Skip to main content
Tutto sulle garanzie

Cosa dice la legge sulla garanzia auto usata?

Legge sulla garanzia delle auto usate

Molti sono i dubbi sulla legge sulla garanzia delle auto usate. La confusione nasce probabilmente dalla scarsa conoscenza dei propri diritti e dalle false convinzioni alimentate dal sentito dire.


Quando si parla di garanzia sull’auto usata se ne sentono di tutti i colori. Ognuno ha la sua verità. Non c’è garanzia se l’auto ha più di 10 anni, la garanzia copre solo motore e cambio, l’auto usata è venduta “vista e piaciuta”, la garanzia sull’usato è come quella sul nuovo, sono solo alcune delle false credenze che si sentono quando si tratta l’argomento.

La confusione nasce probabilmente dalla scarsa conoscenza dei propri diritti e dalle convinzioni alimentate dal sentito dire e da informazioni sbagliate. La garanzia per l’auto usata, come quella su qualsiasi bene di consumo, è regolamentata dalla Legge.

Se acquisti l’auto da un commerciante devi far riferimento alle norme del Codice del Consumo, se invece acquisti da un privato a quelle del Codice Civile. Se vuoi sapere cosa prevede la Legge sulla garanzia per le auto usate, in questo articolo cercherò di indicarti le differenze.

Legge sulla garanzia: acquisti da commerciante 

Quando acquisti un’auto usata da un venditore professionista, la garanzia si applica automaticamente. Non è necessario che ti venga consegnato un documento specifico.

O che il contratto preveda un apposito paragrafo. La legge italiana in vigore prevede che il venditore sia responsabile di qualsiasi anomalia si manifesti successivamente alla consegna.

GaranziaOnline per Venditori di Auto Usate

Dal 2005, infatti, tutte le norme a tutela del consumatore sono state accorpate in un unico Decreto Legislativo che definisce anche le regole di applicazione della garanzia.

La cosiddetta Garanzia Legale o anche garanzia di conformità si applica a tutte le auto usate, quando il venditore è una persona fisica o giuridica che agisce nell’esercizio della propria attività imprenditoriale, commerciale, professionale, ovvero un suo intermediario. Solo le compravendite tra privati non rientrano in questa normativa ben definita.

Da leggere: come contestare una multa per semaforo rosso

Legge sulla garanzia delle auto usate: la conformità

Recentemente aggiornato con il D. lgs. 170/2021, il Codice del Consumo individua nel venditore l’unico responsabile di eventuali difetti che il consumatore dovesse riscontrare sull’auto.

Per difetto non si intende solo un guasto. La normativa prevede che l’acquirente abbia il diritto all’eliminazione di qualsiasi problema “non conforme al contratto di vendita”.

Per questo viene denominato difetto di conformità. Questo significa che se acquisti l’auto usata da un commerciante, e hai un problema, non devi chiederti se il componente guasto rientri in garanzia in base a un ipotetico elenco di organi coperti o esclusi.

Bensì se il difetto riscontrato renda l’auto non idonea all’uso o se il problema che hai scoperto non potesse essere “ragionevolmente attendibile”. Tenendo conto delle dichiarazioni del venditore, dell’anzianità, del chilometraggio e lo stato di manutenzione. 

Un tipico difetto di conformità: scoprire dopo l’acquisto che il numero dei precedenti proprietari è maggiore di quello che il venditore aveva dichiarato nell’annuncio di vendita.

O che sull’auto acquistata sia stato eliminato il FAP o modificata una centralina. Qualsiasi anomalia tu abbia riscontrato, che ritieni non sia coerente, potrebbe essere considerato un difetto di conformità da segnalare al venditore per richiederne il rispristino.

Quanto dura per legge la garanzia sull’auto usata?  

La garanzia obbligatoria per legge dura 2 anni dalla consegna. Questo termine, solo sulle auto usate, può essere ridotto a un anno ma deve essere concordato tra le parti (art.133.4).

C’è un altro termine indicato da ricordare. L’articolo 135 stabilisce che i difetti che si manifestano entro un anno dalla consegna, salvo prova contraria, fossero già presenti.

Impone al venditore, qualora ritenesse che il difetto non sia in garanzia, l’onere di provare che tale ipotesi sia incompatibile con la natura del bene o con la natura del difetto di conformità.

Per far valere la garanzia dovrai inviare al venditore un reclamo, meglio se con raccomandata, posta certificata o email. Descrivi il difetto e chiedi che il venditore si adoperi per eliminarlo.

Non procedere alla riparazione o a qualsiasi intervento sull’auto prima di avere l’autorizzazione del venditore. Se elimini il problema senza dare la possibilità al commerciante di verificare il difetto ed eventualmente proporre una soluzione, perderai il diritto alla garanzia.

La riparazione per la legge sulla garanzia delle auto

La tua nuova auto usata ha un guasto in garanzia cosa puoi pretendere per legge? Quando l’auto ha un problema, i disagi conseguenti creano spesso tensioni tra acquirente e venditore.

Il proprietario vorrebbe l’auto riparata in tempi record e, se possibile, migliorata con ricambi nuovi ed originali. Il venditore vorrebbe evitare spese di riparazione che potrebbero ridurre o vanificare il guadagno ottenuto con la vendita. La Legge però è chiara e stabilisce quali sono i rimedi possibili quando si manifesta un difetto non conforme alla condizione iniziale. 

Quando il problema può essere risolto, il consumatore ha diritto al ripristino, senza spese, della conformità del bene ad opera del venditore. Potrai proporre tu una soluzione al venditore.

Lui sarà obbligato ad attuarla, salvo proporne una alternativa, meno onerosa, a condizione che possa essere effettuata senza arrecarti particolari disagi (art.135). Il venditore, per la riparazione di un’auto usata, potrà utilizzare anche ricambi usati, revisionati o rigenerati.

L’intervento in garanzia ha lo scopo di riconsegnare al consumatore l’auto nelle condizioni che avrebbe dovuto avere prima che si manifestasse il difetto. Non potrai quindi pretendere ricambi nuovi o interventi migliorativi. Potrebbe capitare che il problema non sia risolvibile o la riparazione sia eccessivamente onerosa. In questo caso la legge prevede due soluzioni.

La prima è un adeguata riduzione del prezzo di acquisto. Un esempio può essere il mancato funzionamento di un accessorio non indispensabile e non sostituibile come alcuni sistemi di navigazione. La seconda possibilità è la risoluzione del contratto, ad esempio per difetti che rendono l’auto non idonea all’uso. Unica eccezione riguarda i difetti di lieve entità. 

Cos’è la garanzia convenzionale o aggiuntiva

La garanzia sull’auto usata è obbligatoria per legge se compri da un commerciante: non può essere limitata ed esclusa con clausole vessatorie come vista e piaciuta

Esistono però delle garanzie aggiuntive che alcuni venditori offrono insieme all’auto, di solito consegnando un libretto insieme ai documenti del veicolo. Queste garanzie sono anch’esse regolamentate dal Codice del Consumo all’articolo 135-quinquies.

La Garanzia Convenzionale è un servizio che il venditore paga a una società specializzata, per intervenire in caso di guasto, e gestire la riparazione in nome e per conto del venditore. 

Come servizio aggiuntivo, può prevedere limitazioni ma non pregiudica i diritti. In genere prevede un elenco di organi coperti dalla garanzia e le istruzioni per usufruire del servizio.

Le società di garanzia, infatti, sono strutture organizzate per prestare assistenza e gestire le riparazioni. Si avvalgono di fornitori di ricambi e centri revisione in grado di rispondere tempestivamente alle richieste. Mettono a disposizione dei consumatori un call center e possono avvalersi di tecnici qualificati per la valutazione dei preventivi e gestire i rimedi.

Soprattutto quando il venditore è distante chilometri o non lo consideri particolarmente affidabile, potersi rivolgere ad un operatore professionale di garanzia può essere molto utile.

Qualora il difetto che hai riscontrato non sia coperto dal servizio aggiuntivo o ritieni che la soluzione proposta non sia soddisfacente, potrai rivolgerti al venditore e far valere la garanzia legale. In caso di contestazione sarà sempre il venditore il tuo referente e unico responsabile anche dell’operato della società da lui scelta per la fornitura della garanzia convenzionale.

La legge sulla garanzia se acquisti l’auto da privato

Malgrado il Codice del Consumo tuteli solamente gli acquisti effettuati presso un venditore professionale, in Italia la maggior parte dei passaggi di proprietà sono conclusi tra privati.

In questo caso però la Legge non prevede le stesse tutele per l’acquirente. La normativa di riferimento è il Codice Civile e, in particolare, gli articoli 1490 e il 1491. Nelle compravendite tra privati non esiste il difetto di conformità ma il vizio occulto.

Mentre, come abbiamo visto, puoi contestare al commerciante qualsiasi difetto possa essere ritenuto non conforme al contratto e alle ragionevoli aspettative, potrai rivalerti sul privato solo se il problema riscontrato renda l’auto non idonea all’uso o ne diminuisca il valore

Inoltre, a differenza del caso precedente, l’onere della prova è a carico dell’acquirente. Sarai tu a dover dimostrare che il vizio fosse già presente e non fosse facilmente individuabile con l’ordinaria diligenza. Ad esempio con una più attenta ispezione dell’auto prima dell’acquisto.

Per provare a far valere la garanzia molto probabilmente dovrai affrontare una causa. È per questo che si tende ad affermare che se acquisti un’auto usata da un privato non c’è garanzia. 

GaranziaOnline Assicura la tua Auto su Guasti Imprevisti

Per avere una garanzia sull’auto usata acquistata da un privato devi stipulare una polizza assicurativa sui guasti meccanici. Se stai valutando una garanzia per privati, fai attenzione alle false assicurazioni. Accertati che la copertura sia emessa da una vera Compagnia Assicurativa. 

Una società che propone garanzie sull’auto a privato, senza la copertura di una compagnia, sta svolgendo esercizio abusivo di attività assicurativa. Rischia una multa da 20.000 a 200.000 euro e da 2 a 4 anni di reclusione (come sottolinea l’art. 305 del Codice delle Assicurazioni).

Da leggere: la truffa del contachilometri per le auto usate

Vuoi approfondire l’argomento?

Spero di averti dato le informazioni che cercavi su come funziona la legge sulla garanzia per l’auto usata. Se hai ancora dubbi o vuoi raccontarmi la tua esperienza inserisci un commento.

Andrea De Sanctis

Lavoro da più di 10 anni nel settore delle Garanzie auto ma mi sento ancora un ospite nel mercato Automotive. Ho fondato GaranziaOnline.it. con l'intento di offrire soluzioni direttamente al cliente finale, senza intermediazioni, libero dalle dinamiche tipiche del settore. "Le persone acquistano vantaggi!" è il mio mantra.

Lascia un commento