel che riguarda la pulizia più complessa dei fari auto puoi cavartela da solo. Tutto quello che ti serve è avere a portata di mano gli attrezzi per smontare il faro, un buon prodotto detergente e un po’ di pazienza. Vediamo in sequenza quali sono i passaggi per pulire i fari opacizzati internamente senza danneggiare la vettura.

  • Apri il cofano della tua auto.
  • Fissa il cofano con l’asta di sicurezza.
  • Inizia a svitare le viti che mantengono il singolo faro.
  • Una volta rimossi i fari, poggiali su un banco di lavoro.
  • Passa un panno con il prodotto sia sulla parte interna che esterna del faro.
  • Aspetta una quindicina di minuti.
  • Pulisci il faro con acqua ed elimina il prodotto con lo sporco.

Tutto qui. Nel giro di venti muniti il vetro del tuo faro tornerà come nuovo, facendo andar via qualunque macchia e/o traccia dello scorrere del tempo. Presta però attenzione a un particolare. Non basta pulire solo il vetro del faro, devi effettuare una buona pulizia anche di un altro elemento che forma nell’insieme il faro.

Devi pulire la plastica dei fari

Devi occuparti anche della plastica che circonda la parte esterna del faro della tua auto. Quando pulisci il vetro, devi fare attenzione a non rovinare la plastica con il panno che stai utilizzando che sarà ovviamente imbevuto di un prodotto che va bene per il vetro ma non per la plastica. In questi casi devi fare attenzione, devi scegliere la soluzione adatta.

Come pulire l'interno dei fari

Non solo quindi il vetro del faro, ma anche il rivestimento esterno (la parabola del faro) deve essere ripulito e tenuto in uno stato ottimale. Ricordati sempre che le operazioni che svolgi per pulire i fari auto sono una forma di assicurazione per la guida su strada.

Per quel che riguarda questa parte esterna, la cosa migliore da fare è farsi consigliare direttamente da un ferramenta – o il meccanico, l’officina che vende autoricambi – che saprà indicarci il tipo di pasta abrasiva più indicata per togliere graffi dalla plastica.

Da leggere: quando cambiare le gomme auto?

Tu pulisci i fari della tua auto?

In qualunque modo tu decida di farla, la pulizia dei fari auto è una di quelle cose che non puoi dimenticarti. Se vuoi guidare la macchina in sicurezza, è importantissimo prenderti cura di ogni aspetto, in particolar modo per quel che riguarda la visuale. I fari sono importanti per la tua guida, cerca di prendertene cura. Racconta la tua esperienza nei commenti.

About the Author

Vincenzo Abate

Vincenzo Abate nasce a Cosenza il 16/06/1984. Laureato in Filosofia e Scienze Umane, è da sempre un grande appassionato di scrittura creativa e di letteratura. Dopo un paio di pubblicazioni inizia a lavorare presso il provider Keliweb di cui cura il blog e i canali social. Inoltre scrive articoli per il blog dell'azienda di cosmetici Kanap.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *