Passaggio di proprietà auto: cosa devi sapere?

Cosa sapere per svolgere tutti i passi nel modo giusto? Quali sono i passaggi essenziali? Ecco una guida essenziale (ma completa) per chiarire i punti del passaggio di proprietà auto.

Acquistare un’auto usata, spesso, è una scelta legata al risparmio. Se acquisti la vettura da un privato probabilmente riuscirai a spendere meno. Ma, oltre a calcolare le spese da sostenere per la manutenzione e tutelarti dai guasti con una garanzia auto usate tra privati, è importante conoscere i dettagli del passaggio di proprietà auto.

Come risparmiare? Quanto costa il passaggio proprietà auto? Quali sono le situazioni insidiose e quelle che devi curare con maggiore attenzione? Il passaggio di proprietà auto è un punto essenziale quando decidi di acquistare una vettura usata, ecco perché oggi abbiamo deciso di approfondire il punto. In questa guida troverai tutte le informazioni utili.

Perché queste pratiche possono essere affidate alle agenzie che si occupano della procedura burocratica. Ma fare un passaggio auto fai da te non è impossibile: ecco i punti essenziali per acquistare e guidare un’auto usata in totale sicurezza.

Cos’è il passaggio di proprietà auto

Il passaggio di proprietà auto è necessario per acquisire la titolarità e serve per registrare all’ufficio provinciale dell’ACI – PRA il cambio di proprietario. Questo punto è indispensabile per farsi rilasciare il CDP (Certificato di Proprietà) aggiornato e chiedere all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile l’aggiornamento della carta di circolazione.

Prima di procedere alla registrazione hai bisogno dell’atto di vendita con firma autenticata. Potrà farlo il venditore compilando il riquadro T sul retro del CDP, oppure con una scrittura bilaterale in duplice copia. In questo caso dovrà essere autenticata anche la firma dell’acquirente per completare la vendita auto e il passaggio di proprietà.

Da leggere: tutto quello che devi sapere sul bollo auto

Quanto costa il passaggio di proprietà auto

Per il passaggio di proprietà ci sono dei costi.C’è l’imposta di bollo per la registrazione al PRA di 32,00 euro, 16,00 euro per l’imposta di bollo per l’aggiornamento della Carta di Circolazione, 27,00 euro di emolumenti ACI e 10,20 euro per i diritti del Dipartimento Trasporti per 85,20 euro.

A questo importo dovrai sommare l’Imposta Provinciale di Trascrizione che varia a seconda della potenza del veicolo in KW e della provincia di residenza. Il costo è fisso.

Ovvero 150,81 euro per i veicoli fino a 53 Kw, per quelli che li superano si devono calcolare 3,5119 euro per ogni kw. All’importo ottenuto dovrai aggiungere la percentuale di maggiorazione applicata dalla tua provincia di residenza secondo lo schema seguente:

Percentuale di maggiorazione Provincia
0% Aosta, Bolzano, Trento
10% Matera
20% Arezzo, Avellino, Benevento, Carbonia-Iglesias, Grosseto, Latina, Pordenone, Reggio Emilia, Siracusa, Trieste, Udine, Vicenza
25% Crotone, Sondrio, Ferrara
30% Tutte le altre

Quindi, quanto costa il passaggio di proprietà auto usata? Facciamo un esempio: acquisti una VW Golf con 75kw e hai la residenza a Milano. Per calcolare l’IPT dovrai moltiplicare 75 (Kw) X €3,5119 = €263,40, poi calcolare la maggiorazione del 30% prevista nella provincia di Milano: €263,40 x 30% = €79,00 e sommare gli importi €263,40 +79,00 = €342,41. 

Dove fare il passaggio di proprietà risparmiando

Vuoi sapere quanto costa il passaggio proprietà auto e dove farlo per pagarlo meno e risparmiare sulle pratiche. Puoi rivolgerti agli uffici comunali (€ 0,52 di diritti di segreteria), o puoi farlo gratuitamente agli Sportelli Telematici dell’Automobilista (STA).

Ti piace l’idea? In questo caso è obbligatorio richiedere la registrazione del passaggio di proprietà. Per l’autentica della firma sarà richiesta una marca da bollo da 16,00 euro.

A questo punto hai 60 giorni per richiedere la trascrizione del passaggio di proprietà. Per farlo potrai presentare la pratica in uno STA (Sportello Telematico dell’Automobilista) dove verranno aggiornati in tempo reale sia i dati del PRA che quelli della Motorizzazione Civile.

Qui puoi pagare con bancomat o contanti e verranno applicati solo i costi previsti dalla legge. In alternativa potrai andare alla Motorizzazione, dove dovrai portare le ricevute dei bollettini postali. Se ti rivolgi a una delegazione dell’Automobile Club, o a un’agenzia pratiche auto, oltre ai costi previsti, dovrai pagare il servizio d’intermediazione.

Per approfondire: revisione periodica dell’auto usata

Documenti per passaggio di proprietà auto

Sei pronto per il passaggio di proprietà auto? Devi organizzare tutta la documentazione necessaria. Lo sai che la burocrazia non ammette errori, soprattutto nel campo delle quattro ruote. Per non farti trovare impreparato devi avere tutti i documenti:

  • Certificato di proprietà auto cartaceo o digitale.
  • L’atto di vendita (se non già compilato sul CdP).
  • Carta di circolazione originale (libretto) più una fotocopia fronte e retro.
  • Documento d’identità dell’acquirente più due fotocopie.
  • Dichiarazione sostitutiva di certificazione di residenza.
  • Codice Fiscale dell’acquirente più una fotocopia.
  • Domanda di aggiornamento della Carta di Circolazione (modello TT2119).

Hai acquistato una vettura di seconda mano e hai il certificato di proprietà auto usata. Questo è un buon punto di partenza ma lo vuoi un consiglio? Prima di acquistare un’auto assicurati che sia libera da qualsiasi vincolo, tipo ipoteche e fermi amministrativi.

Tutti questi passaggi saranno inutili se hai delle pendenze di questo tipo. Quindi è meglio controllare con il numero di targa gli archivi PRA: con una visura puoi stare tranquillo.

Voltura auto: modulo TT2119 e modello NP3C

Tra i documenti per il passaggio hai bisogno del certificato di proprietà auto. Ma servono anche quelli che ho suggerito nel titolo per la voltura auto per portarla avanti. Hai bisogno di questi moduli da compilare per chiudere il passaggio di proprietà. Ecco dove trovarli:

Mini passaggio di proprietà a concessionario

Vuoi vendere l’auto a un concessionario o a un rivenditore? In questo caso la vendita è detta mini passaggio di proprietà o minivoltura. La documentazione che dovrai presentare è la stessa del passaggio di proprietà ma cambia il costo che è inferiore perché non si paga l’IPT e gli emolumenti ACI sono ridotti a 13,50 euro.

Cos’è il certificato di Proprietà Digitale (CDPD)

Il certificato di proprietà, che ha sostituito il foglio complementare, è il documento che attesta lo stato giuridico attuale del veicolo ed è rilasciato dalle unità territoriali dell’ACI – Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Devi custodirlo con cura, preferibilmente a casa, ed è necessario per presentare ogni successiva richiesta al PRA.

certificato di Proprietà Digitale

Dal 5 ottobre 2015 il Certificato di Proprietà dei veicoli a motore è diventato digitale. Se acquisti un veicolo, nuovo o usato, non riceverai più il consueto Certificato di Proprietà cartaceo ma una ricevuta dell’avvenuta registrazione che conterrà anche il codice di accesso personalizzato con il quale consultare online il documento.

Passaggio di proprietà auto: domande e risposte

A volte il modo migliore per affrontare un tema come quello del passaggio di proprietà auto è questo: lasciare spazio alle domande degli utenti. Noi ne abbiamo ascoltate tante, per questo abbiamo deciso di pubblicare i dubbi comuni, con le relative risposte. Sperando di fare chiarezza anche sui tuoi problemi per la voltura auto.

Cosa faccio se non ho il certificato di proprietà?

Non trovi il CdP o è seriamente deteriorato? L’intestatario del veicolo, o un incaricato munito di delega e fotocopia del documento dell’intestatario, deve richiedere all’unità territoriale dell’ACI – PRA un duplicato. Oltre a fare denuncia di smarrimento alla Polizia, o mostrare il documento rovinato, dovrai compilare in duplice copia il modello NP3C.

Questo lo trovi online (link sopra), in distribuzione presso gli STA o negli Uffici provinciali della Motorizzazione. Tutto ciò rappresenta una spesa: il costo per il duplicato è di 13,50 euro ai quali vanno sommati 48,00 euro in caso di richiesta per deterioramento.

HAI DECISO DI ACQUISTARE L’AUTO USATA DA PRIVATO? FAI UN PREVENTIVO PER LA GARANZIA ▶︎

Il passaggio di proprietà non è stato registrato: cosa fare?

È opportuno controllare che sia stata aggiornata la registrazione, per farlo puoi effettuare, al costo di 8,83 euro, una visura online della banca dati del PRA che, essendo un Registro Pubblico permette a chiunque con il solo numero di targa di poter conoscere le informazioni del veicolo oppure rivolgendoti ad un agenzia.

Se non è stato registrato il passaggio, il precedente proprietario risulterà intestatario del veicolo e potrà essere chiamato a rispondere di danni a cose o persone, del pagamento del bollo, delle contravvenzioni al codice della strada. Ti consiglio di fare la visura anche prima dell’acquisto per accertarti che sul veicolo non ci siano ipoteche, sequestri, pignoramenti, fallimenti, fermi amministrativi o non sia stato cancellato dal PRA.

Che succede se registro il passaggio di proprietà in ritardo?

Se non hai registrato il passaggio entro 60 giorni dall’autentica della firma, potrai comunque rimediare pagando una sanzione che, richiedendo il ravvedimento operoso, si calcola in forma ridotta applicando una diversa percentuale all’IPT a seconda del ritardo.

Fai attenzione. Se ti fermano per un controllo su strada con la carta di circolazione non aggiornata, oltre a dover pagare delle sanzioni, ti ritirano il documento.

Ho autenticato la firma sull’atto ma non ho più venduto l’auto

Non essendo registrato il passaggio di proprietà, l’auto è ancora intestata a te ma dovrai recarti entro 60 giorni a invalidare l’atto presso gli uffici dove hai autenticato la firma.

Come faccio il passaggio di proprietà auto di un defunto?

Se erediti un veicolo da un defunto devi autenticare la firma sull’atto di accettazione dell’eredità. Entro 60 giorni devi registrare l’atto all’ufficio provinciale dell’ACI – PRA per il certificato di proprietà digitale aggiornato. E richiederà l’aggiornamento della carta di circolazione all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC).

Passaggio di proprietà auto

Se fai l’autentica della firma allo Sportello Telematico dell’Automobilista o alla Motorizzazione Civile, è obbligatorio registrare contestualmente l’atto. Se gli eredi sono più di uno e si vuole intestare l’auto a uno solo di questi, o se gli eredi vogliono vendere il veicolo a un terzo, devi procedere prima registrando l’atto di accettazione di eredità.

Poi devi intestare il veicolo a nome di tutti gli eredi, poi registrando l’atto di vendita delle quote ereditarie a favore dell’erede intestatario o dell’acquirente. È possibile presentare un unico atto contenente l’accettazione dell’eredità e la contestuale vendita del veicolo a favore di un erede o di un acquirente. Vedi anche: passaggio di proprietà auto defunto.

Come fare passaggio di proprietà a uno straniero?

Se il documento dell’acquirente è redatto in lingua straniera, deve essere allegata una traduzione certificata in lingua italiana. Se l’acquirente è un cittadino extracomunitario residente in Italia serve copia del permesso di soggiorno in corso di validità.

Oppure deve avere un duplicato del permesso di soggiorno scaduto con allegata la copia della ricevuta postale della presentazione della richiesta di rinnovo.

In caso di primo rilascio serve la fotocopia del documento di identità e della ricevuta attestante la presentazione dell’istanza. Per i soggiornanti di lungo periodo copia del permesso di soggiorno CE. Se l’acquirente è un familiare extracomunitario di un cittadino dell’Unione Europea residente in Italia serve copia della carta di soggiorno del familiare oppure copia della carta di soggiorno permanente per familiari di cittadini europei.

Come si fa un passaggio di proprietà per veicoli storici?

Per gli autoveicoli storici l’IPT è ridotta a 51,65 euro. Sono considerati veicoli storici gli autoveicoli costruiti da oltre trent’anni (salvo prova contraria, l’anno di costruzione coincide con l’anno di prima immatricolazione in Italia o in un altro Stato), non adibiti ad uso professionale o utilizzati nell’esercizio di attività di impresa, arti o professioni.

Per usufruire della riduzione è necessario farne espressa richiesta sulla nota di presentazione al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) indicando gli estremi di legge. Sto parlando dell’articolo 63, comma 4, della Legge 342/2000.

Da leggere: copertura garanzia auto usata

Hai trovato le risposte che cercavi?

Non è facile racchiudere tutta la conoscenza che ruota intorno al passaggio di proprietà auto. Ma non temere, il blog serve proprio a questo: a evolvere e ad approfondire i contenuti pubblicati. Se non hai trovato le informazioni che cercavi lascia le tue domande nei commenti, cercheremo di aiutarti.

About the Author

Andrea De Sanctis

Lavoro da più di 10 anni nel settore delle Garanzie auto ma mi sento ancora un ospite nel mercato Automotive. Ho fondato GaranziaOnline.it. con l'intento di offrire soluzioni direttamente al cliente finale, senza intermediazioni, libero dalle dinamiche tipiche del settore. "Le persone acquistano vantaggi!" è il mio mantra.

87 Comments

    • Se il passaggio di proprietà lo fai presso un’agenzia abilitata STA (Sportello Telematico dell’Automobilista), ti verrà consegnato il Certificato Digitale CDPD e potrai scaricare subito il Certificato di Proprietà aggiornato. Nelle altre agenzie, in genere, viene rilasciato un provvisorio che ha validità 30 giorni entro i quali dovresti avere l’originale.

  1. buongiorno , cortesemente vorrei sapere se acquistando auto usata da privato l assicurazione dei 12 mesi di auto usata del concessionario e ancora valida combinando la proprietà.
    mi spiego meglio il privato ha acquistato una macchina a gennaio 2017 ora la sta vendendo , la garanzia auto usata da gennaio 2017 a gennaio 2018 se la compro e ancora valida per me fino alla fine dei 12 mesi?

    • Ciao Marcello, la tua domanda è interessate e credo possa essere utile anche ad altri. La Garanzia rilasciata sull’usato da un concessionario, nella maggior parte dei casi non è un assicurazione ma un servizio che viene gestito da una società per conto del venditore in applicazione delle norme del Codice del Consumo che regolamentano la vendita tra professionista e privato. La Garanzia rappresenta un impegno assunto dal venditore solamente nei confronti dell’acquirente e quindi, in caso di passaggio di proprietà, viene a mancare la relazione tra il nuovo proprietario ed il concessionario, di conseguenza la garanzia decade. Solo se la Garanzia è una polizza assicurativa potrebbe mantenere la validità fino alla scadenza anche nel caso di vendita, ma dovresti leggere il Fascicolo Informativo o le Condizioni Generali per verificarlo.

  2. Question:
    Salve,ho venduto il giorno 24 una macchina vetusta ad un rivenditore, una panda anni 87/90. Abbiamo fatto una minivoltura,essendo lui rivenditore,presso agenzia accreditata. Il gg dopo il rivenditore mi chisma asserendo che l.auto,ripeto una panda vecchissimo modello,nella notte stessa, intorno alle ore 3del 25, ha preso fuoco, per un corto della batteria(dice lui)e richiede il danaro indietro. (Lui ha acquistato da me che sn un privato in modalità visto e piaciuto) . Il prob è che ho scoperto:1)che l.agenzia nn aveva provveduto seduta stante al cambio di.proprietà. io.ho un documento, rilasciato dall.agenzia stessa,che attesta la compravendita e il passaggio effettuato. Ma nn stabilisce l.ora. ora chiedo:se io ho venduto alle ore 11 del 24, in quale momento decade la mia responsabilità!? E se la persona in questione avesse fatto una rapina con la mia auto,mi chiedo!!?? Grazie per la cortese attenzione e risposta

    • Buongiorno Arianna,
      La registrazione del passaggio di proprietà al PRA deve essere effettuata entro 60 giorni dalla vendita, è quindi possibile che l’agenzia non lo abbia completato seduta stante, specialmente se non è abilitata allo Sportello Telematico dell’Automobilista per l’emissione del Certificato di Proprietà Digitale. Chiedi all’agenzia che ha gestito la pratica se hanno inoltrato la richiesta, potrai sempre effettuare una visura per verificare. In ogni caso, puoi richiedere al PRA la registrazione del passaggio presentando la dichiarazione di vendita che deve riportare la tua firma autenticata, ed il modello NP3C scaricabile dal sito dell’ACI.. Altrimenti dovrai fare ricorso al Giudice di Pace presentando la documentazione in tuo possesso per ottenere una sentenza di avvenuta vendita con la quale potrai richiedere al PRA la registrazione del passaggio alla data riportata sul documento in tuo possesso.

  3. salve io devo vendere la mia auto ad un privato:
    1 – lui può richiedere di effettuare la mini voltura o siamo obbligati a fare la voltura normale?
    2 – io dal momento un cui ho effettuato la voltura sono ancora responsabile dell’auto o dalla data della voltura sono svincolato da qualsiasi responsabilità?

    • Ciao Marzio, la mini voltura può essere fatta solamente se l’auto viene ceduta ad un venditore professionista, non a un privato. Fino a quando il passaggio non sarà registrato al PRA tu rimarrai intestatario del veicolo e potrai essere chiamato a rispondere di eventuali contravvenzioni, di bolli non pagati o anche di danni a cose e persone. L’acquirente ha 60 giorni per presentare la richiesta di iscrizione del passaggio di proprietà ma se ti rivolgi a un agenzia autorizzata STA (Sportello Automatico dell’Automobilista) la registrazione è immediata.

  4. buongiorno…un informazione…l’anno scorso ho acquistato un veicolo di 103 kw pagando una trascrizione al registro totale di 210 euro ( comprata da un concessionario) essendo residente io nella prov. autonoma di Trento…lei sicuramente è più informato di me magari…il proprietario dell’auto in concessionaria mi ha detto che a loro la voltura costa 750 euro su un 125 kw..io gli ho detto che ovviamente da me costa meno ma che lui non sa bene. l’aci mi ha detto che dovrebbe costarmi sui 250, ma io ovviamente non ho calcolato quei 500 euro in più..secondo lei L ipt se regolamentata dalla regione può essere cambiata in qualche modo dall’ agenzia che si occupa di queste pratiche ? io penso di no..ma non si sa mai..dovrebe essere un qualcosa che regolamenta l’iva anche se so che cmq in teoria i veicoli usati ne sono esenti..ma il concessionario paga qualcosa di iva anche su quello? non è scaricabile per noi ma è scaricabile per loro ?

    • Ciao Andrea, fino al 2011 il calcolo dell’IPT era differenziato tra atti soggetti ad iva e non. Adesso la tariffa è la stessa ed è fissa sia che si acquisti da un privato che da un concessionario.

  5. Pasquale
    In data 7/8/207 ho acquistato una renault clio usata del 1998 da unico proprietario e libera da ipoteche.
    Fatto il passaggio in agenzia mi è stato consegnato un documento provvisorio per la circolazione
    Dopo ripetuti solleciti per avere la regolarizzazione del tutto, in data 18/9/2008 ho avuto il certificato di proprietà ed il tagliando trasferimento da mettere sul libretto.
    Intanto sono trascorsi 10 anni di utilizzo macchina, Ho pagato tasse di possesso, di cui le prime con notifica e sanzioni per mancato pagamento. ed ho provveduto x le regolari revisioni e assicurazione.
    Ora mi accingevo a vendere la macchina quando in altra agenzia ( l’altra ha chiuso) il passaggio di proprietà non si è riuscito a fare perchè il n° riportato sul certificato non viene riconosciuto dal sistema, mentre poi, da una visura risulta che la macchina è intestata ancora al 1° proprietario.
    Pertanto chiedo se possibile sapere cosa fare , se ci sono irregolarità da imputare oltre l’agenzia anche al PRA e Motorizzazzazione visto che hanno incassato le tasse da me che non risulto proprietario e l’iter da fare più economico , tenendo conto che il valore macchina è 400 €. ?
    Grazie

    • Ciao Pasquale,
      c’è qualcosa che mi sfugge: se dalla visura risulta proprietario ancora il primo possessore, come è possibile che tu abbia ricevuto le notifiche per il pagamento della tassa di proprietà?

      • Gentile sig Andrea- Pasquale aggiunge: Ciò è avvenuto ( ossia la notifica) dopo che io x mezzo di un’ agenzia semetra ho provveduto a pagare una tassa di possesso successiva . Ricordo che l’agenzia mi chiese la carta di circolazione e forse anche il complementare ove sono trascritti mio nome e C:F.
        Ora l’agenzia ha chiuso l’attività , forse truffatrice e/o fallita mentre il PRA, dice che o devo rintracciare il vecchio proprietario per regolarizzare il passaggio per loro non registrato o chiedere una sentenza del giudice di pace.
        Io invece sto pensando di andare dai carabinieri per valutare se è il caso di fare una denuncia
        ancora grazie PASQUALE

  6. Salve Andrea,
    devo vendere un’ auto usata in provincia di Benevento. L’auto è presso mia figlia, ma io abito a Torino e i documenti li ho con me. Come posso fare, non potendo essere presente, per fare il passaggio di proprietà?
    Grazie. Maurizio

    • Ciao Mauro,
      dovresti far autenticare la tua firma sull’atto di vendita (o sul retro del CDP) nel tuo comune di residenza e poi spedire i documenti a tua figlia che si recherà con l’acquirente in agenzia per la registrazione al PRA.

  7. Ho acquistato un camper dando la somma in totale del mezzo. La proprietaria del mezzo ha delegato il marito per la consegna del libretto e del certificato di proprietà ma non si decide a consegnarmelo in quanto pretende ulteriore denaro per completare la trascrizione.
    come mi devo comportare? Il mezzo è in mio possesso ma non posso circolare su strada e nemmeno assicurarlo.

  8. Ciao l’ex convivente del mio compagno si è trasferita all’estero lasciando a lui la macchina intestata a lei volendo fare il passaggio di proprietà ma risultando lei al momento irrintracciabile esiste una soluzione alternativa per non essere costretti a cercarla?grazie

    • Ciao Ketty,
      una soluzione sarebbe una delega ma se non è rintracciabile, non credo ci siano alternative. prova a chiedere direttamente in agenzia.

  9. Buonasera, ho appena acquistato un’auto usata e ho notato che sulla richiesta di trascrizione al PRA fatta dall’agenzia pratiche auto viene indicato un prezzo inferiore rispetto a quello che pagato. Potrei sapere se c’è una motivazione che mi sfugge (magari quel prezzo è decurtato di tasse o altro)?
    Ringrazio in anticipo per la risposta

    • ciao Lucia,
      Mi spiace ma non so risponderti. Non credo che il valore sia decurtato da altre voci ma piuttosto che l’agenzia abbia inserito il dato indicato dal venditore, i motivi probabilmente lui li conosce…

  10. Buonasera! Io sono stata ingannata di una persona che ha comprato la mia auto e non mi ha fatto il pasaggio di proprieta io pensavo che sia onesto mi sono fidata. Adesso dopo 4 anni ancora mi sta arrivando da pagare il bollo. E successo a matera la macchina e li . Io non ho piu macvhine. Come devo fare? A chi devo rivokgermi . Io ho chiamato la persona ma sostiene che l ha fatta. Mi dice solo bugie. Allota voglio stare tranquilla . Devo cancellare la nacchina io non la voglio piu pagare.grazie

    • Ciao Ecaterina,
      Situazione antipatica! Il problema che è capitato a te ora è molto più raro perché buona parte delle Agenzie pratiche auto effettuano la registrazione contestualmente al passaggio. Nel tuo caso però risulti ancora intestataria del veicolo e ne rispondi sia sul piano civile che fiscale. Per non pagare il bollo, multe o in caso di incidenti, dovrai ogni volta dover dimostrare di non essere più in possesso dell’auto.
      Per la registrazione del passaggio hai due possibilità:
      Se hai l’atto di vendita puoi rivolgerti ad un agenzia pratiche auto e chiedere la trascrizione al PRA. In questo caso dovrai sostenere i costi del passaggio. In alternativa dovrai rivolgerti al Giudice di Pace chiedendo che dichiari l’avvenuta vendita del veicolo. Con la sentenza potrai procedere alla registrazione al PRA. Puoi trovare ulteriori informazioni sul sito dell’ACI.

    • Ciao Lucia,
      il passaggio di proprietà da un privato a un concessionario/rivenditore è detta mini voltura o mini passaggio. La procedura è la stessa del passaggio di proprietà tra privati ma ha un costo inferiore perché esentato dal pagamento della IPT (Imposta Provinciale di Trascrizione) e un agevolazione sull’importo degli emolumenti ACI (€13,50 invece di €27,00). Quindi la mini voltura ha un costo di €71,70. La richiesta del concessionario può comunque rientrare tra le voci della trattativa per l’acquisto della tua nuova auto. Come per tutte le vendite, una volta conclusa l’operazione, ti consiglio di verificare attraverso una visura al PRA che il passaggio sia stato registrato e il veicolo non risulti più di tua proprietà.

  11. Ho un auto del 1984 con targhe e libretto il vecchio propietario la portò per ripararla non so più dove rintracciarlo posso intestare la macchina a mio nome ?

    • Ciao Giancarlo,
      non puoi intestarti l’auto. Prova a fare una visura al Pra per verificare se sia ancora intestata al vecchio proprietario o se nel frattempo sia cambiato qualcosa. Poi prova a rintracciarlo per fare il passaggio. Potrebbe anche succedere che il vecchio proprietario non sia più in vita e gli eredi abbiano fatto la perdita di possesso.

    • Ciao Giuseppe,
      per venderla a un concessionario puoi fare il mini passaggio. Devi solo verificare se al Pra sia stato aggiornata la proprietà del veicolo.

  12. Salve vorrei sapere che collegamento esiste tra – agenzia pratiche auto pra e motorizzazione.
    Spiego in breve..ho acquistato auto nuova e daro’ indietro alla concessionaria la vecchia auto x la rottamazione .
    oltre al libretto(che e’ in mio possesso) mi e’ stato richiesto il CDP .
    Premetto che l’auto e’ stata acquistata in germania e ritargata.
    al pra non risulta la registrazione ne della prima targa ne della seconda , in pratica il trasferimento di proprieta’ non e’ mai stato fatto, ho in mano il foglio che mi ha rilasciato l’agenzia che entro 60 giorni doveva provvedere affinche’ la pratica fosse chiusa.Tutto questo risale al 2010.
    Ora il pra mi dice di andare alla motorizzazione x richiedere un PRINT STORICO ed eventualmente farmi fare la fotocopia della carta di circolazione tedesca.Mi puo’ chiarire le idee in merito al collegamento di questi enti?? la ringrazio

    • Ciao Rosalba,
      La Motorizzazione si occupa di rilasciare la carta di circolazione (libretto) e degli aspetti tecnici della circolazione dei veicoli (ad esempio della revisione). Il Pra si occupa di rilasciare il Certificato di Proprietà e degli aspetti amministrativi e giuridici riguardanti la proprietà del veicolo. È il CDP che attesta a chi sia intestato il veicolo. Una misura cronologica può essere fatta anche on line sul sito dell’ACI.

  13. Spett.le garanzia online,
    spiego brevemente cosa è successo; ho acquistato un’auto presso un concessionario, il quale ha dato in mano a un agenzia la carta di circolazione per effeturare tutte le prassi circa il passaggio di proprietà. 
    Dopo qualche settimana dall’acquisto mi sono recato presso la agenzia di pratiche auto incaricata per ritirare la carta di circolazione aggiornata.
    Mi viene restituita la carta di circolazione e inizio la guida del veicolo. Dopo un anno la polizia, durante un controllo, mi chiede chi fosse il proprietario del veicolo. Qui emerge che l’agenzia di pratiche auto non ha inserito nella carta di circolazione il tagliando che attesta l’avvenuto passaggio. 
    Io ho a mia disposizione un atto di vendita marchiato ACI-PRA (rilasciatomi dall’agenzia pratiche auto) ove si attesta che ho versato gli importi relativi alla trascrizione quali IPT, emolumenti e imposta di bollo. 
    Sono stato sanzionato poiché è stato violato l’art. 94 cds e la carta di circolazione è stata ritirata e inviata al dipartimento dei trasporti terrestri. 
    Come devo comportarmi? come fare per recuperare il tagliando col mio nome?
    Vi ringrazio infinitamente per l’aiuto che vorrete darmi!! 
    Giuseppe

    • Ciao Giuseppe,
      Oltre al libretto di circolazione dovresti avere il Certificato di Proprietà che attesta a chi sia intestata l’auto. Devi verificare se il passaggio di proprietà sia stato registrato. Se non hai il CDP puoi farlo rivolgendoti ad una agenzia Aci o anche sul web facendo una visura sul sito dell’ACI al costo di €8,83. Se il veicolo risulta intestato a te potrai richiedere il duplicato aggiornato della carta di circolazione presentando una denuncia di smarrimento. Se invece il passaggio non è stato registrato dovrai avviare la pratica di comunicazione al PRA attraverso un agenzia.

  14. Buonasera Andrea,

    se effetto il passaggio di proprietà (chi vende ha il cdp digitale) presso l’ACI, viene fatto tutto li da loro o devo poi registrarlo io presso la motorizzazione ?

    La ringrazio anticipatamente e le porgo cordiali saluti

  15. Buongiorno. Vi spiego brevemente,ieri ho preso una vettura usata da un concessionario (vettura registrata come AUTOVETTURA PER TRASPORTO DI PERSONE USO DI TERZI DA LOCARE SENZA CONDUCENTE)
    Adesso devo spostare l’assicurazione dalla mia a questa

    Chiaramente nel libretto ci sarà la nova destinazione d’uso privata

    Ma attualmente non mi confermano la polizza perchè sul libretto c’e’ ancora la vecchia dicitura. Esiste un modulo sostitutivo provvisorio o devo aspettare molto tempo per questa modifica?

    • Ciao Alberto,
      Dovresti ricevere a casa il tagliando per l’aggiornamento del libretto entro 30 giorni dalla richiesta. Non mi risultano moduli sostitutivi.

  16. Buongiorno…. devo acquistare un’auto usata…..essendo l’auto del 1980 ha ancora il Foglio Complementare….oltre tutto ho scoperto che ha due proprietari (per fortuna ancora in vita) …..detto ciò chiedo…….

    1 – visto che il Certificato di Proprietà ha nel retro la possibilità di inserire i
    vari dati per il passaggio di proprieta’……………. Avendo invece il Foglio
    Complementare è possibile fare l’atto di vendita su un foglio a parte in
    Comune????

    2 – se si alla prima domanda, L’atto di vendita può essere fatto da tutti e due
    i proprietari in un unico Foglio autentificando tutte e due le firme ?

    Grazie da Andrea

    • ciao Andrea,
      la risposta alla tua domanda la puoi trovare anche nell’articolo. Per comodità te la riporto di seguito:
      Prima di procedere alla registrazione hai bisogno dell’atto di vendita con firma autenticata. Potrà farlo il venditore compilando il riquadro T sul retro del CDP, oppure con una scrittura bilaterale in duplice copia. In questo caso dovrà essere autenticata anche la firma dell’acquirente per completare la vendita auto e il passaggio di proprietà.

  17. Salve….in aprile 2017 ho comprato una macchina…in libretto di passaggio di proprietà mi è sbagliata la data che appena ho visto… febbraio 2016…mi ha fermato la polizia non mi hanno detto nulla…
    Ma mi può succedere qualcosa..? grazie

    • Ciao Alina,
      Il libretto di circolazione riporta i dati registrati alla Motorizzazione. Verifica anche il Certificato di proprietà che invece attesta a chi sia intestato il veicolo. Rivolgiti a un agenzia pratiche auto o fai una visura online per verificare che sia stato registrato al PRA il passaggio di proprietà.

  18. Salve.
    nel 2003 ho comprato una volkswg. polo nuova dal concessionario e non mi hanno consegnato il certificato di proprieta’ che avevo chiesto , dicendomi di avvisarmi quando andarci per il ritiro, ma poi, dimenticandomi di tutto cio’ ho scoperto che la concessionaria era fallita e dopo 15 anni al momento che la dovevo vendere, non avendo questo certificato mi informo all’agenzia, corrispondente al numero riportato sul libretto di circolaz.e mi chiede per averlo quasi € 400, con un lavoro a partime che mi ritrovo che non prendo piu’ di €300 al mese, cosa si puo’ fare?
    loro fanno i danni e ne dobbiamo pagarne le conseguenze?
    grazie.
    attendo risposte.
    saluti.

    • Ciao Sebastiano,
      se il passaggio non è stato registrato la proprietà del veicolo risulta ancora al vecchio intestatario. Per avere il Certificato di Proprietà aggiornato dovrai necessariamente procedere alla ritardata registrazione ed affrontare le spese e le sanzioni previste. Nonostante gli accordi che avevi con il concessionario, la registrazione al PRA è un onere dell’acquirente. Sul sito dell’ACI puoi trovare maggiori dettagli.

  19. Ciao Andrea, ti pongo un questito.
    Ho venduto la mia auto circa un mese fa ad un’agenzia accreditata che si occupa di acquisto e vendita auto usate.
    Ora, a distanza di circa un mese, trovo ancora la mia vecchia macchina sul sito del Portale dell’Automobilista e mi è arrivato anche l’avviso di scadenza della revisione a fine mese.
    Abbiamo stipulato il passaggio di proprietà (con autentica di firma) tramite un’agenzia loro partner.
    Mi chiedo, il passaggio sarà andato a buon fine? Forse devono ancora aggiornare i dati al PRA? Come posso fare per verificarlo?
    Come documentazione io ho soltanto la copia del passaggio di proprietà che era poi il mio certificato di proprietà dell’auto con scritto sul retro che vendevo la mia auto a XYX prezzo ecc, autentica firma.
    Devo avere altri documenti o mi basta questo per provare che la macchina la ho venduta? L’agenzia era in buona fede?
    Grazie e cordiali saluti

  20. Salve, ho una domanda da porre:

    Un rivenditore auto, è obbligato (se richiesto) a rilasciare atto di vendita in modo che l’acquirente, per poter risparmiare, possa provvedere da solo al passaggio di proprietà (recandosi al PRA), senza dovere essere obbligato a servirsi delle agenzie del rivenditore che applicano, in genere, commissioni esose?

    Grazie

    • Ciao Nicola,
      i costi del passaggio di proprietà sono pubblicati anche sul sito dell’ACI. La cosa migliore è contrattare con il venditore le commissioni che, se esose, possono essere facilmente contestate. Di solito dipende dalle politiche commerciali che applica.

  21. Ciao
    Ottimo blog: molto utile. Ho ancora un dubbio però. Spero che tu possa aiutarmi.
    Mia moglie ha comprato auto usata da concessionario e per ora abbiamo solo la ricevuta sostitutiva (del documento di circolazione) rilasciata da studio pratiche auto, e la copia del libretto di circolazione, che non è ancora aggiornato con i suoi dati. Come mi hanno detto al telefono, l’assicurazione (Verti, ex Directline) vuole però il CdP e libretto definitivo per attivare la polizza. Questa però potrebbe arrivare anche tra 2 mesi ed intanto l’auto è ferma. Esiste una norma che impone alle assicurazioni di accettare la dichiarazione sostitutiva, purché conforme al modello del ministero? Cos’altro posso chiedere allo studio di pratiche auto per poter attivare l’assicurazione?
    Cosa accadrebbe se dopo un mese, alla scadenza della validità del documento sostitutivo, ancora i documenti definitivi non fossero arrivati?
    Grazie mille

    • Ciao Alessandro,
      con l’introduzione dello Sportello Telematico dell’Automobilista (STA) la maggior parte delle agenzie pratiche auto sono abilitate all’emissione del Certificato di Proprietà Digitale contestualmente al passaggio di proprietà. Prova a verificare se l’agenzia riesce a fornirti questo documento altrimenti dovrai attendere che la pratica sia registrata al PRA. Se non dovessi ricevere i documenti definitivi ti consiglio di fare una visura (puoi farla anche online) per accertarti che il passaggio sia stato regolarmente trasmesso.

  22. Buonasera Sig. De Sanctis, le chiedo gentilmente un consiglio.
    Sabato mio padre ha acquistato un auto e contestualmente ha lasciato la sua vecchia auto alla concessionaria. Martedi abbiamo scoperto che tale auto ha i km scalati e abbiamo chiamato il venditore che si è scusato e ci ha invitato a riportargli l’auto e ci avrebbe ridato indietro quanto pagato e l’auto che gli aveva lasciato mio padre in quanto ancora non la aveva rottamare.
    Ora le chiedo il rivenditore dovrà fare un nuovo atto di vendita e quindi passaggio di proprietà da me a lui? A cosa dovrei fare attenzione? Come faccio a sapere se poi provvedere a registrare l’atto di questa auto schilometrata? Poi per quanto riguarda la vecchia auto che lui aveva preso in carico la posso tranquillamente riprendere o mi faccio firmare qualcosa? Secondo lei dovrei fare una scrittura in cui descrivo l’accaduto e me la faccio timbrare e firmare?
    La ringrazio in anticipo e le porgo distinti saluti.

    • Ciao Erion,
      tutte le verifiche puoi farle attraverso una visura al PRA che può anche essere richiesta online al costo di €8,83. Il Certificato di Proprietà attesta a chi è intestata l’auto e quindi, se il passaggio è stato registrato per tornarne in possesso dovrete fare un nuovo atto. Lo stesso vale per l’auto schilometrata che hai riconsegnato, se il concessionario avesse registrato l’atto allora tu risulterai proprietario. Sarebbe comunque opportuno mantenere copia anche dell’atto di vendita eventualmente annullato. Tieni presente che ci sono 60 giorni di tempo per la registrazione, a meno che l’agenzia dove è stata svolta la pratica non sia abilitata allo Sportello Telematico dell’Automobilista (STA) e quindi rilasci contestualmente il CDP elettronico.

  23. Salve sto vendendo un auto l’acquirente a mandato lo zio con solo copie della tessera e del codice fiscale in agenzia avrà problemi o gli fanno il passaggio tranquillo?

  24. Buongiorno,
    ho pagato presso una concessionaria per l’acquisto di un’auto intestata ad una società tedesca, ma utilizzata finora da un cittadino italiano che non l’ha mai reimmatricolata, ed al cui nome ho versato l’importo dell’auto.
    Non volendo proseguire con il “sistema” di targa tedesca, volendo cioè immatricolare l’auto in Italia, quali sono le pratiche necessarie?
    E quali i costi?
    E’ il concessionario che ha trattato la compravendita a doversi occupare delle pratiche necessarie? O il precedente “utilizzatore” (al quale però l’auto non è intestata)?
    Se il concessionario non si occupasse delle pratiche, quali documenti dovrei produrre io per intestarmi l’auto? Premetto che non riesco a contattare il concessionario, assente fino alla prossima settimana, per chiarire questi punti. Grazie molte per l’aiuto.

    • Ciao Michela,
      non ho ben capito a chi è intestata ora l’auto. Tu l’hai pagata a chi la utilizzava ma non era il proprietario??? Credo che per il tuo caso sia più attinente questo articolo di Andrea Tartaglia sulle auto d’importazione.

  25. Buongiorno,
    in occasione del rinnovo della polizza della mia auto, ho deciso di usufruire del decreto Bersani per acquisire la classe di merito di un familiare, infatti l’auto è intestata a mia madre.
    Il mio assicuratore mi ha proposto di cointestare il mezzo in modo da acquisire anche l’attestato di rischio e il bonus incidenti.
    Devo dunque fare un passaggio di proprietà lasciando mia madre come 1° intestataria ed io come 2° intestatario.
    Vorrei fare il passaggio direttamente al PRA.
    Di quali documenti ho bisogno per fare questa operazione?
    L’atto di vendita non necessita? Il veicolo rimane sempre allo stesso proprietario.
    E’ possibile fare una mini voltura in questo caso?
    Se mi reco al PRA di una provincia che non è la stessa di residenza, posso comunque effettuare il passaggio?

    • Ciao Andrea,
      per cointestare l’auto devi fare un passaggio come per la vendita. La mini voltura può essere fatta solo per cessione e venditore professionista. Devo dirti però che ho letto opinioni contrastanti sugli effettivi vantaggi assicurativi. Ti segnalo questo articolo su Facile.it ma ne trovi molti altri.

  26. Ciao Andrea,
    ho comprato la macchina 10 anni presso un autosalone a Roma.

    Sul Libretto il veicolo risulta intestato a me così come da Visura del Pra eseguita ieri.

    Due gg fa mi ha fermato a Bergamo la Polizia per la revisione ed è emerso che al loro sistema la macchina risultava ancora intestata al 1° proprietario e mi ha fatto un verbale di circa 350e., annullabile se dimostro che il passaggio di proprietà è stato effettivamente fatto. (libretto ritirato).

    Domande:

    1- Se il tagliando sulla carta di circolazione è a mio nome vuol dire che in motorizzazione è tutto ok e se da Visura all’ ACi la macchina è intestata a me al PRA dovrebbe essere tutto ok , giusto?

    In questo caso cosa devo dimostrare?

    2- se non ho il CDP con me e sono a Bergamo ma residente a Roma, posso fare il duplicato in qualsiasi PRA ? (mi daranno quello elettronico, sempre previa denuncia di smarrimento)

    3- Una volta sequestrato il libretto la revisione scaduta a questo punto la dovrò fare direttamente alla motorizzazione, non in un centro autorizzato?

    Grazie anticipatamente Andrea!!!

    Ciao

    jenny

    • Ciao Jenny
      rispondo alle tue domande:
      1- Si dovrebbe essere tutto ok. Non so i motivi per i quali non risulti alla Polizia ma per dimostrare la proprietà del veicolo serve il CDP.
      2- Se hai il CDP a Roma, piuttosto che fare la denuncia di smarrimento per richiedere il duplicato prova prima a presentare direttamente la visura. Il CDP elettronico viene rilasciato anche dalle agenzie collegate allo STA (Sportello Telematico dell’Automobilista).
      3- La revisione in questo caso devi farla alla motorizzazione.
      😉

  27. Buongiorno Andrea,

    anzitutto complimenti per la tua preparazione e la tua solerzia!

    Dato che sto valutando se acquistare un’auto usata da un’azienda, che pagherà mio padre, volevo chiederti se si possa fare che l’azienda fattura a mio padre che pagherà l’auto mentre in agenzia faccio direttamente passaggio di proprietà a me che sarò l’effettivo utilizzatore (e quindi preferisco essere io proprietario). Cioè si può avere intestatario fattura diverso dal colui che risulterà proprietario del veicolo?

    • Ciao Fabio,
      grazie per i complimenti.
      Per il passaggio non è richiesta presentazione della fattura. Dovresti consultare un commercialista per l’aspetto fiscale.

  28. Buonasera Andrea,
    sto per riscattare un’auto con targa tedesca acquisita naturalmente in locazione da un leasing tedesco.
    Ora il leasing afferma che, ottenuta la proprietà dell’auto, sono obbligato a immatricolarla e poi eventualmente posso rivenderla. Corrisponde al vero?
    Oppure posso cedere il diritto di proprietà e l’immatricolazione sarà un onere a carico del mio futuro acquirente?
    Grazie

  29. Buongiorno Andrea, ho acquistato un motoveicolo usato l’anno scorso presso un concessionario che mi aveva detto che il pagamento del bollo scaduto a gennaio 2017 non sarebbe stato di mia competenza in quanto il precedente venditore era andato a firmare il passaggi o di prorieta’ all’inizio di marzo 2017. Ora pero’ mi e’ arrivata una comunicazione della regione che richiede a me il pagamento del bollo arretrato. sul tagliando del passaggio di prorieta applicato sul libretto di circolazione, appare nella prima riga dopo il numero di targa una data 28.02.2017 mentre nell’ultima riga riporta 01.03.2017. Non riesco a capire quale delle due date faccia riferimento. Mi puo’ mica aiutare a far chiarezza?
    Grazie e saluti

    • Ciao Vincenzo,
      il passaggio di proprietà è comunque successivo alla scadenza del bollo. Di conseguenza non dovrebbe essere a tuo carico. Prova a consultare il servizio online di ACI sull’assistenza bollo in questa pagina.

  30. salve, vorrei chiederle se l concessionaria di una auto usata è obbligata o comunque accerta l’assenza di un fermo amministrativo sull’auto o potrei avere brutte sorprese. grazie

    • Ciao Sara,
      Esistono venditori attenti e onesti ed altri meno. Per evitare brutte sorprese è sempre consigliabile fare una visura.

  31. Buiongiorno,

    Posso fare passaggio di proprietà di un veicolo usato a un cittadino brasiliano che non è possesso di un permesso di soggiorno? è possibile ?
    Grazie.

    • Buongiorno,
      credo che per completare il passaggio sia necessario il permesso di soggiorno o almeno la ricevuta di presentazione della richiesta.

  32. Salve, mi sono arrivati dei bolli non pagati per un’auto che ho venduto nel 2007, bolli auto del 2015-2016-2017. Il problema è questo, non riesco a trovare l’atto di vendita e il passaggio di proprietà. Mi sono informato e l’auto risulta ancora intestata a me. Non trovando l’agenzia pratiche auto con cui ho fatto il passaggio, e non avendo nessun documento, come posso fare per fermare l’auto? Se è ancora intestata a me dovrei riprenderne possesso o no? Come devo fare?

  33. salve che mi puoi aiutare ho acquistato una macchina ho fatto il passaggio la fatto alla concessionaria ho aspettato un mese mi è scaduta la carta ho chiamato l’agenzia che si occupava con il passaggio per domandarli come mai che non è pronto il passaggio di proprietà che mi è scaduta anche la carta di 30 giorni loro mi hanno detto che non la settimana mi danno la carta fatalità quella settimana a concessionaria è fallita io avevo già pagato 400 € ho una carta scritta della concessionaria che dimostra il pagamento di 2500 più 400 € l’agenzia adesso mi chiama che la carta è pronta che devo pagarla io perché il concessionario non lo trovano più ma è giusto ?Ho aspettato un mese ho dovuto chiamarli io per chiedergli come mai che non è pronta la carta mi hanno detto che in una settimana è pronta non devo pagare niente e adesso mi chiedono i soldi cosa devo fare grazie aspetto una vostra risposta

    • Ciao Giovanni,
      non è il primo caso che si verifica. Onde evitare di affrontare altri problemi in futuro per la mancata registrazione al Pra del passaggio ti conviene trovare un accordo con l’agenzia e completare la documentazione.

  34. Salve! Tre giorni fa ho acquistato un’auto da un privato: siamo andati all’ACI, abbiamo fatto il passaggio, ho pagato l’ACI ed il venditore. Quando stavamo per andarcene il notaio che ci aveva svolto la pratica ci ferma dicendoci che sull’auto c’era un fermo amministrativo. Il venditore sosteneva di non saperne nulla ed il notaio stesso ha detto che era una situazione risolvibile: ammontando il debito ad appena 2000 euro il venditore sarebbe andato il pomeriggio stesso all’agenzia delle entrate, avrebbe pagato ed il giorno dopo saremmo tornati all’aci.. Ed ecco che il fermo sarebbe stato tolto. Le cose non sono andate così e vedendo le cose dilungarsi parecchio abbiamo deciso di tornare all’aci e di annullare il passaggio di proprietà, con restituzione dell’auto e dei soldi. Il notaio stesso mi aveva dettoper il momento di non attaccare l’etichetta con il mio nome sul libretto quindi suppongo che non abbia ancora registrato il passaggio (che io comunque ho pagato). Il venditore però sostiene che se ci sono costi per annullare il passaggio non vuole pagarli (come se fosse colpa mia!). La mia domanda è: quanto si paga per la cancellazione del passaggio (considerando che è stato fatto 3 giorni fa)? E chi dovrebbe pagare?

    • Ciao Olivia,
      se il passaggio non è stato registrato al PRA (puoi fare una misura anche online per verificarlo) e il notaio ha annullato l’atto di vendita non dovresti avere problemi.

  35. Buongiorno,
    devo effettuare una vendita di un auto del 2004 tra privati, solo che l’acquirente e la macchina sono a Milano e il proprietario è a Napoli, come possiamo fare non potendo essere fisicamente presenti insieme? Qual’è l’iter migliore?
    grazie mille
    Falcone Mirko

    • Buongiorno, può chiedere maggiori informazioni ad un’agenzia di pratiche auto, ma ritengo che sia necessaria la presenza sia del venditore che dell’acquirente

  36. Buongiorno, nel farvi i complimenti per il vostro sito vi pongo una domanda…

    Ho venduto una macchina nel 2015 attraverso uno sportello convenzionato Aci, pagando il passaggio e firmando la dichiarazione di vendita con firma autenticata da parte del titolare dello sportello telematico convenzionato.
    Qualche giorno fa attraverso una visura al Pra ho scoperto di essere ancora proprietario del mezzo e carta alla mano sono tornato allo sportello telematico che si occupò del passaggio di proprietà chiedendo conto e ragione…
    Il titolare dello sportello ha registrato immediatamente il passaggio, garantendomi che nella nuova visura avrei trovato la data effettiva dell’atto di vendita, garantendomi di non dover temere nulla.

    Io la visura l’ho rifatta, non risulto più titolare del mezzo ma l’iscrizione riporta la data di qualche giorno fa mentre sulla voce Rp esce la data corretta della vendita avvenuta nel 2015.

    Quale delle due date fa fede ai fini fiscali l’iscrizione o la voce rp? Dovrò pagare i bolli fino alla data di oggi o resta valida la data di vendita?

    Non so che fare! Grazie!

    • Ciao Mario,
      se dovessi ricevere la richiesta del pagamento potrai presentare l’atto di vendita che è sufficiente per respingere la richiesta di addebito.

  37. Buongiorno,
    mi accingo a comprare un auto usata da una concessionaria. Ad oggi sul libretto sono registrati 2 precedenti proprietari a cui ancora deve aggiungersi il 3° (la concessionaria) .
    Dalla visura al PRA risultano 3 precedenti intestazioni e come ultima la suddetta concessionaria.
    Ora dove è finito il 3° proprietario che risulta al PRA ma non compare sul libretto ? Come posso tutelarmi ? Grazie

    • Buongiorno Massimiliano, il concessionario non compare sul libretto in quanto opera il cosiddetto “minipassaggio” o “Legge Dini”, operazione riservata agli operatori del settore.
      Ovviamente, al PRA risultano e se richiede un certiicato cronologico (costa circa 30 euro) li troverà tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *