Skip to main content
Manutenzione Auto

Cosa sono gli pneumatici runflat

Di 10 Giugno 2022Giugno 11th, 2024Nessun Commento
pneumatici runflat

I pneumatici runflat sono progettati per continuare a funzionare in modo sicuro anche dopo una foratura o una perdita di pressione. Puoi percorrere una certa distanza a velocità ridotta senza cambiare la ruota.


Come sentirsi sicuri alla guida? Punta a gomme auto antiforatura, gli pneumatici runflat, per la stabilità del veicolo. Sono il punto di contatto con la strada, sopportano il peso della vettura e dei passeggeri, aumentano le prestazioni, attutiscono le asperità dell’asfalto, aumentando il comfort.

Il mondo delle gomme auto è vasto e offre numerose soluzioni. Che ne dici di scoprire gli pneumatici runflat e perché sono utili? Se opti per questa scelta non dovrai preoccuparti troppo se hai una gomma bucata e non sai cosa fare. Procediamo con ordine e approfondiamo.

Cosa sono gli pneumatici runflat?

Come si chiamano le gomme che non si bucano? Pneumatici runflat, modelli rinforzati e antiforatura. Questi presentano rinforzi interni lungo le spalle laterali. Questa caratteristica li rende rigidi e resistenti. In caso di gomma bucata continuano a reggere il peso dell’auto.

E ti permettono di raggiungere il gommista a marcia sostenuta a differenza degli pneumatici tradizionali che si appiattiscono sulla strada. Puoi continuare a circolare e andare dal meccanico.

Queste ruote sono state progettate negli anni Ottanta dalla Bridgestone per agevolare le persone che hanno difficoltà motorie e non riescono a scendere dalla vettura per cambiare gomme.

Da leggere: come gestire una gomma bucata in autostrada

Come riconoscere le gomme runflat?

In primo luogo dovresti riconoscere la dicitura al lato: la sigla RTF sulle ruote vuol dire proprio questo. Ti trovi di fronte a pneumatico che non scoppia e non si lacera, una gomma anti-foratura.

C’è da aggiungere che alcune marche hanno una marcatura specifica. Ad esempio, le runflat Michelin presentano le sigle ZP (Zero Pressure, zero pressione) o EMT (Extended Mobility Tyre, pneumatico a mobilità estesa). Quali sono le marche di pneumatici runflat e gli indicatori sul lato?

    • Bridgestone: RFT o BSR.
    • Continental: SSR.
    • Pirelli: Run Flat.
    • Goodyear: ROF O EMT.
    • Michelin: ZP.

    Quanto durano i pneumatici runflat?

    Poco, queste soluzioni non sono fatte per durare se hai forato. Quanti chilometri si possono fare con un pneumatico runflat che ha subito una lesione? Circa 70/80 km a una velocità di 80 km/h.

    Un Guasto al motore può costarti anche 4000 Euro

    La qualità di questi pneumatici è indiscussa e il loro utilizzo si è allargato ad una platea più ampia. Alcune case di produzione auto li offrono in dotazione come equipaggiamento. Le gomme runflat della BMW – insieme a quelle della Toyota – sono state le prime ad essere montate su alcuni modelli negli anni Duemila. In ogni caso, le vetture vengono già predisposte per sostenere i runflat.

    Come capire se posso montare runflat?

    La tua auto non è compatibile con gli pneumatici runflat? Lo puoi scoprire leggendo il libretto di uso e manutenzione. Ovviamente è vietato montare gomme “marcia a piatto” se il veicolo non è omologato, sia il modello Runflat Pax System che quello con i fianchi rinfrzati. Allo stesso tempo, non è consigliabile usare gomme auto tradizionali su mezzi pensati per sfruttare ruote antiforatura.

    Piccola curiosità di mercato: quali auto montano pneumatici runflat di default? Le gomme antiforatura Bridgestone sono utilizzate come primo equipaggiamento su molti modelli di BMW.

    Per approfondire: perché le gomme si consumano ai lati?

    Pneumatici runflat: vantaggi e svantaggi

    Abbiamo chiarito cosa sono gli pneumatici runflat, quali sono i punti di forza essenziali e a cosa servono. Ora vediamo pregi e difetti. Iniziamo dai pregi delle gomme in questione.

    Pro pneumatici runflat

    Non devi scendere dal veicolo e montare il ruotino di scorta con il kit di soccorso. Puoi accostare la vettura lungo la strada e poi riprendere la marcia dopo aver controllato la situazione. Non dovrai più preoccuparti se hai bucato una gomma di notte o in condizioni di scarsa visibilità. In più hai:

    • Maggiore sicurezza a bordo.
    • Gli incidenti si riducono in caso di foratura della gomma auto.
    • Dopo la bucatura concedono un periodo di tempo più lungo per andare in officina.
    • Hai più spazio nel bagagliaio senza la ruota di scorta e il kit per cambiarla.
    • Inoltre, puoi viaggiare più leggero e la macchina non deve sopportare ulteriori pesi.
    • Non esiste un limite temporale per gli pneumatici runflat dopo la foratura.
    • Puoi circolare ancora per 70/80 km a una velocità di 80 km/h.

    Contro pneumatici runflat

    Passiamo ai difetti. I rinforzi interni alle spalle laterali offrono maggiore resistenza ma inducono rigidità alla guida. Il cambio marcia, ad esempio, non è così confortevole e fluido.

    • Costano il 20-30% in più rispetto ai pneumatici standard.
    • Sono gomme più costose anche per quanto riguarda smontaggio e montaggio.
    • Non tutte le macchine sono predisposte o si adattano a questo tipo di gomme.
    • Sono pneumatici soggetti a danneggiarsi in caso di incidenti per urto.
    • Quando vengono forati vanno sostituiti.
    • Riparare queste gomme è abbastanza complesso.
    • Sei costretto a rimuovere la ruota bucata ma anche quella sullo stesso asse.

    Quanto costano gli pneumatici rinforzati?

    Quanto costano gli pneumatici runflat? Diamo un’occhiata ai prezzi di questi pneumatici antiforatura. A incidere sulla spesa sono, in primo luogo, le dimensioni in base al modello.

    Gli pneumatici runflat 4 stagioni hanno un costo mentre le gomme runflat invernali ed estive ne hanno un altro. Oltre alla stagionalità, anche i cerchioni hanno un certo peso.

    In linea di massima, si parte da 50 euro per gomma per il periodo invernale salendo intorno ai 150 euro per le ruote estive e 4 stagioni di grandi dimensioni. Queste cifre sono una stima. Cambiano a seconda del rivenditore. Il costo degli pneumatici runflat oscilla tra il 20 e il 60% in più.

    Come sapere se posso montare runflat?

    È possibile utilizzare pneumatici runflat su tutte le automobili? La risposta è no. Le macchine costruite per gomme standard hanno sospensioni che si adattano solo a questo tipo di coperture.

    Ma i runflat hanno una struttura differente e sono più rigidi. C’è il problema dei cerchi: devono essere specifici e dedicati a gomme runflat. Questa particolare tipologia di cerchioni è contraddistinta dalla sigla EH oppure EH+, l’acronimo di Extended Hump o Extended Hump.

    Queste componenti conservano al loro interno appendici che trattengono il tallone della gomma nel caso dovesse sgonfiarsi. Evitano lo slittamento del pneumatico dal cerchio.

    GaranziaOnline Assicura la tua Auto su Guasti Imprevisti

    I cerchioni per pneumatici runflat, oltre alla struttura, si caratterizzano per la presenza di sensori TPMS che monitorano la pressione di gonfiaggio e sono collegati a un’interfaccia nell’abitacolo. In questo modo il guidatore è sempre a conoscenza dello stato di pressione.

    Montare pneumatici runflat non è vietato ma estremamente complicato. Meglio rivolgerti al costruttore del veicolo per conoscere la compatibilità e affidarti a un’officina .

    Leggi anche: come capire se le gomme sono buone

    Cosa sono gli pneumatici runflat: la tua esperienza

    Ti ho spiegato cosa sono gli pneumatici runflat, pro e contro, costi e compatibilità. Questa è una scelta saggia in termini di sicurezza e affidabilità. Non sono da trascurare i costi elevati e il difficile passaggio alle gomme tradizionali qualora tu senta l’esigenza di cambiare. Sai cosa sono gli pneumatici runflat? Qual è la tua esperienza con queste gomme rinforzate? Parliamone.

    Marilena D'Ambro

    Giornalista, blogger e webwriter. Scrivo per diversi blog tra cui: SEOchef, HostingVirtuale, Io viaggio e LogicalDOC – Gestione documentale facile. Non inizio la mia giornata senza un buon caffè e una passeggiata immersa nella natura in compagnia del mare.

    Lascia un commento