Ecobonus auto 2020: come funziona

La Legge di Bilancio contiene la norma che regola l'Ecobonus, un contributo che spetta a chi acquista auto elettriche o ibride. Come risparmiare sui prossimi acquisti per la tua auto elettrica?

L’Ecobonus auto è una misura introdotta dal Ministero dello Sviluppo Economico per incentivare l’acquisto di vetture elettriche e a basso impatto ambientale. Il criterio?

Emissione di CO2. Questo dato è calcolato con l’omologazione del veicolo e riportato sul libretto di circolazione. Il principio dell’Ecobonus 2020, così come nel 2019, è semplice: incentivare l’acquisto di veicoli poco inquinanti. Se, con l’acquisto della nuova auto, se ne rottama una vecchia il bonus aumenta grazie al contributo rottamazione.

L’importo dell’Ecobonus varia da 1.500 a 6.000 €, dipende sia dal livello di emissioni – aumenta al diminuire della CO2 emessa – sia dalla presenza o meno di un elemento da rottamare. Accedono al bonus ecologico le auto elettriche e ibride, ma la presenza di un tetto massimo al prezzo della vettura esclude le luxury car. Vuoi approfondire?

Cos’è l’Ecobonus: definizione

L’Ecobonus auto è un contributo erogato nel quadro delle misure volte a ridurre l’impatto ambientale facilitando l’acquisto di soluzioni elettriche e ibride. Ne beneficiano vetture con i requisiti richiesti acquistate e immatricolate tra il 1 marzo 2019 e il 31 dicembre 2021.

Come si ottiene? Il bonus viene erogato come sconto sul prezzo d’acquisto, deve quindi essere inserito nel contratto dal concessionario che effettua la vendita della vettura.

Da leggere: come risparmiare sulla benzina

Come avere all’Ecobonus auto?

L’auto deve emettere meno di 70 g/km di CO2 (Anidride Carbonica), con un andamento incrementale: minore è il livello di emissione e maggiore è l’Ecobonus. Inoltre l’auto non può superare un prezzo di listino di 50.000 euro IVA esclusa (quindi 61.000 euro prezzo totale) e costi di messa in strada come immatricolazione e trasporto.

Si ha diritto a un ulteriore bonus rottamazione se, insieme alla nuova vettura, ne viene rottamata una vecchia. Sempre determinato in base al livello di emissioni di CO2.

Cos’è, invece, l’Ecotassa?

A fare da contraltare all’Ecobonus c’è l’Ecotassa, un balzello che grava sulle vetture con emissioni di CO2 più elevate disincentivandone l’acquisto. Le emissioni di CO2 sono direttamente proporzionali al consumo di carburante. Cosa significa praticamente? L’Ecotassa va a colpire le vetture di cilindrata elevata e quelle particolarmente potenti.

Ci sono dei parametri. Dal 1 marzo 2019 fino al 31 dicembre 2021, un’auto con emissioni di CO2 tra 161 e 175 g/km dovranno pagare 1.100 euro che saranno 1.600 per chi arriva a 200 g/km, 2.000 fino a 250 e 2.500 per tutte le vetture con parametri superiori ai 250 g/km.

Quanto si risparmia nel 2020

L’importo previsto per l’Ecobonus auto dipende dal livello di emissioni di CO2 riportato sul libretto di circolazione, calcolato secondo il ciclo di prova NEDC (New European Driving Cycle). Sono due gli scaglioni, con l’eventuale aggiunta del contributo rottamazione:

  • Emissioni da 0 a 20 g/km di CO2 lo sconto è di 4.000 €, 6.000 in caso di rottamazione.
  • Emissioni da 21 a 70 g/km di CO2 lo sconto è di 1.500 €, 2.500 in caso di rottamazione.

Ovviamente c’è sempre il requisito relativo al prezzo del veicolo nuovo: non deve superare i 50.000 euro IVA esclusa, (61.000 euro IVA inclusa). Questa è la tabella di sintesi per i veicoli M1 che scendono sotto la soglia dei 20 g/km e non superano i 70 g/km.

Tabella valori risparmio nel 2020 - Fonte ecobonus.mise.gov

tabella risparmio ecobonus

Come ottenere l’Ecobonus auto

L’Ecobonus viene erogato sotto forma di sconto sul prezzo di acquisto dell’auto nuova. Deve quindi essere chiaramente indicato nel contratto. Cosa significa questo?

Le promozioni commerciali si sommano al bonus. È importante però che vengano riportate in voce separate. Saranno il costruttore o l’importatore del veicolo a rimborsare.

Come recuperano l’Ecobonus?

Portando gli importi tramite credito d’imposta utilizzabile in compensazione. Il concessionario deve registrarsi sulla piattaforma dedicata all’Ecobonus e inserire i propri dati, non appena arriverà la comunicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico sarò possibile mettere gli ordini e prenotare l’incentivo.

Una volta prenotato l’Ecobonus auto, il concessionario avrà 180 giorni di tempo per consegnare il veicolo nuovo al cliente e ritirare l’eventuale rottamazione.

HAI DECISO DI ACQUISTARE UN USATO E CERCHI UNA GARANZIA? FAI IL TUO PREVENTIVO IN POCHI SECONDI
Posted in:
About the Author

Andrea Tartaglia

Giornalista & blogger specializzato in Automotive. Già in tenera età riconoscevo un'auto dal suono del motore. Con il tempo ho coronato il mio sogno: lavorare nel mondo dell'Auto, ne ho vendute talmente tante che credo di aver perso il conto. Oggi invece scrivo, coltivando così le altre mie passioni: la Scrittura e il Digital.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *