Officina meccanica: come sceglierla, quali vantaggi

Trovare l'officina meccanica giusta per far riparare l'auto non è una cosa facile. In questo articolo voglio darti qualche suggerimento per scegliere l'officina in maniera consapevole.

Stai cercando un’officina meccanica per la tua auto? Occhio, non tutte sono uguali e in grado di assisterti nel migliore dei modi. Tu sceglieresti per te e per i tuoi cari un medico a caso? Sicuramente no! Ecco perché, in questo articolo, voglio spiegarti come scegliere un’officina meccanica e i vantaggi che possono offrirti le diverse soluzioni.

Il primo consiglio che voglio darti è quello di non trascurare la manutenzione periodica della tua auto, ti riduce il rischio di guasti improvvisi e la spesa conseguente. Poi, una macchina correttamente manutenuta è indiscutibilmente più sicura. E non credo proprio che tu voglia mettere a rischio la tua incolumità e quella delle persone a cui vuoi bene.

Cosa si intende per manutenzione dell’auto?

Prima di vedere come scegliere un’officina meccanica, vediamo cosa si intende per manutenzione dell’auto e cosa devi tenere bene a mente.

Manutenzione periodica (o programmata)

La manutenzione periodica di un veicolo, definita anche “programmata”, è quella prevista dalla Casa costruttrice e riportata sul libretto di uso e manutenzione. I famosi tagliandi periodici, quelli che con scadenze variabili a seconda dei casi impongono delle visite in officina, anche in relazione all’auto e al suo chilometraggio.

Le leggi che tutelano i consumatori hanno obbligato i costruttori di autoveicoli a prevedere con precisione le scadenze alle quali è necessario controllare o sostituire parti dell’auto e organi meccanici.

Non solo – quindi – il cambio dell’olio o la sostituzione della cinghia di trasmissione: sul libretto di uso e manutenzione della tua vettura troverai le prescrizioni in base alle quali controllare (ed eventualmente sostituire) i freni, la frizione, le candele e molti altri componenti.

officina meccanica

Nei primi anni di vita della tua auto, tipicamente dai 2 ai 5 a seconda della Marca, la validità della garanzia del Costruttore è subordinata alla puntuale esecuzione della manutenzione periodica. Attento, dunque, a non sforare.

Da leggere: le risposte alle domande più frequenti sulle garanzie auto

Manutenzione straordinaria

La manutenzione straordinaria di un veicolo è tutto quell’insieme di riparazione ed interventi necessari a ripristinare la funzionalità della tua auto a seguito di un guasto o di una rottura. Più in generale, tutto quello che non rientra nel piano della manutenzione periodica di cui abbiamo appena parlato.

Che si tratti della semplice bruciatura di un fusibile o del grippaggio della turbina del motore, tutti gli interventi di manutenzione straordinaria sono le classiche “seccature” nel quale incorre ogni proprietario di auto nell’utilizzo della sua vettura. Potremmo definirli gli “imprevisti del mestiere dell’automobilista”.

Oltre agli interventi di manutenzione straordinaria di natura meccanica, possiamo includere in questa categoria anche gli interventi di carrozzeria necessari a ripristinare un veicolo dopo un incidente e i passaggi dal gommista dopo una foratura.

Le diverse tipologie di officine

Abbiamo parlato di manutenzione della tua auto e ti ho spiegato le differenze tra manutenzione programmata e manutenzione straordinaria. Prima di capire quali criteri utilizzare per scegliere l’officina meccanica adatta alla tua auto voglio descriverti le diverse tipologie di officine, in modo che tu abbia chiaro cosa aspettarti da ognuna di loro.

L’evoluzione da meccanico a meccatronico

Una piccola curiosità, prima di cominciare. Fino a qualche tempo fa si faceva distinzione tra meccanico ed elettrauto, quest’ultimo considerato un po’ come uno scienziato dell’automobile. Oggi, con la correlazione sempre più stretta tra meccanica ed elettronica dell’auto, è stata definita la nuova categoria professionale del meccatronico, capace di interagire con la meccanica, con l’elettronica e con l’informatica dell’auto.

Dal 5 gennaio 2013 è entrata in vigore la nuova legge 224/2012 che riduce a tre le categorie interessate, cioè il meccatronico, il carrozziere e il gommista. Entro il 5 gennaio 2018 tutti i meccanici dovranno adeguarsi, pena la chiusura dell’attività. Dovranno acquisire i necessari requisiti tecnico-professionali e ottenere la qualifica di meccatronico.

Officine autorizzate dalla Casa

Le officine autorizzate sono quelle che espongono il logo di uno o più Costruttori di autoveicoli e che hanno ricevuto dalla Casa l’autorizzazione ad intervenire per suo conto sulle auto di sua produzione. Vengono definite “autorizzate” perché operano secondo le direttive del Costruttore e possono intervenire nei casi previsti dalla garanzia.

Operare secondo le direttive della Casa impone ovviamente una costante formazione tecnica del personale operante in un’officina autorizzata, che deve sostenere periodicamente verifiche e corsi di aggiornamento per essere in gradi di intervenire su ogni modello di un determinato marchio.

officina meccanica autorizzata Ford

Un’officina autorizzata Ford

Inoltre, le apparecchiature e le attrezzature di un’officina autorizzata devono essere quelle previste dalla Casa proprio per intervenire in maniera sicura e precisa. Come sai, oggi le auto sono piene zeppe di elettronica e per determinare un guasto e ripararlo spesso è necessario collegare un apparecchio di diagnosi alle varie centraline della tua automobile tramite la presa OBD.

Un po’ come in una clinica specializzata, dove i dottori sono in grado di farti un bel check up attraverso attrezzature mediche all’avanguardia. E come una buona clinica, un’officina autorizzata ha diverse sale d’intervento: quella dedicata alla meccanica, quella dedicata all’elettronica e poi pneumatici fino alla carrozzerie, presente in quelle più attrezzate.

Naturalmente, un’officina autorizzata è – per sua natura – tenuta ad utilizzare esclusivamente ricambi e prodotti marchiati dal Costruttore.

Officine aderenti ad un network

Le officine aderenti a network di autoriparatori sono indipendenti dalle case automobilistiche ma fanno parte di un network, generalmente costituito da grandi gruppi di distribuzione di ricambi. Solo per citare alcuni nomi noti, ti sarà capitato di vedere officine aderenti a circuiti come Bosch, CheckStar, Midas o Norauto.

Il far parte di un network implica comunque degli standard qualitativi ed operativi, anche se molto meno stringenti rispetto a quelli delle officine autorizzate. Ciononostante, ho visto diverse officine aderenti a network con delle apparecchiature pari a quelle delle autorizzate, perfettamente in grado di intervenire anche su guasti complessi.

officina meccanica di un network

Un’officina del network Bosch

Anche il personale delle officine aderenti a network è sottoposto a corsi di formazione e aggiornamento, mentre il materiale utilizzato e i ricambi possono essere quelli originali delle Case auto o gli equivalenti, cioè quei ricambi prodotti in aftermarket con caratteristiche simili o del tutto uguali a quelli originali.

Questo significa che è possibile eseguire interventi di manutenzione programmata senza far decadere la garanzia legale della tua auto (Legge BER o Decreto Monti). Si tratta di una possibilità ancora poco conosciuta e apprezzata, che permette agli automobilisti di poter effettuare i tagliando anche al di fuori della rete di officine autorizzate mantenendo attiva la garanzia legale prevista dal Costruttore e obbligatoria per almeno 2 anni.

Attenzione però: questo vale – come detto – per la garanzia legale. Se acquisti o sottoscrivi estensioni della garanzia, attivi un pacchetto di servizi che porta la copertura a periodi più lunghi e che generalmente prevede l’obbligo di effettuare la manutenzione esclusivamente nella rete autorizzata.

Per approfondire: come funziona la garanzia sulle auto usate

Le officine generiche “no logo” sono quelle che non fanno parte di alcun network. Questo non significa che siano una scelta povera oppure che si tratti necessariamente di officine non affidabili. Anzi! Mi è capitato di vedere veri e propri gioielli di officine “no logo”, gestite da tecnici molto bravi che utilizzano attrezzature all’avanguardia.

officina meccanica generica "no logo"

Un’officina generica

Dal punto di vista pratico, il non dover sottostare alle direttive e alle politiche commerciali di alcun network permette alle officine “no logo” di scegliere da chi rifornirsi per ricambi e prodotti da utilizzare. Un’officina di questo tipo può utilizzare sia ricambi originale che aftermarket.

Officina meccanica: come sceglierla?

Bene, ora che hai chiaro il concetto di “manutenzione auto” e le differenze tra le varie tipologie di officine, vediamo come poter scegliere quella più adeguata. Una premessa: vedrai che la soluzione migliore non sarà necessariamente la più economica, un aspetto motivato da due concetti sui quali ho basato questo articolo:

Parliamo della sicurezza, sia dal punto di vista tecnico che legale, e del rispetto delle regole, le leggi valgono anche nell’autoriparazione. Andiamo dunque a vedere cosa fare per selezionare l’officina alla quale affidare la tua auto.

Ricerca e verifica dell’officina sul web

Come per qualsiasi altro prodotto o servizio che ti sarà capitato di cercare ultimamente, puoi effettuare la ricerca di un’officina anche su Google. Il principale motore di ricerca del web, grazie alla continua evoluzione e all’implementazione di nuovi servizi, è in grado di suggerirti le officine più vicine a te grazie alla geolocalizzazione.

Prova a scrivere su Google “officina a Valmontone”. Quello che otterrai è una pagina di risultati con una mappa sulla quale sono riportate le officine  ritenute tra le più affidabili della zona. Queste schede sintetiche ti forniscono al volo una serie di informazioni utili:

  • Ragione sociale, indirizzo e telefono.
  • Il numero e il punteggio delle recensioni ottenute dall’officina tramite il voto e l’interazione degli utenti con la scheda proposta su Google My Business.
  • L’indirizzo del sito web (se presente) e un bottone per essere guidato da Google Maps direttamente in officina dal tuo smartphone.

Google, in base al suo algoritmo, valuta i dati inseriti e le recensioni lasciate dagli utenti su ognuno dei profili Google My Business di ogni singola officina, stilando automaticamente una classifica. Questa classifica, pur non essendo il Vangelo, può essere già un primo strumento per selezionare le officine più interessanti da visitare per chiedere un preventivo.

I comparatori online di officine

Negli ultimi anni, anche il settore dell’autoriparazione ha visto il diffondersi di portali che permettono all’utente di richiedere più preventivi contemporaneamente ad officine diverse. È il caso di portali come CercaOfficina, RiparaAutoOnline ed altri. In teoria è un sistema molto interessante, che però ha due difetti:

  • Il preventivo viene stilato senza portare l’auto in officina, il che può anche andar bene per il classico cambio dell’olio ma rende il servizio poco attendibile quando si tratta di riparazione che rendono necessaria un’ispezione della vettura.
  • Molto spesso i preventivi che ti vengono proposti sono privi di dettagli importanti, come la descrizione dei ricambi (originali, aftermarket) e i relativi codici.

Utilizzando servizi come i comparatori, la discriminante diventa quasi sempre il prezzo. Ma valutare il prezzo di un intervento d’officina senza sapere esattamente quali materiali vengono utilizzati è piuttosto rischioso, ecco perché ti suggerisco sempre una visita in officina prima di chiedere un preventivo di riparazione.

Da leggere: i migliori siti di auto usate e annunci online

Siti web di network di officine convenzionate

Molti network di officine offrono un servizio di preventivazione online degli interventi fatti presso le loro officine convenzionate. A differenza dei comparatori, in questo caso riceverai un solo preventivo valido per tutte le officine del network.

Anche per questo tipo di servizio ti suggerisco un passaggio in officina, per verificare il preventivo, il tipo di ricambi e materiali che verranno utilizzati.

L’importanza del preventivo

Come ho scritto a più riprese in questo articolo, il preventivo è fondamentale, quindi non esitare a chiederlo e diffida da chi te lo fa a voce. Il preventivo di riparazione non ti servirà solo a sapere quanto dovrai spendere, sarà uno strumento importante per scegliere l’officina meccanica.

Ricorda che un preventivo ha valore giuridico: impegna l’autoriparatore ad effettuare una determinata prestazione e il cliente – nel momento in cui lo accetta – al pagamento a lavoro ultimato, a fronte dell’emissione della fattura o della ricevuta.

Il preventivo è a tutti gli effetti il documento che regola il rapporto tra officina e cliente. Deve riportare i dettagli dei ricambi da utilizzare e della manodopera nonché la stima della spesa. Stima attendibile ma indicativa, perché in fase di lavorazione potrebbe subire delle variazioni, che devono essere però prontamente comunicate al cliente.

preventivo di spesa officina meccanica

Un preventivo realizzato correttamente

Va da sé che un preventivo scritto su un foglio di block notes non ha alcun valore, idem per quelli che non riportano i codici dei ricambi da utilizzare. Ecco perché il preventivo ti consente di valutare un’officina: se un’officina si rifiuta di consegnartelo oppure te ne fornisce uno non dettagliato, scartala.

Da leggere: come scegliere il meccanico di fiducia

Conclusioni

In questo articolo ho cercato di spiegarti come scegliere un’officina meccanica e quali vantaggi può darti sceglierne una autorizzata o una “no logo”. Prima di far riparare la tua auto cerca sul web cosa offre la tua zona, verifica le recensioni di altri utenti e se ci sono notizie che riguardano le officine che hai preso in considerazione. Poi recati personalmente dall’autoriparatore con la tua auto e chiedi un preventivo dettagliato.

Verifica attentamente cosa ti viene proposto e solo dopo decidi a chi affidare la tua vettura. E non dimenticare di richiedere la fattura al termine del lavoro, che deve essere dettagliata come il preventivo. Solo così avrai diritto a 2 anni di garanzia sui materiali utilizzati e 1 anno sulla manodopera.

E tu quali canali utilizzi per individuare la migliore officina meccanica? Ti è capitato di avere problemi con qualche officina meccanica? La tua opinione è importante, scrivimi cosa ne pensi commentando questo articolo.

About the Author

Andrea Tartaglia

Già in tenera età riconoscevo un'auto dal suono del motore. Con il tempo ho coronato il mio sogno: lavorare nel mondo dell'Auto, ne ho vendute talmente tante che credo di aver perso il conto. Oggi invece scrivo, coltivando così le altre mie passioni: la Scrittura e il Digital.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *