Skip to main content
Manutenzione Auto

Pulizia vetri auto: prodotti e tecniche utili

pulire vetri auto

Pulire i vetri dell’auto vuol dire rimuovere sporco, polvere, impronte e altri residui dai finestrini, dal parabrezza e dagli specchietti di un veicolo per garantire una visibilità chiara e sicura durante la guida.


La pulizia dei vetri dell’automobile non è un dettaglio. Una vettura con parabrezza, lunotto e finestrini liberi da ombre e aloni non è solo bella da vedere ma anche facile da guidare, sicura ed efficace. Nella guida diurna e notturna, infatti, è fondamentale avere una visuale chiara e nitida.

Ma bisogna anche evitare che ci siano veli di sporcizia che impediscono a chi guida di distinguere con precisione cosa c’è sulla strada. In definitiva, bisogna pulire i vetri auto con costanza. E non basta usare la semplice combinazione di tergicristalli e liquido in dotazione nella vettura.

Perché bisogna pulire bene i vetri auto

In primo luogo per una questione di sicurezza. Ma il problema spesso riguarda le stesse operazioni di detersione di vetri, non eseguite alla perfezione. Infatti, quando si lavano parabrezza e lunotto bisogna fare attenzione ai residui di sapone che possono lasciare aloni e macchie persistenti.

Paradossalmente, la polvere è il problema minimo da affrontare quando si devono pulire i vetri e cristalli dell’auto ma anche gli specchietti retrovisori. Uno dei nemici più ostinati: la resina che cade dagli alberi quando parcheggi l’auto in zone verdi. E poi ci sono gli escrementi degli uccelli.

Questi casi impongono azioni precise per sgrassare i vetri dell’auto, il lunotto e anche i fari. Non solo per la sicurezza e la buona visibilità ma anche per il decoro estetico. Il problema è che azioni e attività troppo incisive possono portare a graffiare, opacizzare e rovinare i vetri piuttosto che a pulirli.

Da leggere: come pulire i fari dell’auto

Come pulire i vetri interni ed esterni dell’auto?

Il primo passo è la pulizia dei vetri interni che vengono opacizzati da diversi fattori, come il fumo di sigaretta e le manate dei passeggeri. In primo luogo bisogna intervenire con prodotti specifici.

Ovvero il panno in microfibra, acqua e sapone specifico. Un detersivo per cristalli auto è fondamentale per poter lavare i vetri senza lasciale aloni: uno degli errori fondamentali quando si procede con quest’azione è l’abuso di saponi, per altro non specifici per sgrassare vetri auto.

GaranziaOnline Assicura la tua Auto su Guasti Imprevisti

Passare leggermente acqua e sapone e poi asciugare con panno in microfibra – morbido e con una struttura a nido d’ape – è il modo migliore per lavare i vetri interni dell’auto senza lasciare aloni.

Ora passiamo ai vetri esterni. Parcheggia l’auto all’ombra per evitare che il sapone per vetri si asciughi velocemente, cosa che porta a lasciare aloni. Spruzza la miscela di acqua e prodotto per vetri auto sulla superficie esterna del vetro. Utilizza il classico panno in microfibra per pulire con movimenti circolari. Lavora bene sugli angoli e pulisci anche i tergicristalli (o cambia le spazzole) in modo da evitare che al primo passaggio il vetro si sporchi di nuovo.

Prenditi cura delle guarnizioni dei vetri dell’auto

Dato che ci stiamo prendendo cura dei vetri auto curiamo anche le guarnizioni di gomma. Dopo un passaggio di acqua e sapone, puoi fare manutenzione passando un lubrificante spray al silicone per eliminare rumori e adesioni, proteggere la striscia di gomma e prevenire la rottura o le crepe.

Evita macchie e aloni sui vetri dell’automobile

Altra soluzione: effettuare dei trattamenti specifici per mantenere puliti i vetri della vettura. Esistono molti prodotti che ti permettono di pulire lunotto, finestrini e parabrezza lasciando delle protezioni che consentono di far scivolare acqua e altre sostanze che sporcano senza aderire alla superficie.

Un Guasto al motore può costarti anche 4000 Euro

Oltre a fare attenzione a dove parcheggi l’auto per i lunghi periodi, soluzione che ti evita di dover pulire grandi quantità di escrementi di uccelli e resina di alberi, ci sono delle attenzioni in più.

Soprattutto per evitare aloni e mantenere puliti i vetri. Evita grandi quantità di detersivo, è la prima causa di parabrezza opachi. Poi bisogna evitare la condensa della macchina aumentando il getto d’aria sui vetri. Questo ti permette di superare le macchie legate alla condensa.

Cosa evitare per pulire i vetri auto senza graffiarli

Uno dei problemi tipici di chi decide di pulire i vetri della vettura in autonomia, senza portarla in un autolavaggio professionale: graffiare i vetri. Questo avviene soprattutto quando si usano spugnette abrasive (tipo quelle per i piatti), pagliette di metallo e spatole per togliere lo sporco ostinato.

Quello che bisogna evitare è proprio questo: utilizzare strumenti inadeguati. Acqua, detergente specifico e panno morbido sono gli accessori necessari e utili. Poi possiamo utilizzare spazzole lavavetri, tira acqua e tergivetri specifici. Ma l’importante è evitare ciò che è abrasivo, tagliente e spigoloso. Anche quando decidi di togliere il ghiaccio dal parabrezza: servono strumenti specifici.

Riccardo Esposito

Webwriter freelance, formatore, blogger per My Social Web. Mi occupo di scrittura online, aiuto imprese e liberi professionisti a organizzare strategie di blogging. Ho scritto due libri sulla scrittura online per Flaccovio Editore.

Lascia un commento