Cosa copre la garanzia auto usata? [Infografica]

Cosa è incluso e cosa invece non è coperto dalla garanzia quando acquisti un'auto usata. Scoprilo in questo articolo aggiornato con infografica su quello che puoi e non puoi fare con la garanzia.

Il mercato dell’auto usata in Italia è in continua crescita. I dati riportati nel bollettino “Auto Trend” pubblicato dall’ACI indicano, a fine Novembre, indicano un incremento di oltre centomila passaggi di proprietà rispetto allo scorso anno, pari al 4,3% d’incremento. Ogni giorno sono più di settemila le persone che acquistano un’auto usata.

Ma l’acquisto è oggetto di interrogativi. Uno dei più frequenti: cosa comprende la garanzia sull’auto usata? Anche tu ti stai facendo questa domanda, vero? Forse perché la vettura che hai comprato ha un guasto e vuoi sapere se devi pagarlo tu o meno.

Per risponderti è necessario definire quali sono i diritti alla garanzia stabiliti dalla legge, quali sono le coperture delle garanzie commerciali aggiuntive e la diversa applicazione a seconda che tu abbia acquistato l’auto usata da un commerciante o da un privato.

Garanzia auto usate concessionari: cosa copre?

Quando compri un’auto usata da un venditore professionista il tuo acquisto è tutelato dalla Garanzia Legale obbligatoria. Il Codice del Consumo impone al venditore l’obbligo di consegnare all’acquirente beni conformi al contratto di vendita.

Non serve che ti consegni una dichiarazione o un documento specifico. Infatti, la Garanzia Legale obbligatoria si applica a tutte le compravendite tra professionista e privato.

Art.129 del Codice del Consumo

Per chiarire può essere utile approfondire l’art.129 del Codice del Consumo (scarica qui il PDF). Questo documento definisce le circostanze che devono coesistere per poter considerare un bene conforme. In particolar modo devono esserci le seguenti circostanze:

  • È idoneo all’uso al quale servono abitualmente beni dello stesso tipo, è conforme alla descrizione fatta dal venditore e possiede le qualità del bene che il venditore ha presentato come campione o modello.
  • Presenta la qualità e le prestazioni di un bene dello stesso tipo, che il consumatore può aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche del bene fatte al riguardo dal venditore (…).
  • È idoneo all’uso particolare voluto dal consumatore e che sia stato da questi portato a conoscenza del venditore al momento della conclusione del contratto e che il venditore abbia accettato anche per fatti concludenti.
  • Non vi è difetto di conformità se, al momento della conclusione del contratto, il consumatore era a conoscenza del difetto o non poteva ignorarlo. O se il difetto di conformità deriva da istruzioni o materiali forniti dal consumatore.

Cosa è coperto e cosa è escluso dalla garanzia legale? Se acquisti l’auto usata da un commerciante non c’è un elenco perché qualsiasi anomalia tu abbia riscontrato sull’auto, che non soddisfa una delle circostanze elencate, potrebbe essere considerato un difetto di conformità da segnalare al venditore per richiederne il ripristino. 

Il caso del navigatore satellitare

Un esempio: auto usata con navigatore satellitare. Spesso questo tipo di optional comporta un prezzo di vendita dell’auto più alto rispetto a uno stesso modello che ne è sprovvisto. Quindi il venditore tende a sottolinearne la presenza anche negli annunci di vendita. Se l’auto è stata immatricolata da qualche anno, però, può succedere che le mappe non siano state aggiornate e la navigazione risulti inutilizzabile.

garanzia auto online

In questo caso, nonostante l’apparecchio sia funzionante, non è idoneo all’uso e le prestazioni non sono quelle che il consumatore poteva aspettarsi. Salvo fosse stato adeguatamente informato prima dell’acquisto. Quindi si tratta di un difetto di conformità che il venditore deve sanare aggiornando le mappe, o proponendo uno sconto.

Per approfondire: limitazioni sulla garanzia dei veicoli usati

Come funziona la garanzia auto usata [Infografica]

Prima di capire cosa comprende e cosa è escluso dalla garanzia auto usata è giusto dare una definizione: come funziona questo documento? Come può essere sfruttato a vantaggio dell’automobilista? Abbiamo creato un’infografica per rispondere a queste domande.

Come funziona la garanzia auto usata

Copia e incolla il codice sottostante per pubblicare l’infografica sul tuo blog.


Prima di approfondire i temi che ti interessano, quelli ad esempio su cosa copre la garanzia Europa auto usate e altre definizioni particolari, conviene approfondire i passaggi chiave. Li trovi nella grafica, studiala e condividila su Facebook o su Pinterest. E se sei un blogger e vuoi fare davvero bella figura, usa il codice riportato sopra per inserirla anche sul tuo blog.

Cosa copre la garanzia auto aggiuntiva

L’acquisto di un’auto usata può essere corredato da una garanzia convenzionale. Si tratta di un servizio che non sostituisce la Garanzia Legale, la integra. Esistono diverse aziende che offrono questo servizio ai commercianti, ognuna stabilisce diverse condizioni.

La garanzia convenzionale copre un elenco di organi che ha come base motore e cambio, ma può abbracciare centraline e componenti elettrici. Le condizioni per usufruire della riparazione sono descritte all’interno di un libretto consegnato insieme alla macchina.

Se hai una garanzia auto convenzionale ti consiglio di leggere attentamente prima di far riparare la tua quattro ruote. Di solito il servizio prevede che sia la centrale assistenza a stabilire l’officina dove poter ricoverare la vettura e come gestire la riparazione.

La garanzia convenzionale è un impegno del venditore. Nel caso di controversia sarà lui a doverne rispondere. Tu hai come unico referente chi ti ha venduto l’auto, la società che gestisce la garanzia è un fornitore del commerciante e opera in suo nome.

Cosa copre la garanzia assicurativa sui guasti

Oltre alle garanzie convenzionali offerte dai rivenditori, c’è la possibilità di sottoscrivere privatamente una garanzia assicurativa sui guasti meccanici. Fai attenzione a non confonderle perché la prima può essere gestita da una qualsiasi società di servizi e ne è responsabile il commerciante che ti ha venduto l’auto.

La seconda, invece, deve essere gestita da un’Assicurazione con la quale avrai un rapporto diretto. A differenza delle garanzie offerte dalle società di servizi, la garanzia assicurativa puoi attivarla anche se acquisti l’auto da un privato. In questo caso non avrai le tutele della garanzia legale ma saranno garantiti solo gli organi coperti dalla polizza.

Cosa copre la garanzia auto usate oltre i 10 anni

Copertura garanzia auto usate nel tempo? Una buona notizia: non c’è limite di anzianità per far valere la Garanzia Legale. Se da una parte è vero che un’auto immatricolata da molti anni possa guastarsi, dall’altra la legge non prevede l’esclusione della garanzia.

Le garanzie aggiuntive possono prevedere un limite di anzianità per poter essere attivate o limitare l’elenco degli organi coperti in funzione della data di prima immatricolazione. Hai ancora dei dubbi sulla garanzia auto usate? Per ulteriori informazioni puoi approfondire sulla nostra pagina dedicata al come funziona la garanzia auto usata da privato.

Cosa comprende l’estensione di garanzia

Per estensione di garanzia si intende il periodo di tutela aggiuntiva rispetto ai primi due anni che sono coperti dal costruttore. In alcuni casi l’estensione di garanzia viene venduta contestualmente all’acquisto di un auto nuova, in altri è già inclusa.

Cosa copre la garanzia

Questo tipo di garanzia può essere sia assicurativa che convenzionale, ma attenzione alle condizioni previste dal contratto. Dopo i primi due anni, infatti, le coperture possono essere limitate a un elenco di organi e a condizioni diverse da quelle precedenti.

Alcuni marchi, ad esempio, propongono la vendita di auto con cinque anni di garanzia ma prevedono che dal terzo anno solo alcuni componenti siano coperti e che per mantenerne la validità, sia necessario aver effettuato tutti i tagliandi presso l’officina del costruttore.

CERCHI UNA GARANZIA? FAI IL TUO PREVENTIVO IN 30 SECONDI

Cosa non è coperto dalla garanzia

Come abbiamo visto, le coperture delle garanzie possono variare a seconda che tu abbia acquistato l’auto da un autosalone o da un privato. Anche la presenza di una garanzia aggiuntiva influisce. Ciò che non è coperto dalla garanzia sono i materiali di usura e quei pezzi che, per effetto dell’uso, richiedono interventi di manutenzione.

Quindi la garanzia non copre ad esempio le pasticche dei freni, le lampadine, le spazzole dei tergicristalli, candele, filtri, la frizione, gli pneumatici, la batteria, ne interviene in caso di danni da urto o causati da un uso improprio dell’auto.

Copertura garanzia auto usate: le tue domande

Garanzia auto usata cosa comprende? Le domande ci sono, non temere. Hai dubbi o vuoi raccontarci la tua esperienza? Ti daremo un parere nei commenti. Altrimenti dai uno sguardo alla pagina per scegliere la garanzia auto usata più adatta alle tue esigenze.

About the Author

Andrea De Sanctis

Lavoro da più di 10 anni nel settore delle Garanzie auto ma mi sento ancora un ospite nel mercato Automotive. Ho fondato GaranziaOnline.it. con l'intento di offrire soluzioni direttamente al cliente finale, senza intermediazioni, libero dalle dinamiche tipiche del settore. "Le persone acquistano vantaggi!" è il mio mantra.

217 Comments

  1. Ho preso una diesel usata tre mesi fa, si è rotto il “turbo” spese di riparazione ca. 1.000,00 € la garanzia copre questo guasto
    Grazie e saluti

    • Ciao Mario, se hai acquistato l’auto da un venditore professionista sei tutelato dalla garanzia legale. Essendo passati meno di 6 mesi dall’acquisto si presume che il difetto fosse già esistente al momento della vendita e ne deve rispondere il venditore che però non ha l’obbligo di sostituire il turbo con un ricambio nuovo, può anche utilizzare un ricambio revisionato, purché ti riconsegni l’auto funzionante.

      • Ciao ho comprato una macchina un settimana fa Dal concessionario, speso 2900 in contanti senza garazia, lo portartata dal meccanico perché dovevo fare il tagliando ho speso 300 poi il tagliando adesso mi dice che devi fare la cinghia cosa devo fare?sono andata dal
        concessionario mi ha detto visto è piaciuta che non può fare niente che dovevo fare la garanzia prima .

  2. Salve ho acquistato un qashqai usato da meno di 2 mesi da un rivenditore (non concessionaria), ho riscontrato che c é un cd bloccato all interno dello stereo, la spia motore accesa e auccessivamente spia filtro fap che non si rigenera.. vibrazione vicino cinghia.. vorrei sapere se posso chiedere che mi venga ripristinato tutto.. grazie in anticipo

    • Ciao Andrea, a meno di due mesi dall’acquisto hai diritto al ripristino dei difetti che hai elencato. L’unica eccezione che il venditore potrebbe fare è sul cd bloccato nella radio che potrebbe ritenere successivo all’acquisto e non di sua responsabilità. Ti consiglio di presentare un reclamo scritto. Facci sapere.

  3. Salve. La mia ragazza ha acquistato una opel corsa usata da un concessionario. La macchina ha riscontrato problemi prima dell acquisto durante il giro di prova, ma il rivenditore aveva assicurato che avrebbe aggiustato tutto prima del ritiro della vettura. Al ritiro dopo solo 5 km la macchina ha avuto di nuovo un guasto al motore dovuto alla pompa dell acqua. Servendoci della garanzia lui l’ha presa per rimetterla a posto. Ora dopo neanche 2 mesi la macchina si è di nuovo rotta. Sempre stesso problema. È da una settimana che lui l’ha ritirata per rimetterla a posto per l ennesima volta. A parte la lunga e noiosa attesa con relativi problemi di spostamenti contando che lavoriamo tutti e 2 e non possiamo fare a meno di 2 macchine, come posso comportarmi legalmente parlando per far valere i miei diritti quando andrò a riprenderla se eventualmente non sarà pronta o dopo poco tempo si guasterà di nuovo? So che sono uscito un po’ fuori argomento della garanzia ma spero possa aiutarmi. Grazie.

    • Ciao Nazareno, non sei affatto uscito dall’argomento garanzia, questo genere di problemi sono proprio quelli che ci si trova spesso ad affrontare quando si acquista un’auto usata. Da quello che scrivi il concessionario, malgrado abbia venduto un’auto che aveva già problemi prima dell’acquisto, si sta occupando di ripristinare il veicolo in conformità con ciò che prevede la garanzia legale. Qualora il difetto non venisse risolto o nel caso che si guasti di nuovo o anche se il susseguirsi di interventi di riparazione causino “notevoli inconvenienti al consumatore” puoi richiedere una riduzione del prezzo, la sua sostituzione la risoluzione del contratto in applicazione dell’art.130 del Codice del Consumo. Se vuoi intraprendere questa strada ti consiglio di conservare tutta la documentazione degli interventi e di comunicare con il concessionario a mezzo email in modo da poter consegnare tutto ad un avvocato che faccia valere le tue ragioni. Facci sapere.

      • Buongiorno,
        sto per acquistare in una concessionaria una Fiat Multipla del 2002 con 315000 km a € 600, la vettura è marciante e funzionante ma ne comprendo lo stato di uso gravoso e ne sono conscio. Il concessionario che mi ha spiegato molto bene lo stato della vettura rendendosi disponibile anche ad una prova su strada, mi ha detto che nel contratto avrebbe segnalato lo stato di usura del veicolo elencandomi quelli che sarebbero gli interventi di manutenzione consigliati. Cinghia di distribuzione e frizione sono di recente sostituzione. Ripeto, comprendo lo stato del veicolo e la buona fede della concessionaria che mi ha messo in guardia sullo stato di usura. In questo caso nell’eventualità di un guasto nei primi sei mesi e con un’allegato del contratto che indica lo stato di usura e gli interventi consigliati come funzionerebbe la garanzia ???
        Buona giornata
        Matteo

        • Ciao Matteo,
          Volendo semplificare, lo scopo della legge sulla garanzia di conformità è di tutelare il consumatore da quei difetti dei quali non è stato informato prima dell’acquisto o che non erano ragionevolmente prevedibili. Quindi potrai eventualmente contestare solo quei difetti dei quali non sei stato messo a conoscenza e rendano l’auto non idonea all’uso. Se invece dovesse rendersi necessario un intervento di riparazione che il venditore ti aveva prospettato come probabile, dovrai sostenere tu la spesa.

  4. Salve, ho acquistato tramite un autosalone una panda del 2012 con impianto gpl originale all’incirca 4 mesi fa. Da qualche giorno si è accesa la spia del motore, mi sono recato dal mio meccanico di fisucia che ha riscontrato una perdita sul riduttore del gpl. Ho chiamato la concessionaria e mi hanno detto che non sapevano se tale danno fosse coperto dalla garanzia , ma da come ho appreso da alcune fonti credo che dovrebbe essere coperto, chiedo conferma a voi. Grazie mille

    • Ciao Diego, il Codice del Consumo all’art. 132 c.3 recita: “Salvo prova contraria, si presume che i difetti di conformità che si manifestano entro sei mesi dalla consegna del bene esistessero già a tale data, a meno che tale ipotesi sia incompatibile con la natura del bene o con la natura del difetto di conformità.” La perdita sul riduttore potrebbe non rientrare tra i difetti di conformità e essere considerato un normale intervento di manutenzione straordinaria ma è il concessionario che, qualora non volesse intervenire, dovrà provare che quel difetto non era già presente al momento della consegna.

    • Ciao Sara,
      la rumorosità dei bracci su un’auto di 10 anni può essere considerata normale e la loro sostituzione un intervento di manutenzione non rientrante in garanzia.

  5. Salve, ho acquistato un’auto usata da 7 mesi e non funziona più il tergicristallo posteriore (credo sia rotto il motorino), ma la società che mi ha venduto la macchina (una società di auto a noleggio lungo termine) sostiene che loro coprono solo i danni alle parti elencate solo nella garanzia aggiuntiva che mi hanno sipulato. Come devo comportarmi?

    • Ciao Alessia, in effetti la rottura del motorino del tergicristallo a sette mesi dalla vendita non è un difetto di conformità ma una rottura improvvisa non riconducibile ad un difetto già esistente al momento della consegna. Questo genere di guasto possono essere coperti dalla garanzia ulteriore, se però non lo trovi tra i componenti coperti dovrai ripararlo a tue spese.

  6. Salve, a Maggio ho acquistato un auto usata presso una concessionaria,93000km,oggi sentivo un rumore e la porto presso il venditore,che mi dice che si è rotto l’alternatore,e non è coperto da garanzia, possibile non sia tutelato? dopo appena 4 mesi e 7000km percorsi

    • Ciao Mirko, in linea di massima la rottura dell’alternatore può essere un guasto accidentale non riconducibile ad un difetto esistente al momento della consegna e quindi, a meno che non sia coperto da una garanzia aggiuntiva, non rientra nei difetti di conformità di cui il venditore è responsabile. Ciò nonostante il Codice del Consumo all’art.132 comma 3 recita: “Salvo prova contraria, si presume che i difetti di conformità che si manifestano entro sei mesi dalla consegna del bene esistessero già a tale data, a meno che tale ipotesi sia incompatibile con la natura del bene o con la natura del difetto di conformità.” quindi il venditore, per respingere l’intervento in garanzia, dovrà provare che l’alternatore non fosse già difettoso al momento della consegna.

  7. Salve, a settembre dello scorso anno ho acquistato un usato da un rivenditore, la macchina ha funzionato e funziona bene a parte l’impianto dell’aria condizionata che quest’ultimo periodo non funziona. Ho portato la macchina dal meccanico per farle fare un controllo e mi ha detto che nell’impianto c’è una perdita.
    L’impianto all’inizio ha funzionato, poi è arrivato l’inverno e ovviamente niente più aria. L’auto è rimasta ferma per circa un mese e mezzo e questi giorni, riusandola ho notato questo problema. Rientra in garanzia questo problema?

    • Ciao Efisio,
      è passato quasi un anno da quando hai acquistato l’auto e il difetto che si è manifestato ora può essere riconducibile al “normale uso”. Si tratta quindi di un intervento di manutenzione straordinaria e non di un difetto di conformità rientrante nelle responsabilità del venditore.

  8. Salve.. ho comprato due settimane fa un usato da un rivenditore ..oggi la batteria è morta… vorrei sapere se ho diritto al rimborso in garanzia. Grazie Raffaele

    • Ciao Raffaele,
      la sostituzione della batteria su un’auto usata che abbia più di tre anni può essere considerato un intervento di normale manutenzione non rientrante nelle responsabilità del venditore. Considerato il breve intervallo di tempo passato dall’acquisto potresti comunque provare a chiederne la sostituzione, probabile che il venditore possa accontentarti per mantenere buoni rapporti.

  9. Buongiorno Andrea,
    ho acquistato una vettura Peugeot 3008 usata 9 mesi fa.
    Da quando l’ho presa ha sempre funzionato benissimo e sono soddisfatto dell’acquisto ma gli iniettori fanno rumore.
    Il mio meccanico di fiducia mi ha detto che potrebbe essere un problema serio e mi ha consigliato di farla riparare in garanzia.
    La garanzia copre questo tipo di malfunzionamenti? Credo che nel peggiore dei casi debbano sostituire addirittura gli iniettori per un costo di almeno mille euro…
    Cosa potrebbe dirmi la concessionaria? Potrebbero dirmi che è colpa del gasolio che uso o roba del genere?

    Grazie mille e complimenti per il post
    Fabio

    • ciao Fabio,
      grazie per i complimenti. Per questo tipo di guasto, specialmente se sono passati più di 6 mesi dall’acquisto, è difficile riuscire a dimostrare che la causa sia riconducibile ad un difetto esistente al momento dell’acquisto e la concessionaria potrebbe agevolmente escludere la propria responsabilità. Un eccezione potrebbe essere sollevata se il problema fosse incompatibile con il chilometraggio dell’auto. In quel caso, sempre che tu abbia effettuato la regolare manutenzione, potresti eccepire un difetto di conformità magari supportando la tua richiesta con la perizia di un pompista.

  10. Salve, ho comprato da un concessionario a Ottobre 2016 una C3 usata che é stata immatricolata a Giugno 2015. Settimana scorsa si é bloccato il baule/lunotto. Andato in concessionario dove mi hanno venduto l’auto mi hanno detto che siccome la garanzia di 2 anni é scaduta a Giugno 2017 il meccanismo del baule devo pagarlo di tasca mia. Io ho sempre pensato che anche sulle auto usate comprate comunque in concessionario c’é comunque una garanzia di minimo 1 anno… Parere? Grazie

    • Ciao Cristal,
      la garanzia legale o “di conformità” che si applica sulle auto acquistate da un concessionario e che ha una durata minima di un anno, copre quei difetti che possono essere considerati esistenti al momento della consegna o non ragionevolmente attendibili da parte dell’acquirente. Il difetto che si è manifestato sulla tua auto dopo circa dieci mesi dall’acquisto potrebbe essere imputato all’uso o a una rottura “accidentale” non riconducibile ad un problema esistente al momento della consegna. Di conseguenza non rientra tra le responsabilità del venditore.

      • Buongiorno,ho acquistato da un rivenditore una macchina di ALD automotive,a dieci mesi di distanza i tasti del volante multif.non funzionano,il clacson non funziona,il driver del faro led da errore di regolazione fari il tutto a 600 € circa.Mi dicono di mandare il preventivo al 15diciannove che segue il tutto.Mi rispondono che sono rotture accidentali e che devo arrangiarmi.E’ giusto?

        • Buongiorno Damiano,
          Per essere considerato in garanzia il guasto deve essere conseguente un difetto presumibilmente già presente al momento della consegna. I guasti elettronici sono considerati guasti accidentali proprio per la natura stessa dei componenti. Chiaramente dipende dalla causa che ha determinato il malfunzionamento. Ad esempio se in precedenza l’auto avesse subito modifiche all’impianto, questo potrebbe far rientrare il guasto in garanzia.

          • Grazie mille e’ stato molto chiaro e cortese,l’unica cosa e’ che dopo qualche giorno che mi avevano consegnato l’auto l’ho portata a riparare il faro a led che non si regolava,per il resto ho capito che a malincuore devo sostenere le spese del guasto diciamo accidentale ma fatalita sia tasti che driver nello stesso momento bho!!!!
            Grazie ancora consigliero garanzia online prossimamente per la sua disponibilita’ e gentilezza grazie ancora e buon proseguimento.

  11. salve ho comprato un lancia y da un concessionario. 9 mesi fa oggi si è rotta la frizione sono andata dal concessonario è mi ha detto che non è in garanzia la frizione rotta

    • Ciao Salvina,
      la frizione è il classico difetto non riconosciuto in garanzia perché riconducibile all’uso. Questo tipo di guasto spesso non viene riconosciuto neanche sulle auto nuove. L’unica eccezione potrebbe essere se si fosse rotta a pochi giorni dall’acquisto, ma essendo passati 9 mesi si tratta di un intervento di manutenzione.

  12. Salve,a natale ho acquistato una gold 6 1400 tsi del 2011 e 86000 km,il mese scorso ho notato che l’auto in accensioneinizia a fare rumore(credo sia il problema della catena di distribuzione mai riconosciuta ufficialmente dalla vw….il concessionario ufficiale vw mi ha chiesto di portargliela a vedere e che eventualmente mi chiederà un contributo per i pezzi nuovi che per la garanzia dovrebbero essere di equivalente usura),da dieci giorni ha iniziato a scollarsi il cielo all’altezza della plafoniera porta occhiali.posso richiedere la sistemazione dell’auto in entrambi i casi senza dover pagare?rientra nella garanzia che non è stata menzionatala nel contratto d’acquisto e quindi dovrebbe essere di due anni?

    • Ciao Luca,
      Il Codice del Consumo prevede che, in caso di difetto di conformità, il consumatore ha diritto al ripristino senza spese. A meno che si sia stabilito diversamente in fase di conclusione del contratto, ad esempio indicando una percentuale di contributo a tuo carico giustificata dalla miglioria che l’auto avrebbe per effetto della sostituzione dei componenti usati con i nuovi. Se la riparazione può essere effettuata utilizzando ricambi rigenerati o usati e tu preferisca montarli nuovi allora potresti proporre di contribuire alla spesa coprendo la differenza.

  13. Buongiorno,
    per prima cosa grazie del servizio offerto.
    Ho acquistato a giugno presso un Rivenditore una bmw 320d con 104.000 km chiedendo (via mail) una verifica alla catena di distribuzione (alcuni modelli soffrono di un prematuro allungamento con rischio di rottura) in occasione del tagliando pre consegna presso service ufficiale BMW.
    Alla consegna il Rivenditore mi ha informato verbalmente che dalle verifiche fatte la distribuzione era a posto.
    A distanza di 2 mesi ho fatto eseguire a mie spese una verifica in BMW e la diagnosi è la necessaria sostituzione del Kit distribuzione.
    Ritengo che tale spesa sia a carico del Rivenditore giusto?
    BMW parteciperebbe in correntezza per il 50% (restano 800 Euro), posso pretendere che il lavoro venga eseguito presso il Service ufficiale?
    grazie
    saluti
    Luca

    • Ciao Luca e grazie per l’apprezzamento.
      Il tuo è un caso interessante da commentare perché ci sono alcune circostanze che porterebbero ad escludere una responsabilità del venditore. La mail che hai inviato chiedendo la verifica della catena in occasione del tagliando preconsegna attesta che eri a conoscenza della difettosità tipica dei motori BMW N47. Il fatto che BMW intervenga in correntezza dimostra che l’auto che hai acquistato non è difforme dalla qualità che possiedono auto dello stesso modello. Il venditore, in applicazione della Garanzia Legale di Conformità, è responsabile qualora consegni un’auto non conforme al contratto di vendita. L’Art.129 al comma 2 c) presume che sia conforme il bene che “presenta la qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi…” e al comma 3 recita: “Non vi è difetto di conformità se, al momento della conclusione del contratto, il consumatore era a conoscenza del difetto non poteva ignorarlo con l’ordinaria diligenza…” Per assurdo, la mail che hai inviato escluderebbe la possibilità di rivalerti sul venditore appellandoti alla mancanza di adeguate informazioni precontrattuali che avrebbe dovuto fornirti con la diligenza professionale circa quella tipica difettosità. Puoi comunque provare a mandare una raccomandata al venditore, comunicando la diagnosi BMW, chiedendo che l’auto venga ripristinata “senza spese”. Resta un diritto del venditore stabilire se effettuare l’intervento presso un service ufficiale o presso una sua officina di fiducia. In questo caso però solo in un officina BMW potrebbe usufruire della correntezza.

  14. Salve,

    Ho comprato una smart usata, ho pagato anche un anno di garanzia 300 euro circa, mi sono accorto ora che il copri/scocca del motore è rotto… come mi devo comportare?

    • Buongiorno,
      Nessuna garanzia aggiuntiva copre questo tipo di rotture ed essendo un danno facilmente rilevabile in fase di compravendita non credo che possa essere considerato un difetto di conformità a carico del venditore.

  15. Buongiorno Andrea,ho appena acquistato un auto usata,subito dopo ho portato dal meccanico per un controllo,perché ho notato rumore.Mi ha detto che la catena è usurata e bisogno cambiarla.Il prezzo sarebbe 900 euro circa.La macchina ho comprato a Torino,però abito a Milano.La mia domanda è:per riparare auto devo per forza portarla al punto vendita a Torino oppure con la garanzia easydrive posso rivolgersi ad un officina-partner di Milano?La ringrazio anticipatamente!

    • Ciao Giulia,
      La garanzia Easydrive è una “convenzionale” vale a dire che è un servizio aggiuntivo alla garanzia legale di conformità stabilita dalla legge. Al momento della consegna il venditore dovrebbe averti consegnato un libretto che riporta le condizioni previste dalla Easydrive e cosa fare in caso di guasto. Puoi trovare indicazioni anche sul loro sito che indica anche quali sono le officine autorizzate. Se il guasto è coperto dalla garanzia convenzionale potrai probabilmente risolvere in un officina a Milano se invece, come credo, l’intervento alla catena non è compreso, dovrai rivolgere la richiesta direttamente al venditore denunciando un difetto di conformità del quale dovrà farsi carico direttamente lui. In questo caso il venditore potrebbe richiederti di portare l’auto nella sua officina. Tieni presente che essendo un guasto dovuto ad usura, potrebbe essere considerato un normale intervento di manutenzione a tuo carico, a meno che il difetto sia incompatibile con l’anzianità e il chilometraggio dell’auto.

  16. Salve, ho acquistato un’auto usata dal concessionario da qualche mese , e da allora fa un strano rumore ogni 400/500 km con calo di potenza .
    Lo fatta controllare dal mio meccanico di fiducia , e la diagnosi è la valvola EGR da sostituire . Essendo l’auto in garanzia il pezzo da sostituire lo copre ?
    Grazie e saluti .

    • Ciao Gabriele,
      la sostituzione ( o anche la semplice pulizia) della valvola EGR è un intervento di normale manutenzione specialmente se l’auto non ha pochi chilometri. Non è un intervento che può essere considerato un difetto di conformità. Potrebbe essere coperto da una garanzia aggiuntiva.

  17. Buona sera. Ho acquistato 11 mesi fa un auto usata da concessionario con cambio automatico. L’auto aveva 98000 km. Ora ne ha 120000. Prossimo tagliando è indicato dal computer di bordo tra 10000km. Ora l’auto da un 3 settimane mi presenta a volte un errore al cambio automatico con conseguente blocco delle marce pari . Mi son rivolto al mio meccanico di fiducia il quale mi ha detto che la spesa potrebbe essere importante in quanto potrebbero essere coinvolti gli attuatori elettrici. La concessionaria che mi ha venduto l’auto alla quale ho segnalato il problema mi ha riferito che sta a me dimostrare che il difetto c’era gia prima dell acquisto e che difficilmente me lo passerà in garanzia… Parliamo di un cambio automatico con soli 120000km!!!!!! Sicuramente non posso averlo danneggiato cambiando marcia io in quanto il cambio è gestito elettronicamente ed è a prova di imbranato (anche nella modalità semiautomatica è impossibile mandarlo fuori giri in quanto comunque il cambio passa al rapporto più consono)

    • Ciao Marco,
      La garanzia legale impone al venditore la responsabilità del ripristino per qualsiasi difetto di conformità esistente alla consegna del bene (art.130 comma 1).Se il difetto si manifesta entro i primi sei mesi, salvo prova contraria, si presume fosse già esistente alla data della consegna (art.132 comma 3). Nel tuo caso il difetto si è manifestato a 11 mesi dall’acquisto ed è per questo che la concessionaria ti ha riferito che sei tu che devi dimostrare che il difetto fosse esistente al momento della consegna. La diagnosi del tuo meccanico indica un guasto ad un componente elettrico, tipologia difficilmente riconducibile ad una problematica già presente sull’auto undici mesi fa. Non è obbligo del venditore intervenire quando il guasto è accidentale che invece può essere coperto da una garanzia convenzionale aggiuntiva o dalla polizza assicurativa sui guasti.
      L’unica cosa, a mio parere, che potresti richiedere è la documentazione della regolare manutenzione effettuata sul cambio, precedentemente alla data del tuo acquisto (verifica se sul tuo modello è prevista la sostituzione dell’olio del cambio). Qualora fosse mancante, potresti contestare che la causa del guasto è da attribuirsi alla mancata manutenzione e quindi antecedente alla consegna. Ti servirà un bravo avvocato.

  18. salve auto con piu di 15 anni dopo l acquisto ,l accensione funzionava male ,me l anno fatta riparare dal l oro eletrauto,,ora si accende subito ,ma non mi va piu’ la temperatura dell acqua,e no mi segna piu’ il carburante, e mi anno detto che non sanno cosa fare ,ora dopo 3 mesi che ho comprato l auto se rotto un cuscinetto della cinghia e non si sa il danno, e mi anno gia’ detto che l auto e troppo vecchia e chedevo pagare io. non e garantita che dite

    • Salve,
      se hai acquistato l’auto da un venditore professionista, anche se immatricolata da più di 15 anni, sei tutelato dalla garanzia legale che impone al venditore di consegnare beni idonei all’uso. Da quello che scrivi i malfunzionamenti sono tali da non rendere utilizzabile l’auto in sicurezza. Il venditore ha l’obbligo di ripristinare almeno la funzionalità del quadro strumenti. La rottura di un cuscinetto, invece può essere ritenuto un intervento di manutenzione.

      • salve per cio’ dopo neanche 3 mesi il danno della rottura del cuscinetto dell cinghia,e conseguente rottura delle valvole sono a carico totalmente mio? in venditore mi dice che l auto a piu di 15 anni e non e garantita,c e anche un limite di chilometraggio dell auto? esempio se avesse 280 mila non e coperta ?

        • La garanzia legale non prevede termini di anzianità o di percorrenza, si applica a qualsiasi auto venduta da professionista a privato. Il cuscinetto è organo soggetto ad usura e il cedimento su un’auto di 15 anni può essere considerato usura.

      • la rottura del tendi cinghia a fatto piegare le valvole con un conto dicono scontato di 1300€ e dopo una settimana si e rotto il cilindretto dell accensione dove inserisci la chiave , 3 mesi di auto modifica elettrica ,che ora si accende ma non mi va la temperatura dell acqua e il livello della benzina poi rifare le valvole e cilindretto della chiave,,sono tutti fatti
        miei??

        • Ciao Giovanni, se l’auto ha tutti questi difetti potresti richiedere la risoluzione del contratto in applicazione dell’art.130 del Dlgs.n.206 del 6 Settembre 2005.

  19. Salve.mio padre a comprato machina usata Nissan a giugno 2017 ad agosto la machina si e rotta la catena e saltata mentre caminava il danno e di 4000€ dice la Nissan e che la garanzia copre solo 30% e vero?dicono che questi e normale ușura.dove mi poso informare?grazie

  20. interessante articolo
    secondo lei i supporti motore rientrano in garanzia per auto usate, ed in ogni caso, se si consderano interventi di manutenzione programmati ogni quanto andrebbero sostituiti
    si tratta di una smart acquistata con c.a. 60000 km, è ragionevole pensare che se hanno una vita media di 40/50.000 km un buono stato d’uso di un veicolo di 60.000nkm dovrebbe averli già sostituiti
    grazie per la risposta

    • Ciao Marco e grazie per l’apprezzamento.
      In genere la sostituzione dei supporti motore non è fissata a una scadenza del piano di manutenzione, ma è prevista una verifica dello stato in occasione di uno dei tagliandi ad una certa percorrenza/anzianità. Se hai acquistato l’auto da poco e hai fatto pochi chilometri potresti richiedere al venditore di intervenire presupponendo che già fossero da sostituire alla consegna. Specialmente se il piano di manutenzione prevedeva un ispezione specifica a percorrenze inferiori. Se invece è passato più tempo potrebbe essere ritenuto un normale intervento di manutenzione in quanto il venditore potrebbe affermare che le ispezioni previste non avevano evidenziato la necessità della sostituzione che è invece sopravvenuta a causa dell’uso.

  21. Salve, ho acquistato un’auto usata 8 mesi fa da un concessionario. Un mese e mezzo fa si è rotto il motore in autostrada. La concessionaria ha provveduto a ritirare l’auto dal luogo dove il carro attrezzi l’aveva lasciata ed è nella loro autofficina appunto dal 31 luglio. Oggi provvederò ad inviare la raccomandata per interrompere la prescrizione dei 2 mesi. La concessionaria ritiene che non via sia un pezzo di ricambio compatibile (bmw 320d anno 2008). Mi hanno proposto varie alternative ma tutte ovviamente per nulla consone. In questo caso, è vero che se nel caso in cui trovassero un motore è mio obbligo pagare la metà della spesa per la riparazione? Come mi devo muovere?

    • Ciao Serena, la causa della rottura è determinante per stabilire le responsabilità. Nel caso che il guasto sia riconducibile ad un difetto già esistete al momento della consegna tu hai diritto al ripristino senza spese (art.130 comma2 del DLGS N.206 del 6/11/2005). Il Codice del Consumo non prevede partecipazione alla spesa da parte del consumatore.

  22. Salve, io ho acquistato 6 giorni fa un Nissan patrol del 2001 con 200 mila km da un concessionario. Lui nelle pattuizioni complementari mi ha scritto “no garanzia per problemi rumore turbina intercooler”. Dopo tre giorni di guida normale la macchina mi si ferma per la rottura del volano. Sono coperto dalla garanzia Anche se ha scritto quella nota?
    La ringrazio
    Francesco

    • Ciao Francesco,
      l’informazione che il concessionario ha inserito nel contratto e tu hai accettato ti informa che quell’auto ha un problema alla turbina. Se il guasto riguardasse quel componente non potresti rivalerti in quanto il difetto sarebbe conforme al contratto. Ma il volano dopo 6 giorni dall’acquisto è un difetto che il venditore deve ripristinare a sue spese. Se acquisti da un venditore professionista la garanzia di conformità si applica sempre e qualsiasi clausola tesa a limitare i diritti del consumatore come, ad esempio “vista e piaciuta” o “nessuna garanzia”, è vessatoria e quindi nulla.

  23. salve ho comprato un auto usata ad aprile 2016 con 82000 km ad agosto 2017 la macchina mi segnala di fare il tagliando ,vado in Mercedes e mi dicono che i km nn sono quelli, perché l ultima volta che lo auto e’ entrata in officina anno 2012 aveva 152000 come devo comportarmi , sul contratto di vendita nn ci sono scritti i km dell’ acquisto, adesso la macchina ne segnala 105000

    • Ciao Maurizio,
      se non hai prova che al momento dell’acquisto il tachimetro indicava un chilometraggio inferiore a quello reale il venditore potrebbe affermare che la manipolazione del contachilometri sia successiva alla vendita. L’unica strada per denunciare la truffa è produrre qualche documento (tagliandi, revisioni, libretto di garanzia convenzionale) da cui si possa evincere che l’alterazione sia antecedente la data di acquisto. Se hai comprato da un concessionario potresti provare a chiedere al precedente proprietario.

  24. Buongiorno ho acquistato un’auto usata 4 mesi fa dopo tre mesi mi ha lasciato per strada a 500 km da casa ho dovuto chiamare il carro attrezzi in poche parole era un iniettore e il sensore bella pressione del gasolio la garanzia che ho stipulato quella a pagamento ha coperto solo il 50% il resto di 300 euro c’è li ho rimessi io ora mi da problemi il navigatore e lo stereo accendendosi e spegnendosi all’improvviso il navigatore nn da segnali e nn è neanche aggiornato ora volevo sapere se posso rivolgermi al concessionario per risolvere il problema grazie.

    • Ciao Francesco,
      L’art.132 comma 3 del Codice del Consumo prevede che, salvo prova contraria, i difetti che si manifestano entro sei mesi dalla consegna fossero già esistenti e il venditore ha l’obbligo di ripristinarli senza spese per l’acquirente. Il difetto del navigatore lo rende non idoneo all’uso, invia un reclamo al venditore chiedendo di risolvere il problema. Quello delle mappe del navigatore non aggiornate è un classico difetto di conformità perché, salvo che il venditore lo abbia informato prima dell’acquisto, della necessità dell’aggiornamento, il consumatore che acquista un’auto dotata di navigatore (optional che incide sul prezzo di vendita) e scopra dopo l’acquisto di non riuscire ad utilizzarlo, ha diritto di richiedere le nuove mappe o, in alternativa una riduzione del prezzo d’acquisto.

  25. Salve ho acquistato un’audi q5 febbraio 2016 con garanzia 2 anni offerta dal concessionario presso un’altra società di garanzia.dopo svariati problemi e diverse segnalazioni per un consumo eccesivo di olio mi è stata camniata la turbina. Ad oggi mi ritrovo con il motore fuso in quanto la pompa dell’olio non ha funzionato bene permettendo di ingrippare il tutto
    Premesso che ho installato un impianto gpl ma il meccanico esclude ogni responsabilità da esso. Cosa posso fare?

    • Ciao Eric,
      Prima di tutto è necessario distinguere tra la Garanzia di Conformità che è dovuta per legge dal venditore, e la Garanzia Convenzionale che è il servizio aggiuntivo che il concessionario ha affidato ad una società esterna. La prima ha durata di due anni ma sull’usato può essere ridotta a un periodo minimo di 12 mesi, quindi nel tuo caso, potresti aver superato il limite temporale per chiederne l’applicazione. In ogni caso, quando, successivamente alla vendita il veicolo viene modificato, ad esempio istallando un impianto Gpl, l’auto non possiede più le caratteristiche che aveva all’acquisto e di conseguenza non è più conforme al contatto che il venditore è vincolato a rispettare. In sostanza si perde il diritto all’applicazione del Codice del Consumo. Rimane però applicabile la Garanzia Convenzionale affidata alla società di garanzia che riconoscerà il guasto solamente se rientra tra le condizioni di copertura del servizio offerto. Contatta direttamente la società di garanzia e chiedi la procedura per segnalare il problema e richiedere assistenza. Facci sapere.

  26. Salve,
    ho acquistato una Range Rover usata (anno 2013) nel mese di Febbraio 2017 presso un rivenditore. Ad Agosto 2017 (dopo circa 10.000 km percorsi) ho riscontrato un problema nell’inserimento delle marce del cambio automatico.
    Portata in officina mi hanno riscontrato un problema nella centralina del cambio che va sostituita.
    Posso chiedere la riparazione in garanzia?
    Grazie.

    • Buongiorno Camillo,
      Il Codice del Consumo prevede che i difetti che si manifestano entro 6 mesi dalla consegna, salvo prova, contraria, esistessero già a quella data. Oltretutto su un’auto di quattro anni un difetto del genere a 10000km dall’acquisto non può essere ragionevolmente attendibile. Segnala (con raccomandata o via email) al venditore il difetto e chiedi che venga risolto. Mi raccomando, non far riparare l’auto senza autorizzazione.

      • Purtroppo il venditore si rifiuta sia di rimborsarmi la riparazione sia di far riparare l’auto presso un concessionario di sua fiducia, sostenendo che la garanzia copre solo i difetti meccanici e dunque non la centralina del cambio. Purtroppo io ho necessità di far riparare l’auto perchè è da un mese che sto discutendo col concessionario… cosa mi consiglia di fare?
        Grazie mille.

        • Rivolgiti ad un avvocato accertandoti che conosca bene la Garanzia Legale di Conformità (leggo spesso lettere di legali che non la citano affatto). Prima di riparare fai tutte le comunicazioni del caso al venditore, onde evitare che possa eccepire che lo hai privato del diritto di proporti un rimedio. Se resisterà anche alla comunicazione dell’avvocato dovrai risolverla davanti a un Giudice di Pace (per danni entro i 5000 euro).

  27. Salve, ho acquistato il 13 0tt0bre 2016 una mercedes c200 del 2012.
    Verso aprile del 2017, l’auto mi ha fatto un brutto scherzo.
    Fari, frecce direzionali, tergicristalli, parte di alcuni comandi sul cruscotto in tilt e poi tornati a funzionare.
    Per farla corta ad oggi questo è un difetto che saltarialmente salta fuori, ma quando arriva porta complicazioni a secondo dove mi potrei trovare. A oggi, il quale dopo essermi accertato alla mercedes stessa, mi hanno detto di dover cambiare una centralina sotto lo sterzo dal valore con mano d’opera di oltre 600 euro.
    Hanno risposto garanzia e concessionario, che facente parte di un pezzo elettrico non rientra.
    Non sono assolutamente d’accordo con la risposta, prima perché non è un pezzo di usura e poi perché io di elettrico intendo altro materiale e non una centralina di comando.
    Oltretutto, ora che sono letteralmente arrabbiato ho anche letto che se una macchina è provvista di navigatore ufficiale, il concessionario ha l’obbligo di aggiornarlo in quanto accessorio occupazionale della vettura, cosa che al momento non hanno provveduto.
    Come mi devo comportare?
    Grazie, Gianni.

    • Ciao Gianni,
      La Legge prevede che il venditore sia responsabile dei difetti esistenti al momento della consegna del bene. A distanza di un anno da quella data, per poter richiedere un intervento in garanzia dovresti essere in grado di dimostrare che i malfunzionamenti da te lamentati siano riconducibili ad un problema già presente sull’auto prima dell’acquisto. I guasti a componenti elettrici, a meno che si manifestino entro sei mesi dalla consegna nel qual caso è il venditore a dover dimostrare il contrario, possono essere considerati “accidentali” e quindi non rientranti in garanzia. L’unica strada per poter contestare un difetto di questo tipo è sostenere e dimostrare (davanti al giudice) che, ai sensi dell’art.129 comma c del Codice del Consumo, non sia “ragionevole” aspettarsi che un’auto con quell’anzianità e percorrenza manifesti quel difetto.
      Anche l’esempio del navigatore fa riferimento allo stesso articolo in quanto è “ragionevole” che il consumatore che acquista un’auto dotata di sistema di navigazione “si aspetti” di poterlo utilizzare. Se le mappe non sono aggiornate, il venditore deve darne opportuna informazione prima dell’acquisto. Se non lo fa, sta vendendo un veicolo con un accessorio non idoneo all’uso.

  28. Salve ho acquistato in 2 agosto da un rivenditore autorizzato una Opel meriva dal 2010 in fine settembre mi ha accesa la spia Eps e il volante era durissimo, poi dopo 3 giorni mi si accesa una altra spia del scarico del gas ho chiamato il rivenditore e lui mi ha detto che devo aggiustare da solo perché lui mi ha dato la garanzia di conformità e poi nn mi risponde più al telefono. Come dovrei comportarmi in questo caso ? Grazie. Lidia

    • ciao Lidia,
      la situazione che rappresenti mi fa pensare che l’unico consiglio che possa darti è il più scontato: rivolgiti ad un avvocato e scrivi una raccomandata! Probabilmente questo rivenditore non conosce la legge sulla garanzia di conformità. Se poi non risponde al telefono non mi sembra interessato alla soddisfazione dei suoi clienti. Vediamo se risponde alla lettera di un legale…

  29. Buonasera, 2 mesi fa ho acquistato un’auto usata di 5 anni in un concessionario che mi ha dato regolare garanzia. Fin dai primi giorni ho sentito un rumore in curva e l’officina mi dice che vanno cambiate pasticche e braccetti per eliminare quel rumore, ma il concessionario ritiene che si tratta di usura e pertanto non rientrano in garanzia. Considerato anche che questa situazione non mi era stata rappresentata al momento dell’acquisto, le chiedo se ho diritto o meno alla sostituzione dei pezzi in garanzia.
    Ringrazio

    • Ciao Antonio,
      la sostituzione delle pasticche dei freni rientra tra gli interventi di manutenzione ordinaria e non può essere considerato un difetto così come la rumorosità dei braccetti su un’auto di 5 anni. Mancano i presupposti per poterli considerare di responsabilità del venditore.

  30. Salve, ho acquistato una Passat variant del 2011 a dicembre 2016 con 119000 km. Ho sottoscritto una garanzia aggiuntiva convenzionale di due anni nella quale sono elencati le parti coperte da detta garanzia.
    Ora, a 149000 km, ho avuto un problema agli iniettori, i quali non sono riportati tra le parti coperte da garanzia convenzionale.
    Chi mi ha venduto l’auto dice, tra l’altro, che gli iniettori rientrano tra gli interventi di manutenzione straordinaria dovuti alla vetustà dell’auto.
    Vorrei sapere se, essendo ancora nell’anno di garanzia legale, se gli iniettori sono coperti e/o se invece ha ragione il venditore.
    Grazie

    • Ciao Diego,
      per poter essere considerato un difetto di conformità, essendo passati più di sei mesi dalla vendita, sei tu che dovresti dimostrare che il problema agli iniettori sia conseguenza di un difetto già esistente al momento della consegna. Potresti sostenere che il difetto non è compatibile con il chilometraggio ed è quindi da attribuirsi ad una non adeguata manutenzione pregressa. D’altra parte il venditore può affermare che, avendo l’auto percorso 30000km il problema non c’era alla consegna ma è sopraggiunto a causa, ad esempio, di gasolio sporco. Se riesci, ti consiglio di trovare un accordo con il venditore perché stabilire chi ha ragione qui non è semplice.

  31. Salve, volevo gentilmente un’informazione. Ho acquistato una audi usata da concessionario ufficiale Audi e garanzia di conformità del conc. per un anno. Sono passati 6 mesi e la macchina inizia a fare un rumore sterzando sulla sx in curva tipo tac tac. L’ho fatte vedere alcuni giorni fa in conc. e non capiscono da dove venga il problema..! forse per non pagare l’intervento. Stamane sono andato in un’altra conc. Audi e sentenza giunto semiasse sx che inizia a farsi sentire. Vi chiedo gentilmente la garanzia di conformità copre anche i giunti o parti similari della macchina..? restando in attesa ringrazio e saluto. Luca

    • Ciao Luca,
      Non ci sono componenti inclusi o esclusi dalla garanzia legale di conformità. La legge impone al venditore di intervenire qualora il malfunzionamento sia incompatibile con ciò che il consumatore poteva ragionevolmente aspettarsi in funzione della descrizione fatta dal venditore, da ciò che è definito sul contratto di vendita e dalla natura del bene. Lo so, non è proprio semplice stabilire cosa possa rientrare in questa definizione, nel tuo caso c’è da stabilire quale sia la causa del guasto perché se può essere riconducibile ad un difetto già esistente al momento della consegna, allora il venditore deve intervenire, se invece è imputabile all’uso che ne hai fatto no. La rumorosità dei giunti a sei mesi dalla consegna può essere dovuto alla rottura accidentale della cuffia che non può essere considerato un difetto di conformità.

      • Ciao Andrea e grazie per la risposta…!
        Le cuffie sono integre, e il rumore si sente solo a finestrini leggermente abbassati in curva sterzando verso sx. Ho notato dopo 4-5 mesi sino ad oggi questo rumore, e non ho riscontrato questa problematica subito dopo l’acquisto…! forse era presente come no. Il venditore, fatto presente non sembrava disponibile per farlo passare in garanzia. Gentilmente cosa mi consigli di fare: portarla in concessionario, e come comportarsi per il pagamento: totalmente a mio carico o a metà con il conc. Oppure farmi assistere da un legale, per risolvere la questione? Restando in attesa ti ringrazio nuovamente e saluto. Luca

        • Ciao Luca,
          come ti ho scritto è la causa del guasto la discriminante per stabilire le responsabilità. Essendo passati 6 mesi dall’acquisto sei tu che dovresti provare che il difetto fosse già esistente al momento della consegna. Prova a trovare un accordo con il concessionario.

          • Ciao Andrea,
            sono passati 6 mesi, ma la garanzia se non sbaglio è un anno? il conc. dovrebbe rispondere anche se sono passati 6 mesi dall’acquisto, cosa dici…?
            Restando in attesa ti ringrazio e saluto,
            Luca

          • Si Luca ma la legge prevede che se il guasto si manifesta entro i primi sei mesi si presuppone fosse già presente al momento della consegna, dopo questo termine deve essere provato.

  32. buongiorno, vi sottopongo il mio problema, ho acquistato il 19.07.2017 una Toyota RAV4 2.2d-4d Executive del 21.06.2010 quindi auto usata da un concessionario multimarche di Lissone ..dopo un mese e mezzo (il 21.9.2017) con pochissimi km fatti circa 300, mi è successo che mentre stavo viaggiando la macchina ha fatto fumo nero si sono accese tutte le spie e si è fermata. Portata con il carro attrezzi su consiglio del venditore in officina Toyota a Monza dicono che il problema sono tutti 4 gli iniettori e il catalizzatore (danno colpa a possibile acqua nel gasolio)e da più di un mese stanno cercando di ripararla. dopo qualche consultazione con altre officine mi dicono che gli iniettori sono un problema frequente in queste macchine. La concessionaria non ci riconosce nessu tipo di garanzia.. e neppure un patteggiamento di colpa..come mi devo comportare perché si parla di una spesa intorno ai 4000€ possibile che non ho nessuna garanzia? veramente non ho nessun diritto a garanzia? attendo un vostro cenno e ringrazio per qualsiasi consiglio. susy

    • Ciao Susy,
      L’art.132 comma 3 del D.Lgs N.206 del 6/09/2005 prevede che “salvo prova contraria, si presume che i difetti di conformità che si manifestano entro sei mesi dalla consegna del bene esistessero già a tale data…” questo significa che se il venditore non vuole riconoscere la garanzia dovrà dimostrare che la causa del guasto sia l’acqua presente nel gasolio o qualsiasi altro motivo che possa escludere che il danno sia conseguenza di un difetto già presente al momento della consegna. In caso contrario dovrà ripristinare il veicolo a sue spese. Considerata l’entità del danno ti consiglio di fargli scrivere una lettera da un avvocato.

  33. Salve,
    ho acquistato un’auto con impianto a metano (fatto installare dal venditore al momento della 1a vendita al 1° proprietario) circa 5 mesi fa. Si tratta di un’auto ancora coperta dalla garanzia della casa madre che scadrà a breve. Il 17 Novembre raggiunge i 2 anni di vita e tale garanzia decadrà. Ho problemi seri al motore ed ho portato l’auto in un’officina autorizzata dalla casa madre che sta ispezionando il veicolo per decidere quali interventi fare e se approvare gli interventi in garanzia o meno. Il meccanico ha dubbi riguardo la presenza dell’impianto a metano e crede che la casa madre potrebbe far storie e non riconoscere gli interventi.
    1- La casa madre è tenuta ad applicare la garanzia anche se è stato installato un impianto successivamente? Il guasto credo che non sia legato alla presenza dell’impianto. Se la casa madre sostiene il contrario, non dovrebbe almeno dimostrarmelo?
    2- Se la casa madre non dovrebbe riconoscere il problema, dove dovrei far riparare l’auto? Le spese di trasferimento presso un’altra autofficina sono a mio carico?
    3- Dato che son passati circa 5 mesi sono coperto anche dalla garanzia del venditore. In questo caso mi verranno riconosciuti sia i costi dei componenti che quelli della manodopera?
    Grazie, saluti e complimenti per l’articolo.
    Luca

    • Ciao Luca, grazie per i complimenti.
      La garanzia del costruttore decade se il veicolo viene modificato rispetto alla configurazione iniziale. È una condizione contrattuale che il venditore avrebbe dovuto conoscere e se non ti ha adeguatamente informato o, ancor peggio, se ti ha venduto l’auto come “ancora in garanzia casa madre” è lui che se ne deve far carico. In ogni caso è sempre e comunque il venditore il tuo unico referente per l’applicazione della garanzia. Essendo passati 5 mesi dall’acquisto, la legge sulla garanzia di conformità prevede che tu abbia diritto al ripristino del veicolo senza spese. A meno che il venditore non sia in grado di dimostrare che il guasto sia causato da una tua negligenza (uso non corretto, manutenzione irregolare ecc.). Devi inviare al venditore un reclamo lamentando un difetto di conformità e chiedendo la riparazione. Invia anche il preventivo dell’officina, quella sarà la tua richiesta. Lui dovrà prendere in carico il reclamo, accettare la tua richiesta o proporti un rimedio alternativo. Qualora la sua proposta preveda il trasferimento in altra officina, dovrà farsi carico anche di questa spesa.

  34. Ciao Andrea, ho aquistato a fine agosto 2017 una volvo usata v50 d2 Polar Plus immatricolata a dicembre 2011 con 147000 km da subito allo spegnimento motore si sente un forte odore di gasolio e in accelerazione in corsa esce un fumo biancastro poi sempre in accelerazione spesso va su di giri x qualche secondo e sicuramente è la frizione che slitta. ho portato l’auto dal concessionario che me la venduta ormai tre volte e dopo vari controlli e azzeramento della ncentralinaora mi dice che un iniettore è da sostituire a spese mie esclusa la manodoperaeivece la frizione è tutta a carico mio con una spesa totale di 750euri ora l’auto ha 152000 km , come mi devo comportare ? grazie in anticipo x la risposta.

    • Ciao Adriano,
      dato che il Codice del Consumo stabilisce che, salvo prova contraria, i difetti che si manifestano entro 6 mesi dalla vendita fossero già esistenti al momento della consegna, non basta che il venditore dica che “non è in garanzia” ma deve provare che i guasti non siano riconducibili a malfunzionamenti già presenti prima della vendita. La sostituzione della frizione potrebbe anche essere considerata un normale intervento di manutenzione e il problema all’iniettore causato da impurità nel combustibile, ma deve essere provato. Se vuoi un consiglio pratico, prova a negoziare per ottenere qualcosa in più, se ci riesci … accontentati.

  35. Salve ho acquistato una Nissan qashqai del 2011 da un auto salone da 2 giorni, ma mi sono accorto che l’autoradio multifunzione di serie dopo un po’ lo schermo a cristalli liquidi non si vede più, questo è coperto da garanzia? Grazie

    • Ciao Francesco,
      se non eri stato informato, prima dell’acquisto, di questa difettosità, si tratta di un difetto di conformità in quanto l’accessorio di serie non è utilizzabile. Hai diritto al ripristino, senza spese, della funzionalità dell’autoradio. Invia un reclamo al venditore, se vuoi puoi usare questo modello.

  36. Salve,
    ho acquistato una fiat grande punto (del 2006, con 115.000 km, unico proprietario) a settembre, consegnata ad ottobre causa lavori (è stata rifatta la guarnizione della testata (problema che non mi era stato fatto notare durante la vendita), la distribuzione ed è stato aggiunto un impianto a GPL). L’auto ha avuto subito diversi problemi, perlopiù risolti. Il concessionario si rifiuta, però, di risolvere un problema al finestrino posteriore sinistro, che si abbassa da solo e la cui manovella non funziona, ed un problema alla maniglia sempre dello sportello posteriore sinistro, che non funziona adeguatamente. Per quest’ultimo problema, in particolare, sostiene che sia un difetto comune a tutte le punto e per questo motivo si rifiuta di cambiare la maniglia. E’ come dice lui o dovrebbe comunque intervenire? Questo partendo dal presupposto che non ero a conoscenza di tali difetti in fase di acquisto e che neppure mi sono stati menzionati dal rivenditore. Ringrazio in anticipo per la risposta.

    • Ciao Giuseppe,
      Il fatto che il venditore affermi di essere a conoscenza che questa difettosità sia comune a tutte le punto, ma non ti abbia adeguatamente informato prima dell’acquisto, configura un difetto di conformità del quale si deve far carico. D’altra parte però, potrebbe eccepire che i difetti lamentati potevano facilmente essere rilevati con l’ordinaria diligenza. Considerata l’entità del danno ti consiglio di trovare un accordo.

  37. Salve, un anno fa ho acquistato una ford fiesta usata del 2013, le ho fatto fare il tagliando in casa madre esponendo il problema che blocco di accensione della chiave che si inceppa, dopo il tagliando il problema e peggiorato in modo significaivo, tanto da non riuscire più a girarla la chiave.
    Il mio dubbio è: so che l’auto ha ancora la sua garanzia originale, ma loro ovvivamente rispondono che essendo usura devo pagare di tasca mia ben 150 euro. Io non sono molto afferrata in materia, voglio capire, se è corretto che non è in garanzia e se è adeguato il prezzo che mi an fatto. Questo perchè sono donna e spesso raggirata, e sopratutto perchè dopo che ci an messo le mani loro è peggiorato davero significativamente il problema.
    Vi ringrazio in aticipo
    Cordiali saluti

    • ciao Emanuela,
      il malfunzionamento che lamenti, essendo passato un anno dall’acquisto e quattro anni dalla prima immatricolazione, può essere considerato un guasto accidentale non coperto dalla garanzia.

  38. Buongiorno ho acquistato da un concessionario, da meno di tre mesi, una Opel Meriva usata. Da qualche giorno ho avuto difficoltà nell’ingranare le marce e oggi ho dovuto fermare la macchina. Il concessionario mi ha detto che devo sostituire la frizione ma le spese sono a mio carico.
    Il problema che si è verificato non è coperto da garanzia?

    • Ciao Patrizia,
      gli interventi alla frizione sono, in genere, considerati interventi di manutenzione non rientranti in garanzia in quanto organo soggetto ad usura.

  39. Buongiorno Andrea,
    ho acquistato da rivenditore un auto usata meno di tre mesi fa e, due giorni fa a seguito di un problema riscontrato ho portato l’auto da un’officina autorizzata la quale ha diagnosticato la rottura della turbina dovuta ad una non corretta manutenzione effettuata prima della vendita dell’auto. Come posso comportarmi?
    Grazie

    • Ciao Gabriele,
      i guasti che si manifestano entro sei mesi dalla consegna si presume, salvo prova contraria, fossero già esistenti a quella data (art.132 comma 3 CdC). Avendo tu ritirato l’auto da tre mesi, devi notificare al venditore un reclamo chiedendo che venga ripristinata la conformità del veicolo in applicazione degli art. 128 e successivi del D.Lgs 206/2005. Allega la diagnosi dell’officina e il preventivo di riparazione ma non riparare l’auto prima che il venditore possa proporti un eventuale rimedio alternativo.

  40. Buonasera, ho comprato l’auto usata con 80 mila km a Luglio da un concessionario, con garanzia fornita da una società del settore . Prima della consegna è stato fatto cambio olio e controlli di routine. Dopo pochi neanche 2500 km auto ferma. Tramite garanzia sostituti iniettori e pompa alta pressione, e spese di consumo a mio carico (pulizia da smeriglio etrc.). Dopo 400 km nuovo guasto. Il problema è un difetto della pompa installata, che coperta ancora da garanzia verrà sostituita. Ed eccomi al quesito: ho scoperto che i pezzi usati per la prima sostituzione sono non nuovi ma rigenerati. Possono farlo senza avvisarmi? Posso richiedere la sostituzione di tutti i pezzi data che non corrispondono a ciò che avrei scelto io? Posso contestare il tutto informando anche il concessionario?
    Grazie mille per l’attenzione

    • Ciao Andrea,
      innanzitutto bisogna distinguere tra Garanzia Convenzionale e Garanzia Legale di Conformità. La prima è un servizio aggiuntivo che il venditore affida a società esterne che operano in suo nome e per conto applicando in caso di guasto le condizioni previste nel libretto di garanzia. Nel tuo caso è la società che ha gestito la riparazione in quanto evidentemente rientrante nelle coperture previste. La Garanzia Convenzionale però non limita ne esclude il tuo diritto alla Garanzia Legale di Conformità che è obbligatoria e si applica a tutte le compravendite tra professionista e privato. Mentre la prima, essendo un contratto aggiuntivo, può avere diverse coperture e prevedere esclusioni o clausole che ne limitino l’applicabilità, la seconda è regolamentata dagli articoli 128 e successivi del Codice del Consumo ed è uguale per tutti. In particolare l’art.130 comma 2 impone al venditore, in presenza di un “difetto di conformità”, la responsabilità nei confronti del consumatore di ripristinare il bene senza spese mediante riparazione o sostituzione. Su un’auto usata, di conseguenza, il venditore non è obbligato all’utilizzo di ricambi nuovi ma a ripristinare la “conformità” del veicolo, anche utilizzando ricambi usati purché non diminuiscano il valore del bene. I ricambi rigenerati sono indubbiamente migliori rispetto a quelli montati sull’auto alla consegna ed ora sostituiti. Questo, tra l’altro, è il motivo per il quale alcuni ritengano sia legittimo richiedere al consumatore una partecipazione alla spesa quando, per effetto della riparazione, il veicolo acquisisca un maggior valore e i componenti sostituiti una maggiore percorrenza residua rispetto a quelli montati all’origine.

  41. Salve, ho comprato una macchina usata circa un mese fa e da sempre ho notato un difetto al freno a mano.
    Ho parcheggiato la mia macchina in salita, e come al solito ho trovato difficoltà ad inserire il freno a mano. Una volta inserito sono scesa dimenticando però di mettere la prima marcia per bloccarla meglio. Dopo neanche 10 minuti mi chiamano perchè la mia macchina è andata a sbattere contro la macchina che era parcheggiata dietro facendo un grave danno. In questo caso posso fare appello alla garanzia che ho in concessionario dato che il freno a mano da origine mi ha dato sempre dei problemi?
    Grazie per l’attenzione

    • Ciao Giulia,
      La garanzia interviene per ripristinare una difettosità ma non c’entra con la responsabilità civile di ciò che è accaduto. Per quello dovresti avere una copertura assicurativa RC.

  42. Salve. Ho acquistato una Grande Punto a Gennaio 2017. Da un paio di mesi, si accende quasi di continuo la spia dell’anomalia del servosterzo. Fortunatamente solo quando sono in partenza da fermo, in prima o massimo seconda marcia.
    Chiamando il rivenditore da cui l’ho acquistata, mi ha subito risposto “Quello è materiale d’usura. La scatola del servosterzo è materiale d’usura e non è assolutamente in garanzia quindi devi farlo riparare tu a tue spese!”.
    Ma sentendo vari amici e persone nell’ambito dei rivenditori, mi hanno detto che se l’auto è ancora nell’anno di garanzia, il rivenditore me la deve sistemare perché non è vero che il servosterzo è materiale d’usura come invece lo sono la frizione, le pasticche dei freni, le candele ecc… e che non essendo passato l’anno di garanzia, purtroppo gli è andata male al rivenditore che è obbligato a sistemarmi il difetto.
    Quale è la verità? Sono coperto o no dalla garanzia per quanto riguarda il servosterzo?
    Grazie anticipatamente.

    • Ciao Francesco,
      come potrai notare leggendo l’articolo e i vari commenti, il concetto di garanzia troppo spesso viene travisato rispetto a quello che invece è determinato dalla legge. Non è corretto considerare in garanzia qualsiasi componente non soggetto ad usura perché in realtà la garanzia legale impone al venditore di intervenire per qualsiasi difetto esistente al momento della consegna che renda l’auto non conforme al contratto di vendita. L’art.129 comma 2 definisce un bene “conforme al contratto” se:
      a) è idoneo all’uso al quale servono abitualmente beni dello stesso tipo;
      b) è conforme alla descrizione fatta dal venditore e possiede le qualità del bene che il venditore ha presentato al consumatore come campione o modello;
      c) presenta la qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi,tenuto conto della natura del bene …..
      Poi all’art.130 comma 3 presume che, salvo prova contraria, un difetto che si manifesta entro sei mesi dalla consegna esistesse già a tale data.
      L’anomalia al servosterzo di solito è di natura elettrica, difficilmente riconducibile, specie dopo quasi un anno dalla consegna, ad un difetto già esistente. Piuttosto può essere considerato un guasto accidentale, non un difetto di conformità. Sono i tipici guasti coperti dalle garanzie convenzionali aggiuntive. Detto questo, il venditore che ti risponde nel modo che hai descritto manifesta una professionalità discutibile…

  43. Buongiorno
    ho acquistato da un concessionario una Fiat 500X usata immatricolata a maggio 2017 di circa 17000Km, l’auto mi è stata consegnata il 14 aprile e a giugno mi sono accorta che l’aria condizionata non era più funzionante ed ho fatto subito presente la cosa ma mi è stato detto dal concessionario che poteva essere scarica e che comunque la garanzia fiat era scaduta quindi non potevano farci nulla, dopo aver insistito per MESI sono riuscita a portargli la macchina per far ricaricare il gas a fine novembre; il concessionario sostiene che mi stia facendo un favore dato che la garanzia fiat è scaduta.
    ora il problema è che, non solo ha la mia macchina da 3 settimane creandomi non pochi problemi, ma la mia paura è che il problema possa essere che il climatizzatore abbia una perdita, quindi se così fosse, avendo acquistato la macchina da meno di un anno e non essendo tale danno legato all’usura dell’auto, ed essendo il problema insorto a soli due mesi dall’acquisto posso richiedere al concessionario di riparare questo eventuale danno?
    Grazie mille

    • Ciao Chiara,
      o questo concessionario non conosce la legge sulla Garanzia o vuole fare il furbo. Se l’impianto dell’aria condizionata è scarico è probabile ci sia una perdita e, considerato che l’auto è di recente immatricolazione e che il guasto si è manifestato a soli due mesi dalla consegna, il venditore deve farsi carico del ripristino, senza spese, della funzionalità dell’aria condizionata. L’art.130 comma 5, tra l’altro prevede che le riparazioni devono essere effettuate entro un congruo termine dalla richiesta e non devono arrecare notevoli inconvenienti al consumatore. Tre settimane mi sembrano veramente troppe! Ti consiglio di formalizzare un reclamo inviando una raccomandata o una pec al concessionario. Puoi anche utilizzare questo modulo. Fammi sapere.

  44. Salve volevo un consiglio, ad agosto 2017 ho comprato una Renault Scenic xmod 1.5 dci usata con 135000 km., il venditore ha insistito con forza a vendermi la garanzia extra aggiuntiva della “GARANZIA EUROPA GROUP” versione “PRESTIGE+”, ora dopo circa 9000 km percorsi, la macchina a basso numeri di giri picchia rumorosamente, come se va a tre, pertanto molto probabilmente dovrò sostituire o revisionare qualche iniettore (diagnosi anticipata dal mio meccanico di fiducia), il venditore nega che il l’eventuale danno possa essere coperto dalla garanzia convenzionale o extra. Posso avere qualche delucidazione o certezza se quanto detto rientra nella garanzia. Grazie

    • Ciao Antonino,
      Il venditore ti dovrebbe aver consegnato un libretto con le condizioni della garanzia convenzionale aggiuntiva. All’interno potrai trovare l’elenco degli organi garantiti. Qualora il guasto non rientri tra le coperture della garanzia convenzionale, essendosi manifestato entro sei mesi dalla consegna, potrai comunque presentare un reclamo al venditore chiedendo l’applicazione della garanzia legale di conformità. L’art.132 comma 3 del D.Lgs 206/2005, infatti, prevede che, salvo prova contraria, i difetti che si manifestano entro sei mesi dalla consegna esistessero già a tale data.

  45. Ciao Andrea. Buon Capodanno! Io ho acquistato in un concessionario vicino Foggia una Grande Punto del ’07 usata, che mi è stata consegnata il 30/9/17. Il giorno dopo sono tornato a Reggio Emilia dove lavoro e già ho notato che la luce del porta bagagli e quelle della targa facevano difetto. Quando il 30/10/17 ho riportato l’auto in concessionario per una piccola sostituzione ho menzionato al venditore il problema, che però sembra essere stato ignorato. Dal 1/12/17 poi anche il tergicristalli del lunotto posteriore ha smesso di funzionare seguito, a pochi giorni di distanza, dall’interruttore che fa aprire il porta bagagli. L’elettrauto mi ha risolto il problema ripristinando i collegamenti elettrici del portellone posteriore, usurati e compromessi, con una spesa di 150€ circa. Durante la stessa settimana anche la batteria mi ha abbandonato. Dopo averla fatta cambiare dal meccanico però ho cominciato ad avere problemi con i comandi elettrici. La diagnosi di 2 diversi elettrauti e che il Body Computer è compromesso e la spesa per la sostituzione si aggira sui 750€. Apparentemente nulla sembra aver causato il danno. In sostanza mi ritrovo con un’auto acquistata da soli 3 mesi, per la quale ho già speso 150€ di riparazione per il portellone posteriore e 170€ per la batteria. Poi in prospettiva dovrò spendere circa 750€ per il Body Computer. In tutto questo il venditore del concessionario non sembra molto collaborativo. Lui dice che la garanzia copre solo problemi meccanici, ma mi sembra assurdi di dover affrontare tali spese a soli 3 mesi dal ritiro dell’auto, problemi che sussistevano all’acquisto e che sono peggiorati dopo breve tempo, ed altri che si sono presentati a circa 2 mesi dal ritiro. A tale proposito vorrei sapere se ho effettivamente il diritto di chiedere dei rimborsi per le riparazioni e sostituzioni effettuate e se la sostituzione del Body Computer compete a me o al Concessionario. Grazie in anticipo per il supporto. Mariano!

    • Ciao Mariano, ti auguro un 2018 smezza ulteriori guasti 😉
      Non puoi richiedere rimborsi di lavori già effettuati perché la normativa concede al venditore il diritto di valutare il guasto e di proporre un rimedio di cui, in presenza di un difetto di conformità, deve farsi carico. Riparando l’auto senza aver preventivamente richiesto autorizzazione al venditore lo hai privato di questo diritto escludendo, di conseguenza, la possibilità di richiedere l’applicazione della garanzia legale. Sostenere che un guasto elettrico sia conseguenza di problemi già presenti all’acquisto è sempre problematico proprio per la natura del componente. Tu stesso scrivi che il tergicristalli “ha smesso di funzionare” e lo stesso per il comando l’interruttore per l’apertura del portabagagli, questo significa che alla data di consegna erano funzionanti e si sono guastati successivamente. La Garanzia Legale di Conformità impone al venditore di farsi carico solo dei difetti presenti al momento della consegna, anche se gli effetti si manifestano più avanti. Da quello che scrivi sembrerebbe che la sostituzione del body computer si renda necessaria per un guasto sopravvenuto successivamente, anche se a pochi mesi dalla consegna, e possa essere considerato un intervento di manutenzione straordinaria compatibile con l’anzianità dell’auto.

  46. Ciao Andrea, un mio amico ha acquistato in Agosto 2017, presso concessionario, audi usata, immatricolazione 2005, chilometri 130.000.
    Nel mese di ottobre 2017 si è rotta la cinghia di distrubuzione e la pompa dell’acqua.
    Il venditore non vuole procedere alla riparazione in garanzia, sostenendo che queste riparazioni sono a sue spese, poichè la cinghia andava cambiata a 100.000 km (la necessità di sostituzione non è stata però indicata nel contratto!!).
    E’ corretto?
    Grazie mille.

    • Ciao Martina, se, come sostiene il venditore, la cinghia andava sostituita a 100.000km e il tuo amico ha comprato l’auto a 130.000, in mancanza di diverse istruzioni fornite dal venditore prima della consegna, era ragionevole ritenere che l’intervento fosse già stato effettuato dal precedente proprietario. Di conseguenza si può ritenere che la rottura sia conseguenza di una mancata manutenzione pregressa di cui il venditore è responsabile. Si tratta di un difetto di conformità, il tuo amico deve formalizzare un reclamo al venditore chiedendo il ripristino dell’auto.

  47. Salve,
    Ho subito un guasto alla pompa di iniezione 5 mesi dopo l’acquisto di un auto usata.
    La perdita di gasolio è andata a “sporcare” la cinghia di distribuzione, e una seconda cinghia.
    Volevo domandarvi:
    1) Il guasto alla pompa è coperto da garanzia
    2) La sostituzione delle cinghie, che a questo punto potrebbe essere necessaria è coperta?
    Grazie in anticipo

    • Ciao Giovanni,
      i guasti che si manifestano entro sei mesi dalla consegna, la legge presume fossero già esistenti a quella data (Art.132 comma 3 del D.Lgs 206/2005). Salvo che il venditore possa dimostrare il contrario, tu hai diritto al ripristino della funzionalità dell’auto senza spese. Di conseguenza se la sostituzione delle cinghie è indispensabile per ristabilire la conformità dell’auto, il costo deve essere sostenuto dal venditore.

  48. Buonasera. Acquisto da un concessionario in novembre 2017 una panda 4×4 del 2000 con 153.000 km. Dopo una settimana rifaccio a mie spese il fondo, dopo 3 settimane problemi al motore e mi cambiano i pistoni ( contribuisco col venditore con 700 euro), dopo alcune settimane mi fermano i carabinieri e “gentilmente ” mi avvisano che le gomme montate non sono quelle previste da libretto e le cambio, tra l’altro un cerchione era addirittura di una Fiat 128, ora dopo un rumore assordante il meccanico mi dice che bisogna rifare il cambio. Accertato che l’auto a quanto pare è un rottame, posso invocare la garanzia per il rifacimento del cambio? Sul sito in cui veniva pubblicizzata l’auto, si parlava di usato certificato… come posso far valere i miei diritti? Ringrazio

    • Ciao Anna,
      sembra proprio che quest’auto non sia “idonea all’uso”. Se sul contratto il venditore non ha evidenziato la necessità di interventi di manutenzione straordinaria o non ti abbia informato che il cambio era prossimo alla rottura, puoi contestare un difetto di conformità e chiedere al venditore di ristabilire la funzionalità dell’auto. Per il ripristino, considerata l’anzianità dell’auto, il venditore potrà anche utilizzare ricambi usati purchè ti restituisca l’auto funzionante.

  49. Buonasera , possiedo da 10 mesi una skoda yeti 1.2 dsg , dopo tre mesi dall’acquisto ho dovuto sostituire la catena distribuzione (faceva rumore già all’acquisto ,ma il venditore sosteneva fosse dovuto al fatto che l’auto era ferma in salone da un pò ) ora invece c’è la meccatronica da sostituire.
    la garanzia del venditore la copre ? se si , copre solo il ricambio o anche il lavoro del meccanico ?

    • Ciao Daniele,
      Non conoscendo anzianità e chilometraggio del veicolo, posso solo ipotizzare un difetto di conformità in applicazione dell’art.129 del D.Lgs206/2005 con particolare riferimento al comma 2 in quanto il difetto rende il veicolo non idoneo e non presenta le qualità che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi. In presenza di un difetto di conformità il consumatore ha diritto al ripristino senza spese. C’è da verificare se il piano di manutenzione del costruttore preveda interventi sul cambio e se le scadenze previste ricadano nel periodo antecedente la consegna o in quello nel quale l’auto era in tuo possesso. In quest’ultimo caso il venditore potrebbe attribuire il guasto alla carenza di manutenzione sollevandosi dalle responsabilità.

    • Ciao Tomy,
      Se hai comprato l’auto da un venditore professionista sei tutelato dalla legge sulla garanzia legale di conformità per un minimo di 12 mesi. Se invece hai acquistato l’auto da un privato o vuoi scegliere una garanzia ulteriore per tutelarti da possibili rotture, l’unica soluzione attualmente disponibile è quella offerta da GaranziaOnline. Per avere un idea delle garanzie disponibili e dei relativi costi ti basta inserire i dati della tua auto nella pagina preventivo del sito.. La Polizza è attivabile entro dieci giorni dal passaggio di proprietà.

  50. Buongiorno, ho acquistato una Chevrolet Orlando un anno esattamente un anno fa e ad oggi è uscita una vibrazione che potrebbe essere riconducibile ai semiassi o al volano. Il concessionario mi ha detto che non sono coperto da garanzia perchè il problema si è presentato dopo un anno. A questo punto mi chiedo cosa serve mettere una garanzia se poi alla fine dobbiamo rimetterne noi.
    Se potete aiutarmi grazie.

    • Ciao Marco,
      Su un auto usata, garanzia non significa che qualsiasi cosa succeda c’è qualcuno che pagherà al posto tuo. La legge impone al venditore di ripristinare quei difetti che siano presenti alla consegna o incompatibili con anzianità e percorrenza e non conseguenti al normale uso. Quando si acquista un’auto usata si deve tener conto dell’uso pregresso. Non conosco la percorrenza e l’anzianità della tua Orlando ma i difetti che lamenti sono comunemente riconducibili all’uso. Essendo passati più di sei mesi dalla consegna per far valere la garanzia legale sei tu che dovresti dimostrare che il difetto, pur essendosi manifestato dopo un anno, fosse già presente a quella data. Se invece avessi attivato una garanzia assicurativa che comprendesse quegli organi tra le coperture, avresti potuto usufruire della riparazione.

  51. ciao Andrea, ho comprato una golf da un autosalone, e dopo 3 mesi devo cambiare la valvola egr, mi devo rivolgere al concessionario perche sono coperto, oppure devo pagarla di tasca? grazie in anticipo

    • Ciao Marco,
      la sostituzione della valvola EGR su un’auto usata è uno di quegli interventi nel limbo delle interpretazioni perché, se da una parte può essere attribuita all’uso e ritenuta normale manutenzione, dall’altra andrebbe verificato se compatibile con l’anzianità e il chilometraggio del veicolo. Inoltre, essendosi manifestato a tre mesi dall’acquisto, può essere considerata una non conformità in quanto la normativa prevede che i difetti che si manifestano entro i primi sei mesi dalla consegna, salvo prova contraria, fossero già presenti a quella data. In sostanza, la sostituzione della valvola egr si rende necessaria per un problema che l’auto aveva già, e non per l’uso che ne hai fatto tu. In questi casi, anche considerando l’importo della riparazione, si cerca di trovare un accordo con il venditore.

  52. Buongiorno,
    Ho comprato una BMW serie 1 usata. Vorrei sapere se la scatola guida elettrica rientra nella garanzia legale. Il venditore mi ha detto che tutto quello che non è bagnato nel’olio è fuori garanzia.
    Io ho un problema allo sterzo .. si blocca ! la concessionaria BMW ha riscontrato che la scatola guida è difettosa.
    Come diceco prima , quello che vorrei sapere è : la sctola quida elettrica , rientra nella garanzia ? Se mi sa riscondere , le sarei grato !

    • Ciao Franco,
      un venditore che fa un affermazione del genere non conosce la legge sulla garanzia di conformità. Uno sterzo che si blocca rende il veicolo non idoneo all’uso e quindi non conforme al contratto. Per stabilire però se sia effettivamente un difetto che ricade nelle responsabilità del venditore è necessario conoscere la causa del guasto, quanto tempo è passato dalla consegna, se sono stati rispettate le scadenze dei tagliandi ecc. Prova a leggere anche questo articolo che approfondisce l’argomento.

  53. Buonasera Andrea, tre mesi fa ho comprato da una concessionaria una fiat 500 diesel usata (del 2008 ma con soli 63.000 km). Dopo poche settimane ha incominciato a fare uno strano rumore, il mio meccanico di fiducia mi ha consigliato di portarla alla concessionaria dove l’avevo acquistata perché secondo lui il problema era il cambio. il meccanico della concessionaria ha provato l’auto deridendomi per il rumore che segnalavo e assicurandomi che l’auto era comunque in garanzia. dopo pochi giorni mi si è rotto il cambio, ho riportato la macchina al concessionario che ora mi dice che il cambio non è coperto dalla garanzia….a me 63.000 km per un diesel sembrano pochi perché il guasto dipenda dall’usura. cosa mi consiglia? grazie se mi risponderà

    • Ciao Monica,
      A prescindere dal chilometraggio e dall’anzianità dell’auto, un cambio rotto a tre mesi dalla consegna è un difetto di conformità del quale si deve far carico il venditore. Scrivi un reclamo chiedendo che venga ripristinata la funzionalità dell’auto, senza spese, in applicazione degli articoli 128 e successivi del D.Lgs 206/2005. Qui trovi un Fac-simile del reclamo. Facci sapere.

  54. Buonasera , ho comprato in data 16/sett 2017 presso un concessionario una Hyunday Santafè del 2006 coperta da Garanzia Legale di conformità di 12 mesi, dieci giorni fa la macchina non è ripartita e una volta riportata in concessionaria mi viene detto che la testa è da rifare a causa del mancato afflusso del raffreddamento al motore , in questo caso la garanzia in questione mi copre in totale o in parte con una partecipazione mia alle spese?
    La concessionaria in questione mi propone su un totale preventivato di 2.500 un contributo di 1000/1200 euro.
    In attesa di una Vs risposta Cordiali saluti
    Barbieri Ivan

    • Ciao Ivan,
      la Garanzia Legale prevede che, in presenza di un difetto di conformità, il venditore debba ripristinare il bene senza costi per il consumatore. Quindi per capire se l’offerta sia vantaggiosa o no, bisogna stabilire cosa abbia causato il mancato afflusso del raffreddamento al motore e se questo possa essere considerato non conforme al contratto e a quello che sia ragionevole attendersi da un veicolo di quel tipo. Se, ad esempio, risultasse una perdita dal radiatore causata da un urto, il danno potrebbe essere imputato ad una tua responsabilità e non riconosciuto in garanzia.

  55. Buongiorno ho acquistato da una settimana una Dacia Duster del 2012 con 104000 km presso concessionario. A parte il parabrezza scheggiato che mi farà riparare, sto notando che la macchina ha dei vuoti di motore e che l’impianto Gpl mi causa lo spegnimento della vettura al minimo o quando cerco di commutare a benzina, inoltre in fasi di accellerata la macchina strattona. Il concessionario Renault mi ha detto che la Garanzia copre solo cambio e motore. Ma io nn voglio a distanza di una settimana dall acquisto dover pagare di tasca mia un problema che sicuramente era già presente. Che faccio?

    • Ciao Luca,
      un concessionario che da una risposta del genere o fa finta di non sapere o sarebbe il caso si informasse meglio sulla Garanzia Legale di Conformità. Mentre potrebbe non intervenire sul parabrezza scheggiato, essendo un difetto facilmente rilevabile con l’ordinaria diligenza durante la trattativa, non può sottrarsi dal verificare le difettosità che lamenti e provvedere a ripristinare la funzionalità del veicolo. Scrivi una lettera di reclamo (fac-simile) indicando i malfunzionamenti che hai riscontrato invitando il concessioanrio ad eliminarli, senza spese,in quanto chiaro difetti di conformità in applicazione degli articoli 128 e successivi del Codice del Consumo. Se hai un preventivo di riparazione, allegalo e minaccia, in mancanza di un pronto riscontro, di chiedere la risoluzione del contratto.

  56. Salve,il 31/01/2018 ho acquistato una lancia ypsilon multijet 1300 diesel del 2005 con 135.000 km da un concessionario,dopo qualche giorno ha cominciato a dare saltuarmente anomalia airbag e fin qui nulla di che… dopo un paio di settimane per 3 mattine di fila all’accensione la temperatura schizzava al massimo per poi tornare al livello normale subito dopo averla spenta e riaccesa (cosa che poi non si è più verificata) finchè l’altro ieri dopo aver fatto uno stop e procedendo per la svolta a destra si è accesa la spia del servosterzo con conseguente indurimento dello sterzo e impossibilità di guidare,dopo averla spenta e riaccesa non si è ancora riverificato il problema ma ho paura che possa succedere mentre stò guidando in curva.Domani la poterò dal concessionario che l’ha venduta per un controllo,se fossero il piantone dello sterzo o la centralina da cambiare potrebbero rientrare nei difetti di conformità e quindi essere a carico del venditore le riparazioni?

    • Ciao Nazzareno,
      L’art.132 comma 3 del Codice del Consumo prevede che, salvo prova contraria, i difetti che si manifestano entro sei mesi dalla consegna esistessero già a tale data. Il problema al piantone, inoltre, rende l’auto inidonea all’uso e influisce sulla sicurezza. Il problema allo sterzo della Ypsilon è ricorrente, se il venditore ti avesse informato di questa difettosità prima dell’acquisto avrebbe evitato di doverne rispondere, se non lo ha fatto dovrà ripristinare la funzionalità dell’auto.

  57. salve, ho comprato una mini a agosto 2017, fatto il tagliando dal rivenditore da cui l ho comprata e ora mi sa che ce da cambiare alternatore o pompa idroguida. sono coperto da garanzia vero?

    • Ciao Umberto,
      la garanzia legale di conformità si applica sull’usato per minimo di un anno dalla consegna e quindi sei ancora nel periodo di tutela. Se alternatore e pompa idroguida siano o no da considerarsi difetti di conformità a carico del venditore dipende da vari fattori come la causa del guasto, età e chilometraggio dell’auto, informazioni contrattuali ecc. Quello che puoi sicuramente fare è segnalare i problemi al venditore per avere indicazioni su come comportarti.

  58. Buonasera, ho acquistato circa 5 mesi fa un auto e ora il meccanico ha riscontrato una perdita di liquido dovuta a un tappo di fusione bucato. Per sostituirlo bisogna smontare diversi pezzi e il costo della manodopera è abbastanza elevato, la garanzia comprende questo tipo di guasto?

    • Ciao Mattia,
      per definire se possa essere considerato un difetto di conformità rientrante negli obblighi del venditore, si deve stabilire cosa abbia causato il guasto e se possa essere attribuito a un difetto già esistente al momento della vendita. Non essendo ancora trascorsi sei mesi dall’acquisto, il Codice del Consumo stabilisce che, salvo prova contraria, fosse già presente al momento della consegna (Art.132 comma 3). Puoi segnalare il guasto al venditore e chiedere che venga risolto, sarà lui a dover verificare il problema ed argomentare l’eventuale rifiuto.

  59. Buongiorno, ho acquistato circa un anno fa un auto usata di 26000 km, sin dall’inizio delle volte dava problemi in accelerazione la macchina sembrava andare fuori giri, tuttavia ho pensato fosse un problema saltuario magari dovjto alla mia guida con il tempo il problema è aumentato e si è alla fine rilevato un problema di frizione, le spese sono a mio conto anche all’obiezione che il problema c’era fin da sunkto mi è stato detto che avrei dovuto dirlo appunto immediatamente , il problema è che non avrei potuto immaginare una cosa simile capitando appunto saltuariamente e essendomi stato detto che forse erq un mio problema di guida con la nuova auto . C’è qualcosa che posso fare? Con quest’auto ho fatto appena più di 20000 km

    • Ciao Sara,
      a un anno dall’acquisto e 20000km percorsi c’è poco che puoi fare per il problema alla frizione. Avresti dovuto notificare il difetto entro sessanta giorni dalla scoperta. Inoltre non è detto che saresti riuscita a far rientrare la riparazione in garanzia perché la frizione è un organo che può necessitare di un intervento anche a seguito dell’uso (ad esempio partenze in salita) e per questo raramente coperto.

  60. Ciao a tutti!
    Ho comprato una Lancia Delta usata (del 2009 con circa 93000 km) ritirata il 28-10-2017.

    In data 27-04-2018 è andato in avaria il cambio automatico. Dato il vicino il weekend ho tentato di chiamare il venditore lunedì 30-04-2018. Non ho ricevuto risposta ed ho atteso il ponte del 01-05-2018 richiamandolo il 02-05-2018.
    Mi ha detto di portargli la macchia col carro attrezzi (ovviamente a mie spese) e che avrebbe valutato il danno.
    La garanzia legale mi copre? Lui ha correttamente effettuato la revisione a 09-2017. Ma la macchina dopo appena 6 mesi e 6000 km mi ha lasciato a piedi.
    Lui mi ha fatto capire che la garanzia non coprirà il guasto..
    Potete darmi un parere? Grazie Mille e super complimenti per il sito!

    • Ciao Danilo e grazie per i complimenti,
      Il difetto che hai riscontrato sull’auto rende il “bene non idoneo all’uso”. Essendosi manifestato entro sei mesi dalla consegna, inoltre, l’articolo 132 comma 3 del Codice del Consumo presume che, salvo prova contraria, fosse già esistente a quella data. Quindi il venditore, per escludere la sua responsabilità dovrebbe dimostrare che il danno non può essere riconducibile ad un difetto già presente sull’auto. In caso contrario ha l’obbligo di ripristinare la funzionalità dell’auto, senza spese tuo carico, provvedendo alla riparazione anche attraverso eventuali interventi di revisione del cambio. Invia un reclamo formale (raccomandata o PEC) al venditore richiedendo l’applicazione della Garanzia Legale di Conformità. Se vuoi qui trovi un facsimile.

  61. Ciao Andrea,
    domanda forse stupida: ho comprato un auto usata da un concessionario prolungando la garanzia a 24 mesi (ora ne rimangono 20). se la rivendo privatamente, la macchina continuerà ad essere coperta dalla garanzia per 20 mesi perché collegata al telaio, oppure no perché è collegata a me come proprietario e quindi decade quando faccio il passaggio?

    grazie mille
    ciao

    • Ciao Giovanni,
      la tua domanda è interessante. La garanzia aggiuntiva rilasciata dal concessionario, nel 99% dei casi non è un assicurazione ma un servizio gestito da società terze in nome e per conto del venditore che integra la Garanzia Legale di Conformità. Per questo motivo può essere applicata solo se il veicolo rimane di proprietà dell’acquirente verso il quale il concessionario è responsabile. In caso di passaggio decade. Solo se la garanzia è una polizza assicurativa e prevede esplicitamente la possibilità di trasferimento può seguire l’auto. Devi leggere le condizioni contrattuali.

  62. Buon giorno,
    Mi chiamo Danilo ed ho acquistato recentemente (1 mese e mezzo fa) un veicolo Merceded del 2004 con 120.000km. Il veicolo è dotato di compressore volumetrico, revisionato 2 anni fa a 91.000km con relativa fattura della Mercedes. Durante l’acquisto il certificatodi conformità riporta un utilizzo standard e corretto anche di questa parte. Ieri con un utilizzo normale, cittadino, sembra che questo componente si sia guastato. Dall’acquisto ho percorso 700km. Vorrei quindi chiedere conferma che anche questo pezzo sia coperto da tale garanzia, visto che a differenza di altri componenti non dovrebbe essere soggetto ad usura. Buona giornata e buona domenica. Danilo

    • Ciao Danilo,
      La legge prevede che i difetti che si manifestano entro i primi sei mesi dalla consegna, salvo prova contraria, fossero già presenti (Art.132 comma 3 del D.Lgs 206/2005). Dopo un mese e mezzo dall’acquisto e soli 700km percorsi, tanto più che il componente era già stato sostituito, non è ragionevole attendersi un intervento di riparazione. Direi che si tratta di un difetto di conformità a carico del venditore.

      • Grazie 1000 Andrea per la celere risposta e per l’ottima pagina che aiuta sicuramente molte persone.

        Scusa se ti disturbo ancora, ma oggi ho portato l’auto al concessionario. Ovviamente mi ha detto che mi verrà in contro, ma che si tratta ovviamente di un veicolo datato e con molti km e che quindi la garanzia copre solo parzialmente (10%/20%) il guasto in quanto è “normale” che il componente fosse consumato. E che per questo, per non avere spese avrei dovuto fare le “classiche” assicurazioni aggiuntive.

        Capisco il punto di vista ma visto che NON è prevista manutenzione ordinaria (o straordinaria) su questo componente, in caso, cosa devo fare per far valere il diritto alla garanzia?

        Grazie nuovamente e buona giornata

        • Danilo grazie per i complimenti.
          manda una raccomandata al venditore chiedendo l’applicazione della Garanzia Legale di Conformità. La legge non prevede partecipazione alla spesa ma impone al venditore di rendere il bene idoneo all’uso senza spese per il consumatore. Tra l’altro, se la causa del guasto fosse l’usura, come afferma il venditore, non sarebbe coperto neanche dalle garanzie aggiuntive. Ti consiglio di scaricare da questo link il testo della legge in modo da avere cari i tuoi diritti perché, a giudicare da come ti ha risposto, ti aspetta una battaglia.

  63. Salve Andrea
    Sono in procinto di acquistare una Giulietta usata presso un concessionario Audi/Porsche .
    Mi sono accorto che ai due lati del parabrezza, per circa 10cm, la guarnizione esterna come se si fosse ritirata.
    Ho chiesto se poteva essere sostituita…
    Mi hanno risposto di non preoccuparmi, se dovesse succede qualcosa lo farebbero entrare in garanzia.
    Mi domando, perché non intervenire prima dato che me ne sono accorto?
    Qualora dovesse causarmi danni l’infiltrazione d’acqua viene coperta da garanzia??
    Cosa mi consigli di fare e comportarmi?
    Grazie anticipatamente

    • ciao Danilo,
      la garanzia legale di conformità impone al venditore di ripristinare eventuali difetti si dovessero manifestare nei successivi 12 mesi che non siano conformi al contratto di vendita. Se acquisti l’auto con il difetto, e ne sei a conoscenza, non potrai contestare una non conformità proprio perché ne eri consapevole prima di concludere il contratto. Di conseguenza il venditore potrebbe respingere la richiesta.

  64. Salve
    Ho acquistato una vw polo 5 nel mese di febbraio,appena presa ho riscontrato vari problemi con il motore che faceva rumori strani,tipo a scatti, e ogni tanto scappa fuori la spia dell’abs quando prendo un dosso o una piccola buca.Il tutto sollecitato dall’inizio,(son gia 6 volte in 4 mesi che porto la macchina all’officina del concessionariosenza alcun risultato),ora mi chiedo,loro hanno prolungato questo problema nonostante le mie sollecitazioni,rischio di non essere esente dal pagamento di questo tipo di danni pppure ho buone probabilitâ di essere coperto?
    Ho anche varie fatture che testimoniano ledate in cui ho portato la macchina al loro concessionario svariate volte..
    Grazie in anticipo

    • Ciao Emanuele,
      il Codice del Consumo stabilisce all’articolo 132 comma 3 che i difetti che si manifestano entro sei mesi dalla consegna, salvo prova contraria, esistessero già a tale data. L’articolo 130 comma 5 stabilisce che le riparazioni o le sostituzioni devono essere effettuate entro un congruo termine dalla richiesta e non devono arrecare notevoli inconvenienti al consumatore. Invia una lettera di reclamo al venditore sottolineando che tutti i precedenti interventi non hanno risolto il problema e che se il difetto non dovesse essere risolto in tempi brevi (indica una scadenza) ti vedrai costretto a chiedere la risoluzione del contratto in applicazione dell’articolo 130 comma 7 della legge sulla Garanzia Legale di Conformità.

  65. Salve, ho comprato una VW Polo diesel, del 2015 da un autoconcesionaria, il 1 giugno… dopo 9 giorni, il 10 giugno, sono partita per andare al mare, dopo 70 km la macchina non aveva potenza piu, andava 40 km a l’ora.. mi si era accesa la spia delle candelette e del motore.. ho caminato con la macchina altri 180 km per tornare a casa e l’ho riportata alla concesionaria. Mi hanno detto che hanno trovato benzina mischiata con diesel al serbatoio, pero io ho le prove con video dal benzinaio che ho messo diesel, ultimi 2 rifornimenti. Il problema della macchina e la turbina rotta che mi costa 1800€ per agiustarla e mi dicono che la garanzia non copre la turbina perche al contratto di vendita sta scritto “garanzia motore nudo e cambio”. Per la turbina dovevo fare un’altra garanzia.. la mia domanda e se la garanzia legale in questo caso, copre pure la turbina.

    • Buongiorno Diana,
      La normativa sulla garanzia legale di conformità prevede che i difetti che si manifestano entro sei mesi dalla consegna, salvo prova contraria, fossero già esistenti. Figuriamoci dopo nove giorni….
      Il venditore dove hai acquistato l’auto o non conosce la legge o sta facendo il furbo. Tutti questi problemi su una macchina del 2015 a pochi giorni dall’acquisto devono essere ripristinati dal venditore senza costi per te. Qualora volesse rifiutare l’intervento attribuendo i guasti ad una tua negligenza o ad un errato rifornimento, dovrebbe comunque essere in grado di provarlo. Ti consiglio di scrivere subito una raccomandata.

  66. Buonasera , circa due mesi fa ho acquistato da un salone un auto usata nello specifico una Audi A4 del 2004 .
    A tutt’oggi non ho nessun contratto di garanzia in mano e mi trovo nella condizione di dover fare dei lavori .
    Dopo un controllo da parte del meccanico audi dove ho fatto eseguire il tagliando è emerso che i dischi freno sono praticamente al 10% e tutte le cuffie dei bracci ruota sono rotte oltre al motorino di un vetro posteriore da sostituire .
    Questi interventi sono coperti dalla garanzia legale ? E senza contratto di garanzia con me faccio ad esigere tali riparazioni ?
    Grazie per l’attenzione a presto

    • Ciao Stefano,
      La Garanzia Legale si applica su tutte le compravendite tra venditore professionista e consumatore privato e non richiede la presenza di uno specifico contratto di garanzia. Solo se attivi una garanzia convenzionale aggiuntiva questa deve essere disponibile per iscritto.
      I difetti che lamenti, considerata l’anzianità dell’auto, possono essere considerati interventi di normale manutenzione. Alcuni facilmente individuabili in fase di trattativa con l’ordinaria diligenza. Non ritengo che tu possa esigere queste riparazioni in garanzia.

  67. Salve, a fine gennaio ho comprato un audi a1 a 79.000km e dopo qualche tempo mi sono accorta che il cambio automatico strappava durante la marcia. Portata in Audi per una diagnosi mi dicono che va sostituita la frizione,la polizza integrativa che ho pagato non riconosce questo guasto ed il concessionario si rifiuta di sistemarla perchè dice che la macchina è marciante e presenta solo qualche segnale che secondo lui è trascurabile. Inoltre sostiene che se la polizza si rifiuta di pagare non è tenuto a farlo. So che entro 6 mesi (io me ne sono accorta un mese e mezzo fa e l’ho comunicato subito) il danno si presume essere esistente. Vorrei un vostro parere prima di rivolgermi al legale. Grazie

    • Ciao Patrizia,
      il fatto che la garanzia convenzionale non copra il danno non esclude una responsabilità del venditore in applicazione della garanzia legale di conformità. Come hai giustamente osservato, la legge presume che, salvo prova contraria, i difetti che si manifestano entro sei mesi dalla consegna fossero già esistenti. Sta quindi al venditore dimostrare che l’anomalia non sia riconducibile ad un problema che l’auto aveva già prima della vendita. Considerata la poca percorrenza dell’auto puoi contestare che il difetto non è compatibile con il chilometraggio e, di conseguenza, non ragionevolmente attendibile. L’auto non presenta le qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche delle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore…. (Art.129 comma 2 lettera c) del Codice del Consumo).

  68. Buongiorno, ho acquistato lo scorso 14 aprile presso un rivenditore della mia città una Lancia Ypsilon a benzina del 2007 con 90000 km, per alcuni giorni tutto bene, poi ha iniziato a non tenere più il minimo e il motore a spegnersi, lo sterzo come a bloccarsi anche in movimento e l’indicatore della benzina a portarsi sullo 0. Tale difetto non è continuativo ma va e viene senza nessun preavviso. Ho portato l’auto dal rivenditore per per ben 5 volte, lui dice di averla portata alla Fiat ma il problema persiste e non so più cosa fare e ora ho paura a usare la macchina, mi dia un consiglio per favore

    • Buongiorno Maria Cristina,
      L’articolo 130 comma 7 del Codice del Consumo prevede che il consumatore possa richiedere una congrua riduzione del prezzo o la risoluzione del contratto quando la riparazione è impossibile, quando il venditore non ha provveduto alla riparazione entro un termine congruo o quando la riparazione effettuata ha arrecato notevoli inconvenienti al consumatore.

  69. ad ottobre 2017 ho acquistato un qashqai usato con 112.000 km da concessionario. ora a 8 mesi di distanza e 132.000 km ha un lieve ritardo alla partenza. In concessionaria dove l ho portata per fare il tagliando mi hanno detto che il problema è causato dal polmone ( auto ha impianto GPL Brc installato da nissan ) e quindi dovrei spendere 350 euro per sostituirlo. Chiedo se questo guasto può essere considerato un difetto di conformità oppure se è dovuto all uso del mezzo. grazie.

    • Ciao Alessandra,
      è la causa del guasto che può determinare se possa essere conseguenza di un difetto già esistente al momento della consegna, e quindi un difetto di conformità, o un problema sopraggiunto e dovuto all’uso o a cause accidentali. La diagnosi dell’officina potrebbe darti maggiori indicazioni.

  70. buongiorno, a dicembre ho acquistato una yaris 1.4 d-4d del 2004 con 317000 km.. pagata più di 3000 euro. un mese fa mi sono accorto che uscendo dal posteggio trovavo sempre macchie di olio. ho scorperto che l’auto ha iniziato a perdere olio, sono andato alla toyota e mi hanno fatto un preventivo di spesa di 450 euro.. di cui manodopera per smontaggio carter distribuzione e ripristino tenute 240 euro, cambio olio e filtro 80 euro, e 50 euro di : guarnizioni coperchio testata cilindri, paraolio, guarnizione per tappo riempimento olio, packing vacuum pump, o-ring. mi sembra una spesa davvero eccessiva. può essere coperta dal concessionario? saluto e faccio i complimenti per il servizio che offrite.

    • Ciao Andrea,
      la garanzia di conformità si applica sui beni usati tenendo conto del pregresso utilizzo. L’anzianità e la percorrenza dell’auto che hai acquistato, oltre al fatto che sono passati più di sei mesi dall’acquisto, possono indurre a considerare gli interventi descritti compatibili con la normale manutenzione straordinaria e non imputabili ad un difetto di conformità.

  71. Buonasera, poco più di un mese fa ho acquistato da concessionaria un’ Alfa Mito del 2012. Nei giorni scorsi, avendo notato che l’odometro lampeggiava incessantemente, ho provveduto a far controllare l’auto in officina autorizzata. Sembra che la centralina blue&me (bluetooth, vivavoce, mp3..) sia da sostituire nonostante non abbia mai utilizzato le varie funzioni, ed ovviamente non rientra nel contratto di garanzia. Ora quali azioni posso intraprendere? Grazie

    • Ciao Alessandro,
      la legge sulla garanzia di conformità presume che i difetti che si manifestano entro sei mesi dall’acquisto, salvo prova contraria, fossero già presenti al momento della consegna. A prescindere da quello che tu definisci “contratto di garanzia” esiste una normativa che deve essere applicata. Nel tuo caso dovrai inviare un reclamo al venditore lamentando un difetto di conformità a sensi degli articoli 128 e successivi del D.Lgs 206/2005 chiedendo che venga ripristinata la funzionalità dell’auto. Il venditore potrà respingere la richiesta solo se potrà dimostrare che il guasto è sopravvenuto accidentalmente dopo l’uso.

  72. Buongiorno,
    ho acquistato una BMW serie 1 usata di 4 anni da un concessionario multimarca, passati 7 mesi da un giorno all’altro il sistema di infotaiment non funziona più, nero completo. Volevo sapere se il concessionario copre la garanzia.
    Grazie

    • Ciao Fabio,
      in linea di massima i guasti elettronici sono difficilmente riconducibili a difetti già esistenti al momento della consegna e quindi non ritenuti di responsabilità del venditore. Si tratta del cosiddetto guasto accidentale che potrebbe essere coperto da una garanzia assicurativa.

  73. Buongiorno. Ne approfitto per chiedere se rientra in garanzia la sostituzione di una bobina del cilindro che fa accendere la spia del motore (oltre, ovviamente, a far andare la macchina “azzoppata”). Ho acquistato la macchina usata a Dicembre dell’anno scorso da un rivenditore che ha fornito una garanzia stipulata con terzi. Il problema e’ che il rivenditore sostiene che il cambio della bobina non sia coperto dalla polizza assicurativa “privata”. Puo’ anche essere, ma la garanzia legale non copre questo guasto?

    Grazie mille,
    Carlo Gigantini

    • Ciao Carlo,
      la garanzia legale non copre i guasti che possano essere considerati compatibili con anzianità e percorrenza dell’auto e ragionevolmente attendibili. Potrebbe essere considerato un intervento di manutenzione, dipende anche da quanti chilometri ha l’auto e quando è stata immatricolata.

  74. Buongiorno a tutti, inanzitutto mi complimento per l’ottimo sito e servizio che offrite.

    Ho comprato un auto usata e dopo meno di 4 mesi non si avvia più a causa di un guasto alla pompa benzina. Il titolare del concessionario dichiara che la garanzia fornita coprirebbe solo sostituzioni al motore e al cambio; tutto il resto è categoricamente escluso.

    Non sono riuscito a comprendere se la pompa benzina possa rientrare come guasto assicurato dalla garanzia legale di conformità e chiederei il vostro parere, vi ringrazio in anticipo.

    • Ciao Daniele,
      grazie per i complimenti.
      Già solo per il fatto che il concessionario abbia dato una risposta di questo tipo meriterebbe di ricevere il tuo reclamo. L’art.132 comma 3 del Codice del Consumo stabilisce che, salvo prova contraria, i difetti che si manifestano entro sei mesi dalla consegna fossero già esistenti a quella data. Quindi non sta a te dimostrare che la pompa benzina rientri nelle responsabilità del venditore ma a lui dimostrare il contrario. Differentemente dovrà ripristinare la funzionalità del veicolo senza spese. Il problema alla tua auto rientra nelle condizioni previste dall’articolo 129 in quanto rende il bene non idoneo all’uso (comma 2 a.) oltre a non essere “ragionevolmente attendibile” (comma 2 c.).

  75. Buonasera,
    venerdi’ scorso ho ritirato presso un concessionario WW una Polo 5′ serie del dicembre 2014, diesel, con 80.000 km. Nei giorni seguenti l’ho usata per brevi tragitti, oggi l’ha provata mio suocero che e’ meccanico in pensione e ha riscontrato dei rumori non usuali, con tutta probabilita’ indicatori di un volano da sostituire. Intendo segnalarlo quanto prima al concessionario ma volevo capire se questo tipo di intervento rientri in garanzia, so che la frizione ad esempio non e’ mai coperta..certo che non essendo passata neanche una settimana dalla consegna, e’ palese che il problema esistesse gia’. Al ritiro l’auto l’ha guidata mio marito, io lo seguivo con l’altra auto, ma non ha notato nulla di particolare.
    Come mi conviene procedere?
    grazie in anticipo,
    Lauretta

    • Ciao Lauretta,
      su un’auto usata, una rumorosità che non pregiudica l’idoneità all’uso, può essere giudicata compatibile con l’uso pregresso e non è un difetto di conformità. Lo potrebbe diventare se l’intervento fosse effettivamente necessario per poter continuare ad utilizzare l’auto. Ti consiglio comunque di notificare al concessionario il difetto chiedendo di intervenire, qualora respingesse la sostituzione, potrai richiamare la tua segnalazione nel caso dovesse aggravarsi.

  76. Salve il 16 gennaio 2018 ho acquistato una opel insignia 20 td sw sport tourer del 2012 con 123000 km. Dopo due giorni mi appariva la scritta pressione olio bassa spegnere il motore. Sono andato subito dal rivenditore e per ben due volte fino a maggio mi ha sostituito le candelette. Il 10 giugno sono rimasto in panne in autostrada con il motore inchiodato. Biella e conseguente pistone rotto. E’ da un mese che sono a piedi perche mi rinvia di settimana in settimana. In questo caso visto che ho acquistato questa auto da 5 mesi come devo far valere i miei diritti? Grazie. Bologna Michelangelo

    • Ciao Michelangelo,
      scrivi un reclamo al venditore richiamando anche tutti i precedenti interventi in modo da poter contestare un difetto di conformità e, qualora il problema non venisse risolto, avvalerti dell’articolo 130 comma 7 del Codice del Consumo che prevede anche la possibilità di richiedere la risoluzione del contratto.

  77. salve ho acquistato un auto di 4 anni un anno fa da un concessionario ed ora ho avuto un problema ad un giunto… il guasto può essere fatto rivalere con la garanzia di un anno dal concessionario?

    • Ciao Alessia,
      a un anno dalla consegna questo tipo di guasto non può essere considerato un difetto di conformità a carico del venditore.

  78. Buongiorno,a febbraio ho preso una Volvo v50 del 2010 , 100.000 km da Autotorino.il giorno dopo andava in modo di sicurezza,cioé a velocitá ridotta.Hanno risolto il problema,non ho pagato.
    Un mese dopo,metá marzo, sono andata in autofficina Autotorino per un rumore.Hanno detto che non era niente di grave,ma era meglio lasciarla un giorno quando potevo io.Dopo due settimane lascio la macchina.Trovano il problema e dicono che ordinano i pezzi ma instanto posso guidare la macchina.Passano 6 settimane e finalmente aggiustano la macchina.Prendo la macchina il sabato mattina.Lunedì torno da loro perché il rumore é rimasto uguale. A quel punto loro sono stufi e portano la macchina in Volvo. Volvo Dice che devono cambiare 4 inniettori.Costo 2700 euro.La garanzia Autotorino dice 40% loro e 60 % il cliënte.Ma mi vengono incontro e arriviamo a una cifra di 800 euro da pagare. Passano ben 6 settimane e finalmente loro vanno a prendere la macchina dalla Volvo.Tornando si accorgono che il rumore é rimasto uguale.No,non é una barzelletta.Loro tornano in Volvo il giorno dopo,Volvo ricontrolla, e dicono che devono cambiare la cinghia di distribuzione. 700 euro da dividere come scritto sopra(40% loro, 60% io).
    La Mia idea é questa:non devo pagare nulla per gli inniettori visto che hanno fatto un lavoro inutile.
    Non mi fido dell’ analisi cinghia. Va a finire che sono due mesi senza macchina.
    Cosa mi consiglia di fare?Domani,23 luglio 2018, devo andere a parlare per decidere cosa fare.proseguire con il lavoro cinghia o no, pagare o no.Io vorrei portarmi via la machina e farla controllare in un altro posto.

    • Ciao Nathalie,
      L’articolo 132 comma 3 del Codice del Consumo prevede eche i difetti che si manifestano entro sei mesi dalla consegna, salvo prova contraria, fossero già presenti a quella data. In caso di difetto il consumatore ha diritto al ripristino SENZA SPESE della conformità del bene. Nel tuo caso i difetti si sono manifestati il giorno dopo la data di consegna, mi sembra palese fossero già esistenti.

  79. Buonasera, ho comprato da un concessionario professionista la mia Auris usata (ca 180.000 km) a metà aprile 2018. Dopo un paio di settimane si accende più volte la spia motore arancione, così cambio candele e bobina a mie spese (usura) nei due mesi successivi. Ma la spia motore si riaccende, siamo a luglio e intanto ho fatto 15 mila km, così vado in Toyota per il tagliando. Fanno il tagliando e in più mi dicono che ci sarebbero 1.800 euro di lavori per cambiare i seguenti pezzi: Tubo Egr, Complessivo valvola Egr, collettore e aspirazione più manodopera.
    Chiamo immediatamente il concessionario da cui ho acquistato l’auto per sapere cosa copre la garanzia. L’unica cosa che mi risponde è che posso passare da un suo meccanico di fiducia e spendere meno oppure passarla in garanzia ma con pezzi usati di uguale kilometraggio…(!!!??).
    Che devo fare?? Grazie

    • Ciao Riccardo,
      in presenza di un difetto di conformità, la legge impone al venditore di ristabilire la funzionalità dell’auto e riportarla alle condizioni che avrebbe dovuto avere alla consegna, senza spese per l’acquirente. Questo significa che è una sua facoltà l’utilizzo di ricambi rigenerati o anche usati a condizione che ti riconsegni l’auto riparata. Ti consiglio, in ogni caso, di scrivere un reclamo al venditore in modo da poter eventualmente richiamarlo nel caso la riparazione non risolva il problema.

  80. Auto acquistata a novembre 2017. Problemi riscontrati al filtro antiparticolarizzato fin da subito. Ad oggi ancora non risolto, Garanzia 1 anno. Mi si dice che la sostituzione del filtro non è coperto dalla garanzia. E’ corretto?

    • Ciao Alessandro,
      il filtro antiparticolato può creare questo tipo di problemi, specialmente se l’auto ha qualche anno di anzianità e la guidi prevalentemente in città. Considerato che l’hai acquistata da circa dieci mesi, il guasto può essere attribuito all’uso e quindi considerato un intervento di manutenzione. Spesso con qualche rigenerazione e qualche additivo si riesce comunque a risolvere senza dover sostituire tutto.

      • Ciao Andrea, ho un problema.
        Ho acquistato una macchina usata il 09.09.2017. Al momento dell’acquisto il mio concessionario mi ha fatto attivare la c.d. Garanzia Convenzionale gestita da una società terza a cui mi sarei dovuta rivolgere in caso di anomalie e guasti. Circa 15 gg fa mi si è rotto la scatola sterzo ed ho informato la società del guasto, ma la società non vuole procedere alla riparazione perché non ho riportato nella ricevuta fiscale relativa alla manutenzione della macchina la targa dell’auto e il relativo chilometraggio, dati che però vengono riportati nel manuale di manutenzione. Secondo te, se dovessi agire giudizialmente chi sarebbe responsabile la società o il mio venditore.
        Grazie mille per la risposta!!!

        • Ciao Giovanna,
          la società che gestisce la Garanzia Convenzionale è un fornitore del venditore ed opera in suo nome e per conto in applicazione dell’articolo 133 del Codice del Consumo. Anche per questo, a differenza della garanzia per privati, può non essere coperta da una polizza assicurativa. Di fatto tu non hai rapporti contrattuali diretti con la società che gestisce la convenzionale che ha fatturato il servizio non a te ma al venditore. La responsabilità rimane, per legge, sempre in capo al venditore.

  81. Salve Andrea, ho acquistato a dicembre 2017 una Citroën di 2 anni (garanzia casa madre scaduta a novembre 2017)
    da un rivenditore (debbo dire persone gentili e disponibili )…a fine luglio 2018 ho riscontrato
    Problemi al sistema antinquinamento con conseguente allarme di spie, , portata da 3 officine autorizzate dopo vari tentativi e accurati controlli il problema persiste, vorrei sapere se sono coperto da qualche garanzia e se lei è a conoscenza del fatto che la Citroën abbia avuto problemi di questo genere su molti veicoli Euro 6 e si stia pensando di richiamare le auto x riparare questo evidente difetto conclamato?Grazie la disponibilità e complimenti per la Competenza!

    • Ciao Francesco, grazie per i complimenti.
      Tutte le compravendite di auto tra venditore professionista e acquirente privato, sono soggette all’applicazione della garanzia legale di conformità regolamentata dal Codice del Consumo. La legge individua il venditore come unico responsabile nei confronti del consumatore. Puoi contestare al venditore una non conformità in quanto il veicolo presenta difetti che lo rendono non idoneo all’uso.
      Il difetto da te riscontrato è comune a molte motorizzazioni a gasolio, specialmente quando si utilizza l’auto prevalentemente in città. Il problema sta nello stabilire se questo intervento debba essere considerato un intervento di manutenzione ragionevolmente prevedibile (art.129 comma 2 c.) o un difetto di conformità.

  82. Buon pomeriggio, avrei bisogno di un Vs parere. Ho acquistato un’auto usata il 25/01/2018. L’autovettura usata da me acquistata da rivenditore autorizzato è una Fiat Panda 169 1.3 diesel. Sin dall’inizio ho avuto problemi tanto da dovervi spendere quasi € 700 in riparazioni in quanto secondo il rivenditore non coperte da garanzia. Tralasciando tutto quanto accaduto, comunicato esclusivamente per rendere più chiaro il quadro generale, il parere che prego chiederVi è il seguente: il giorno 21/07/2018 la mia auto rappresenta errore al motore o di qualche suo componente (spia di avaria al motore) e decido di portarla dal mio meccanico di fiducia. Secondo quest’ultimo vi sono delle riparazioni da sostenere, ossia la sostituzione del misuratore di massa aria e la valvola EGR per il costo di € 302,56 + manodopera e mi dice che dovrebbe essere coperto da garanzia avendo io esclusivamente la garanzia sul motore da parte del rivenditore. Il rivenditore mi ha negato la garanzia dicendomi che quanto da riparare non è coperto dalla suddetta garanzia. Sulla fattura di vendita, da me firmata, è riportato quanto segue: “L’acquirente acquista il veicolo dopo averlo visto ed accettato nello stato in cui si trova con espresso esonero per il venditore dal presentare la garanzia per i vizi occulti. La garanzia che si rilascia sul seguente veicolo è esclusivamente solo sul motore, escludendo totalmente tutto quello che non riguarda le parti meccaniche del motore. Durata Garanzia 12 mesi data fattura.” Alla luce di quanto suesposto chiedo: ha ragione il mio meccanico e quindi quanto da sostituire è coperto da garanzia o ha ragione il venditore? Credo inoltre che è in via di rottura la turbina tanto che la macchina “fischia” da 2000 giri in poi, ma per una certezza consulterò il mio meccanico. Attendo Vs, grazie. Francesco

    • Ciao Francesco,
      le clausole riportate sul contratto del venditore sono vessatorie e , di conseguenza nulle, in quanto tese a limitare i diritti dell’acquirente stabiliti dal Codice del Consumo in riferimento alla Garanzia Legale di Conformità. Di conseguenza tu potrai contestare qualsiasi problema possa essere considerato un difetto di conformità in applicazione degli articoli 128 e successivi del D.Lgs 206 del 2005.
      Nel tuo caso specifico, essendo passati oltre sei mesi dalla consegna la sostituzione della valvola egr o del debimetro però, potrebbero essere considerati interventi di normale manutenzione in relazione all’anzianità e percorrenza dell’auto e non difetti imputabili alla responsabilità del venditore.

  83. Caro Andrea, chiaro e preciso come sempre…grazie!… ma poi a chi compete stabilire se il difetto è un difetto di conformità o intervento di manutenzione?

  84. Buonasera, ottobre 2017 ho acquistato da un concessionario multimarche una Volvo XC70 con circa 140.000 km, la macchina adesso ne ha 152.000. Nella fattura e’ riportata la dicitura : garanzia di conformità 12 mesi del rivenditore. Adesso ho dovuto sostituire il compressore del condizionatore perche’ si e’ grippato ed ha strappato anche le relative cinghie . Non ho mai ricevuto copia della garanzia; questa parte meccanica puo’ essere considerata coperta da garanzia?
    Grazie
    Gian

    • Ciao Giannangelo,
      la garanzia di conformità è regolamentata dalla legge e non è quindi necessario che il venditore ti consegni un apposito documento. Devi far riferimento agli articoli 128 e successivi del Codice del Consumo. A mio parere il problema che lamenti non può essere ritenuto una non conformità ma piuttosto un guasto accidentale. Sarebbe coperto da una garanzia assicurativa ma non può essere ritenuto un difetto riconducibile ad una responsabilità del venditore e quindi non coperto dalla Garanzia Legale.

  85. Buongiorno,
    ho acquistato un auto da un concessionario ed ancora la devo ritirare e ancora ai lavorio di ripristino di alcune cose come tagliando distribuzione ed altro,
    domando oltre alla garanzia legale che ovviamente mi da il concessionario posso integrarne una tipo quelle che si trovano sul sito garanziaonline ed ancora, se posso sceglierei quella da un anno ma alla scadenza si può rinnovare oppure no

    • Ciao Antonio,
      volendo sottoscrivere una garanzia aggiuntiva hai due possibilità: chiedere al venditore se può fornirti una Garanzia Convenzionale Ulteriore o acquistare in autonomia una polizza assicurativa sui guasti come quella offerta da Garanziaonline. Nel primo caso acquisterai un servizio aggiuntivo che viene gestito da una società che opera in nome e per conto dello stesso venditore. La Garanzia Convenzionale offerta dai venditori, infatti non è una polizza assicurativa ma un contratto sottoscritto tra il venditore e il fornitore del quale tu sei beneficiario. Questo significa che in caso di contestazione sarà sempre il venditore il tuo referente in quanto non c’è rapporto contrattuale tra il proprietario dell’auto e la società di garanzia.
      La Garanzia di GaranziaOnline è invece una polizza assicurativa e, come tutte le altre polizze, stabilisce un rapporto diretto tra il proprietario dell’auto (assicurato) e la Compagnia di Assicurazioni. La nostra garanzia prevede il tacito rinnovo quindi, salvo disdetta, potrai mantenere la copertura quanto vorrai o almeno fino a quando l’auto non avrà raggiunto quindici anni dalla data di immatricolazione.

  86. Buongiorno Sig. Antonio,
    ho acquistato a Gennaio 2018 un’Audi (anno 2007).
    Il concessionario mi ha proposto subito di estendere la garanzia con un’altra assicurazione per 3 anni e io ho accettato.
    Ancora inizialmente l’auto si presentava subito con la spia motore accesa e fissa e raramente si spegneva.
    Il concessionario mi ha detto che era la sonda lamda tipico dell’Audi.
    Nella speranza che la spia si spegnesse sono andato avanti ma a Settembre ho deciso di farla vedere e mi hanno detto che al 99% è la catena stirata e andrebbe sostituito tutto il kit.
    Gli organi motore coperti da questa garanzia sono:
    “testata, guarnizione testata, kit smeriglio, canne cilindro, pistoni, bielle, albero motore, alberi a camme, segmenti, bronzine di
    banco e di biella, valvole di aspirazione e scarico (escluso bruciatura e grippaggio), pompa olio, basamento”

    Penso che non sia coperto questo guasto da garanzia.

    Ha un suggerimento su come procedere?

    Grazie per la sua attenzione

    Distinti saluti

    • Buongiorno Davide,
      credo che sia opportuno verificare le modalità previste dalla garanzia per chiedere la riparazione. Segui la procedura indicata dalla società che gestisce la garanzia che ti indicherà se il guasto rientra in copertura. Ma non aspettare altri otto mesi!!!

  87. Buongiorno, ho acquistato per mia figlia una Volvo v40 sport con 112.000 km. sono andato a provarla, mi è piaciuta ed ho dato una caparra, definendo le pratiche per l’acquisto. Dopo due giorni, oggi, il venditore mi telefona informandomi di un guasto alla centralina dell’ABS e che occorrono 300/350 euro in più per ripararla. Io nella prova su strada non ho riscontrato particolari problemi in frenata, ma comunque ho dato l’ok per l’acquisto e la caparra, anche se il trapasso non è ancora avvenuto. E’ un problema suo? Io non ho problemi a recedere dal consenso all’acquisto e se mi dicesse che è tutto risolto e poi effettivamente il problema salta fuori? Grazie per una risposta. Ettore A.

    • Ciao Ettore,
      sul tuo acquisto si applica comunque la garanzia legale di conformità. Hai diritto al ripristino, senza spese, di qualsiasi difetto possa essere considerato non conforme al contratto, per un minimo di dodici mesi. Se ti fai rilasciare una dichiarazione che il problema è stato risolto, qualora si ripresentasse potresti certamente contestare una non conformità.

  88. Ho comprato una grande punto 1300 con 71mila km a novembre 2017. Ad oggi la macchina ha 86mila chilometri. Lunedì pomeriggio mentre guidavo, dopo un forte rumore, mi si è spenta. Chiamato il carro attrezzi, la macchina è stata portata in officina. Il meccanico, con un perito della Fiat, ha controllato il problema. Rottura della chinghia di distribuzione e dell’albero a camme. Per il meccanico il problema conviene risolverlo con la sostituzione del motore. Il costo della sostituzione per il 40% è ripagato dalla Fiat. Ho contattato la concessionaria dove l’ho comprata per capire come comportarmi e secondo questa la restante parte deve essere pagata da me. La macchina però è ancora in garanzia per altri due mesi. Come devo comportarmi?
    Grazie

    • Ciao Grazia,
      invia una raccomandata al venditore contestando un difetto di conformità e chiedendo il ripristino della funzionalità dell’auto. Il riconoscimento da parte di Fiat di un contributo alla riparazione può essere considerato la certificazione di un danno non ragionevolmente attendibile ma attribuibile a un difetto dell’auto. Il Codice del Consumo stabilisce che il venditore sia responsabile di qualsiasi difetto esistente al momento della consegna per almeno dodici mesi.

  89. Buonasera ho acquistato un auto usata il 20 aprile 2018 coperta da garanzia legale di 1 anno.
    Circa un mese fa l’ho portata dal mio meccanico per un rumore, dicendomi che è un problema al cuscinetto dell’albero primario del cambio.
    È coperto dalla garanzia legale!? Come posso muovermi?
    Ps. Ho contattato il rivenditore e mi ha detto di non mandare la lettera a/r per la garanzia legale altrimenti nn me la ripara. Dice che vorrebbe ripararla senza farmi spendere un euro ma non sono molto fiducioso! Grazie

    • Ciao Nicola,
      i cuscinetti sono componenti soggetti ad usura e, in quanto tali, potrebbero essere esclusi dalle responsabilità del venditore che potrebbe attribuire il guasto all’uso pregresso ritenendolo un difetto ragionevolmente attendibile. Se si è reso disponibile ad intervenire è consigliabile trovare un accordo bonario senza necessariamente inviare una raccomandata. Potrai eventualmente formalizzare il reclamo successivamente, hai sessanta giorni dalla scoperta.

  90. Buongiorno ho acquistato dicembre 2017 panda easy jet 1200 metano km.123281 del 2008. Ora dopo circa 2/3 mesi rifatti freni.
    Adesso l’ho portata a fare tagliando €.200,00 e devo fare distribuzione €.300, Cuffia e semiasse€.90,00 ….. chiaramente il rivenditore mi dice che è normale usura ma, dico io , la distribuzione non è da fare circa a 100.000 KM???? Concessionario FIAT con officina all’interno…. mi sembra di avere un Mercedes al posto di un pandino….. Dubito di aver usurato io la distribuzione….
    Quindi riassumendo mi dice che non rientra nella garanzia!!! Ma io dico quando vendi una panda pagata sui €.5.000,00 non controlli che le parti di usura siano state regolarmente tagliandate ed eventualmente cambiate??? Onestà e trasparenza non esistono proprio più…

    • Ciao Nadia,
      su un’auto usata è possibile dover affrontare alcuni interventi di manutenzione e dare per scontato che vengano fatti adeguati controlli prima della vendita è un errore che può costare caro. Il Codice del Consumo però tutela il consumatore che si rivolge al professionista anche nel caso il bene non abbia le qualità che l’acquirente può ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e delle dichiarazioni fatte dal venditore (art.129 comma 2-C).
      Riguardo la distribuzione, se acquisti un’auto che ha già superato la scadenza prevista dal costruttore per la manutenzione, è ragionevole attendersi che, salvo indicazioni diverse, l’intervento sia stato già fatto. Se dovesse manifestarsi un danno causato dalla mancanza di manutenzione pregressa, si configurerebbe un difetto di conformità di cui il venditore si dovrà far carico.

  91. Salve Andrea.
    Mio cognato mi ha chiesto un consiglio e io lo giro a te.
    Ha comprato una Nissan Quasquai usata da una srl concessionaria del 2014, con 90.000 km al prezzo di 12.000 euro con la garanzia per un anno, nel dicembre 2017.
    Ieri, dopo undici mesi dall’acquisto, è rimasto in panne. Si è immediatamente recato dal venditore, il quale ha provveduto ad inviare i suoi meccanici dove si trovava il mezzo, i quali hanno riscontrato la rottura del tubo di aspirazione di entrata nel motore. Una volta noto il guasto, il venditore mi ha consigliato di recarmi alla Nissan, unici in grado di reperire il pezzo rotto, escludendo ogni garanzia, in quanto, ai sensi dell’art.132 Codice Consumatori, decorsi i sei mesi dall’acquisto, sarà suo onere dimostrare che si tratta di un difetto di conformità. Comunque, sostiene che si tratta di un guasto determinato dall’usura.
    Senonché, dalla lettura dei forum specializzati, pare che questo sia un problema ricorrente nelle Nissan Quasquai e nelle Nissan Juke ( https://forum.quattroruote.it/threads/nissan-juke-che-dolori.97744/ ).
    Sicché, gli ho consigliato di far vedere la macchina da un meccanico di fiducia, farsi fare un preventivo, e scrivere immediatamente una raccomandata al venditore nella quale intimargli di accollarsi i costi dell’intervento.
    Pare che in molti casi si otturi il filtro antiparticolato che ha un costo di 1600 euro.
    Pare, inoltre, che in questi casi dovrà essere lui a dimostrare che si tratta di un vizio già esistente al momento della vendita e quindi che si tratti di un difetto di conformità.
    Cosa consigli ?? Tutto dipende da cosa dice il meccanico ?

    • Ciao Ruggiero,
      chiaro che la diagnosi del meccanico potrà dare indicazioni sulla natura del guasto e se lo stesso sia attribuibile ad un difetto già esistente al momento della consegna e, di conseguenza, un difetto di conformità. Il consiglio che hai dato è giusto, sempre meglio formalizzare il reclamo anche per “forzare” il venditore a comunicarti la sua posizione e agire di conseguenza.
      Considerata l’anzianità e la percorrenza del veicolo potresti anche contestare che a seguito del guasto, il veicolo non è idoneo all’uso e non presenta le qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi (129 comma2 lettera C). In sostanza sostieni la tesi che, anche fosse causato da usura, la stessa è precoce e non compatibile con lo stato dell’auto.

  92. Salve Andrea, ho comprato 6mesi e 20 giorni fa una bmw 420d del 2014 con 128000km.. Ora mi si è presentato un problema cioè la rottura di una molla a gas che permette l’apertura e la chiusura elettrica automatica del baule, praticamente il baule non si apre e non si chiude più è rimasto a metà.. Ho portato l’auto in concessionaria ufficiale bmw dove l’ho acquista e mi hanno detto che loro sul usato non danno la garanzia, ma viene stipulata una garanzia aggiuntiva. Ora mi chiedono 500 euro per la sostituzione di queste molle. Quello che volevo sapere è se la sostituzione è a carico loro o spetta a me pagare l’intervento.
    Grazie per la disponibilità

    • Ciao Marco,
      i guasti che rientrano nelle responsabilità del venditore in applicazione della Garanzia Legale sono quelli che possano essere considerati “non conformi al contratto” o conseguenti a un difetto già presente alla consegna. Nel tuo caso mi sembra una rottura accidentale conseguente all’uso, della quale non può essere considerato responsabile il venditore anche in considerazione del fatto che si sia manifestata dopo oltre sei mesi dalla consegna. Potrebbe essere coperto da una garanzia aggiuntiva se incluso nel contratto.

  93. Buongiorno, ho acquistato una Jeep usata da rivenditore ufficiale con 45000 km a metà settembre. Dopo un mese, la prima volta che vado in autostrada mi accorgo che in 5* e 6* marcia ogni tanto la frizione slitta. Aspetto un paio di settimane e prendo appuntamento dal rivenditore per farla controllare. Mi informo tramite la rete e vengo a conoscenza che è un difetto comune di quel modello. In questo caso, visto che ho percorso appena 1500 km da quando mi sono accorto del problema chi è tenuto a pagare il cambio della frizione?

    • Ciao Christian,
      la frizione è un organo che in genere non viene riconosciuto in garanzia neanche sui veicoli nuovi. Questo perché può bastare una retromarcia in salita o un surriscaldamento per renderne necessaria la sostituzione. Se te ne fossi accorto prima della consegna avresti potuto chiederne la riparazione prima di ritirare l’auto ma ora sarà difficile che ti venga riparato in garanzia.

  94. Salve,
    circa 2 mesi fa ho comprato, da concessionario, un’utilitaria usata con cambio automatico. Dopo pochi giorni ha iniziato a produrre un ronzio proveniente dal motore, ronzio che in poco tempo è aumentato. Ho fatto ascoltare il rumore ad un meccanico che sostiene essere il cuscinetto della frizione. Pensa che io sia nelle condizioni di richiedere alla concessionaria l’intervento di riparazione a loro carico?
    Ringrazio anticipatamente per la risposta e vi faccio i complimenti per il servizio che offrite.

    • Ciao Luca,
      segnala al concessionario il problema scrivendo una raccomandata o una pec chiedendo la riparazione. Non essendoci un vero e proprio guasto che pregiudichi l’idoneità all’uso dell’auto, il venditore potrebbe anche respingere la richiesta. La segnalazione però potrebbe tornarti utile se il cambio smettesse di funzionare tra qualche mese e dopo aver percorso qualche migliaia di chilometri. Avendo già formalizzato un reclamo, potrai affermare che il guasto sia conseguente un difetto già presente alla consegna. Chiaramente solo se la percorrenza e l’anzianità dell’auto non possa far ritenere l’usura dei cuscinetti compatibile con l’uso pregresso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *