Skip to main content
Leggi e tutele

Dove butto gli pneumatici? Ecco come funziona lo smaltimento delle gomme

smaltire gli pneumatici

Per smaltire gli pneumatici devi recarti dal gommista, puoi liberarti delle gomme vecchie solo in questo modo. Ovvero attraverso i canali ufficiali della casa costruttrice. Non puoi buttare gli pneumatici in discarica o in qualsiasi altro luogo, il rischio è quello di una sanzione amministrativa.


Arriva il momento: hai controllato lo spessore dello pneumatico e ti rendi conto che devi cambiare le gomme auto. Perché sono troppo usurate, il rischio di aquaplaning è elevato, la sicurezza è importante. Quindi devi preoccuparti dello smaltimento pneumatici a norma di legge.

Uno smaltimento che non puoi fare senza regole. È vietato sbarazzarsi degli pneumatici in autonomia, buttando questo mix di gomma, metallo e sostanze chimiche altamente inquinanti in un qualsiasi cassonetto. O, peggio ancora, in un angolo della strada, in una zona poco frequentata.

Esistono delle regole ben precise per fare lo smaltimento delle ruote usurate e che devi buttare. A ben vedere, sono più comode e convenienti oltre che rispettose per l’ambiente e a norma di legge.

Dove buttare gli pneumatici vecchi?

Iniziamo subito con un chiarimento: non c’è bisogno di pensare in autonomia a come smaltire gli pneumatici. Questo servizio è incluso nell’acquisto e nel montaggio che avviene dal gommista. Anche se decidi di acquistare le gomme online, il servizio di smaltimento è già incluso.

Quindi, l’unico modo per buttare gli pneumatici e fare uno smaltimento delle gomme a norma di legge è la consegna delle vecchie ruote a chi ti vende quelle nuove. Se fai il lavoro presso un gommista, sarà stesso l’esercizio a occuparsi di questo aspetto, in completa autonomia.

GaranziaOnline Assicura la tua Auto su Guasti Imprevisti

Il ritiro degli pneumatici da parte dell’azienda produttrice, che usa come intermediario il gommista, avviene anche se l’acquisto è fatto in separata sede. Come, ad esempio, online.

Il gommista non ha funzione di ispezione, puoi portare qualsiasi pneumatico – in virtù di un uso domestico e non professionale – per avere un ritiro gratuito e immediato. Non puoi portare gomme in discarica a meno che non sia espressamente consentito, rispettando il numero. Ad esempio nelle isole ecologiche di Napoli è possibile conferire massimo 4 copertoni.

Da leggere: come valutare un preventivo cambio gomme

Smaltire gli pneumatici male: quali multe?

Per chi non rispetta le norme dello smaltimento, sono previste sanzioni amministrative importanti. Ad esempio, cosa accade se butto i copertoni in luoghi non adibiti? Oltre all’ammenda, che può essere molto salata e varia in base alle circostanze, si devono sostenere i costi per la bonifica del luogo.

Quanto costa lo smaltimento pneumatici?

Ora ti starai chiedendo: “Ok, lo smaltimento delle ruote è dal gommista. Quindi devo pagare qualcosa in più?”. Assolutamente no, il costo dell’operazione è incluso nell’acquisto delle nuove gomme.

Questo significa che, a prescindere da come poi smaltisci gli pneumatici, l’operazione la paghi comunque quindi conviene sfruttarla. Anche perché tutto è più comodo, a norma di legge e sicuro per l’ambiente. Gli pneumatici contengono agenti inquinanti che non devono essere dispersi.

Un Guasto al motore può costarti anche 4000 Euro

Nel momento in cui consegni le ruote vecchie a un gommista, o a chi ti ha venduto le ruote, non devi pagare alcun prezzo extra. Il costo finale per lo smaltimento degli pneumatici dipende dal peso, più sarà elevato e maggiori sono i costi che comunque sia aggirano intorno ai 3 euro per ruota.

Quali sono i riferimenti legislativi

L’articolo 228 del Decreto Legislativo numero 152/06 ci dà le indicazioni per comprendere la ratio che si cela dietro la necessità di provvedere al ritiro pneumatici attraverso soggetti prestabiliti. E senza procedere alla consegna delle ruote in discarica o in qualsiasi altro luogo.

È fatto obbligo ai produttori e importatori di pneumatici di provvedere, singolarmente o in forma associata e con periodicità almeno annuale, alla gestione di quantitativi di pneumatici fuori uso pari a quelli dai medesimi immessi sul mercato e destinati alla vendita sul territorio nazionale

Dispositivo dell’art. 228 Codice dell’ambiente

È un dovere per chi commercializza pneumatici occuparsi del recupero e dello smaltimento. Che può avvenire in forme differenti, ad esempio la demolizione con riciclo per ottenere nuovi prodotti, la gassificazione o la combustione per generare energia da sfruttare per altri scopi.

Come puoi intuire, queste sono operazioni da svolgere con metodi e strutture professionali. Il privato non deve manomettere o provvedere personalmente: l’unico obbligo è la consegna degli pneumatici fuori uso (PFU) al commerciante che vende gomme per le auto.

Riccardo Esposito

Webwriter freelance, formatore, blogger per My Social Web. Mi occupo di scrittura online, aiuto imprese e liberi professionisti a organizzare strategie di blogging. Ho scritto due libri sulla scrittura online per Flaccovio Editore.

Lascia un commento