Migliori auto GPL del 2021: classifica e novità

Le auto bifuel sono una valida alternativa ai carburanti tradizionali, perché permettono di risparmiare e producono un basso livello di emissioni inquinanti. Vediamo quali sono le migliori.

Ecco una piccola guida con le migliori auto GPL da acquistare. Queste vetture rimangono centrali nella scelta degli automobilisti italiani, anche nel contesto di un mercato che vede l’elettrificazione come tendenza dominante. Nei primi cinque mesi del 2021 sono state 44.871 le unità a GPL immatricolate in Italia sulla base delle rilevazioni di Unrae, con una quota di mercato del 6,4% che rimane in linea con i dati degli ultimi anni.

A differenza delle alimentazioni tradizionali – benzina e diesel – che invece cedono percentuali di market share a doppia cifra. Una dinamica che si spiega con i bassi costi di gestione e con il ridotto livello di emissioni, che permette a molte auto a Gpl di beneficiare degli incentivi statali, almeno finché c’è disponibilità dei fondi. I modelli migliori nel 2021?

Come funziona un impianto auto GPL

Dalla bombola, il gas liquefatto passa a un riduttore (detto polmone), che sfruttando il calore del liquido di raffreddamento abbassa la pressione del gas fino a 1-2 bar in base alle condizioni di funzionamento richieste dal guidatore (accelerazione, rilascio, etc). Il gas passata poi in un filtro, e da questo al gruppo iniettori. Ecco come funziona il GPL.

Come funziona un impianto auto GPL
Il sistema GPL

Una centralina elettrica sovrintende il processo dall’apertura delle diverse elettrovalvole fino all’iniezione che avviene in ogni cilindro, passando per il monitoraggio delle condizioni di funzionamento. La centralina dell’impianto riceve informazioni da quella che governa il motore dell’automobile, traducendo così in tempo reale ogni input.

Da leggere: classifica delle auto più affidabili 

Quali sono le migliori auto GPL del 2021?

Ho pensato di selezionare otto modelli di auto nuova che stanno raccogliendo i favori degli automobilisti italiani. Si tratta di alcuni dei modelli più diffusi sulle nostre strade, che potresti prendere in considerazione se stai pensando di acquistare un’auto GPL.

Dacia Sandero

La Dacia Sandero Gpl è una dei modelli bifuel più apprezzati, oltre che uno tra quelli più economici. La variante a gas costa solo 500 euro in più rispetto a quella a benzina, con un motore 1.0 TCe da 91 CV brillante quanto basta.

Dacia Sandero Stepway
Dacia Sandero Stepway.

C’è anche la versione crossover Stepway, con look modaiolo e dotazione completa. Il listino della Sandero Eco-G Gpl parte da 11.550 euro dell’allestimento Essential.

Mahindra Kuv 100

Con i suoi 370 cm di lunghezza, la Mahindra Kuv 100 è una crossover compatta, dalla linea personale, con le vistose nervature lungo le fiancate e nel cofano. L’indiana è mossa dal motore 1.2 a benzina bi-fuel Gpl da 87 cv CV piuttosto vispo in accelerazione. Il listino della Mahindra Kuv 100 1.2 M-Bifuel Gpl K6 Plus parte da 13.750 euro.

Kia Picanto

La Kia Picanto EcoGpl è la variante a Gpl della terza generazione della citycar coreana, una delle cittadine più conosciute e apprezzate. Il design è moderno e dinamico sia per quanto riguarda la carrozzeria che nell’abitacolo. Viene mossa dal propulsore 1.0 a tre cilindri a GPL da 65 cavalli, il prezzo di listino parte da 14.500 euro.

Hyundai i10

Hyundai i10
Hyundai i10.

Cugina della Picanto, la Hyundai i10 Gpl nasce sulla stessa piattaforma e monta la medesima meccanica. Il design è meno dinamico rispetto alla Picanto così come l’abitacolo, che rimane comunque piacevole e confortevole. Anche in questo caso il motore è un 1.0 tre cilindri a GPL da 65 cavalli, il prezzo di listino parte da 14.900 euro.

Dacia Duster

Lasciamo per un attimo le citycar per passare ad un Suv: il Dacia Duster Gpl, che continua a mietere successi grazie alla formula prezzo conveniente + dotazione necessaria senza fronzoli, alla quale si aggiunge lo spazio interno da auto da famiglia e un bagagliaio da 411 litri. Il prezzo della Duster 1.0 TCe Eco-G 100 CV Essential parte da 14.850 euro.

Fiat Panda

Tornando alle auto da città c’è la citycar per eccellenza: la Fiat Panda Gpl rappresenta la variante “a gas” di una gamma che include anche motorizzazioni benzina e a metano.

migliori auto gpl
La Fiat Panda Cross

Monta il propulsore 1.2 da 69 cavalli alimentato a benzina e a gas e sfoggia una linea da piccola multispazio, con volumi squadrati e profili tondeggianti. Il prezzo di listino della Fiat Panda Gpl parte da 15.000 euro.

Fiat 500

Altra citycar italiana, La Fiat 500 riprende in chiave moderna le linee dell’antenata, anche se va a collocarsi nella fascia alta del segmento di riferimento. L’abitabilità è per quattro persone, anche se chi siede dietro non ha molto spazio per la testa. La 500 Gpl viene proposta con il motore 1.2 benzina da 69 cavalli, il prezzo di listino parte da 15.000 euro.

Lancia Ypsilon

Utilitaria dalla forma originale e ricercata, la Lancia Ypsilon Può accogliere cinque persone (ma il quinto posto si paga a parte) anche se viaggia comodi in quattro.

migliori auto gpl
La Lancia Ypsilon Ecochic

La strumentazione collocata in posizione centrale è uno dei marchi distintivi della plancia. La Ypsilon Gpl viene proposta con il motore 1.2 benzina da 69 cavalli, il prezzo di listino parte da 16.200 euro.

Renault Clio

Renault Clio è un nome storico, la quinta generazione è dinamica e ha un abitacolo più funzionale e tecnologico. Notevole la dotazione di Adas. Buona l’abitabilità e la capienza del bagagliaio, ma la soglia di carico è a alta da terra. La Clio Gpl monta il motore 1.0 TCe da 100 cavalli, l’allestimento Life parte da un prezzo di listino di 17.950 euro.

Nissan Micra

La Nissan Micra è giunta alla quinta generazione e da piccola auto per muoversi agevolmente in città la Micra è diventata una segmento B.

La Micra Gpl monta il motore 3 cilindri benzina turbo IG-T 92 da 1,0 litri, abbinato a un cambio manuale a 5 rapporti, viene proposta a un prezzo che parte da 17.815 euro.

Pro e contro per le migliori auto GPL

Oggi si installano quasi esclusivamente impianti a iniezione sequenziale di GPL, che garantiscono affidabilità e consumi contenuti. Tutte le auto GPL mantengono l’impianto di alimentazione a benzina, ma quali sono i punti di forza e debolezza di tutto ciò?

I vantaggi di un’auto GPL

Il vantaggio principale offerto da un’auto a GPL è quello di ridurre i costi di acquisto del carburante, oltre a ridurre una parte delle emissioni inquinanti del veicolo.

Un litro di GPL costa molto meno rispetto ad un litro di benzina, e nonostante il rendimento sia inferiore rispetto a quello offerto dalla verde la differenza di prezzo rende un’auto a GPL molto conveniente, soprattutto per chi fa molti chilometri e viaggia.

Un elemento che devi tenere in considerazione è la diffusione delle stazioni di rifornimento, presenti in maniera non proprio omogenea sul territorio nazionale.

In città non è difficile trovare un distributore di GPL, ma nei centri minori potresti avere problemi. Tieni presente che per il GPL non è possibile il rifornimento self service.

Quali sono gli svantaggi del GPL?

La presenza delle bombole comporta i relativi controlli in fase di revisione, fissata come per le auto a benzina a 4 anni dalla prima immatricolazione e successivamente ogni 2, che non incidono sul conto dell’ispezione. Però è obbligatorio sostituirle ogni 10 anni, e questo è un costo da tenere in considerazione nella bilancia dei vantaggi e svantaggi.

Per approfondire: novità auto, i migliori modelli in arrivo

Un’auto a benzina può diventare GPL?

Ormai sono molti i modelli di auto dotati di impianto GPL fin dall’assemblaggio in fabbrica, ma nel caso in cui l’auto ne fosse sprovvista è sempre possibile installarlo in seguito.

Tieni presente, però, che se lo fai su un’auto usata con la garanzia della casa costruttrice ancora attiva quest’ultima potrebbe decadere. Se stai pensando di montare un impianto di GPL sulla tua auto, verifica prima per non avere problemi in futuro.

HAI DECISO DI ACQUISTARE UN USATO E CERCHI UNA GARANZIA? FAI IL TUO PREVENTIVO IN POCHI SECONDI
Posted in:
About the Author

Andrea Tartaglia

Giornalista & blogger specializzato in Automotive. Già in tenera età riconoscevo un'auto dal suono del motore. Con il tempo ho coronato il mio sogno: lavorare nel mondo dell'Auto, ne ho vendute talmente tante che credo di aver perso il conto. Oggi invece scrivo, coltivando così le altre mie passioni: la Scrittura e il Digital.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *