Revisione auto 2020: proroga per COVID-19

La revisione auto è uno dei passaggi fondamentali per la salute della tua quattro ruote. Ma il decreto Cura Italia fa slittare le scadenze fino al 31 ottobre 2020. Ecco cosa sapere.

Revisione auto 2020: cambia tutto. Quest’anno, infatti, a causa del Coronavirus (COVID-19) sono previste proroghe fino al 31 ottobre di quest’anno per tutelare i cittadini e bloccare la diffusione della pandemia. Questo sottolinea una norma del decreto Cura Italia.

Si tratta di una rivoluzione legata al momento straordinario che sta vivendo il paese. Le modifiche alla revisione auto 2020, passaggio relativo ai controlli tecnici periodici dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, permettono di gestire al meglio questa situazione.

Revisione auto 2020: tutte le novità

Il passaggio relativo alla proroga della revisione auto 2020, in relazione all’emergenza sanitaria Coronavirus, è compreso nel comma 4 dell’articolo 92 contenuto nel suddetto decreto legge (entrata in vigore del provvedimento 17/03/2020). Ecco il passaggio:

È autorizzata fino al 31 ottobre 2020 la circolazione dei veicoli da sottoporre entro il 31 luglio 2020 alle attività di visita e prova di cui agli articoli 75 e 78 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 ovvero alle attività di revisione di cui all’articolo 80 del medesimo decreto legislativo.

Questo significa che le scadenze in termini di revisione auto, previste dall’entrata in vigore del decreto fino al 31 luglio 2020, slitta fino a fine ottobre. In questo modo c’è più tempo per organizzare il lavoro e per procedere in completa sicurezza. Rispettando al legge.

Quali auto interessate alla modifica?

Dato che la revisione va fatta ogni 4 o 2 anni oppure ogni anno in base all’età e al tipo di veicolo, questa novità riguarda auto, ciclomotori e moto che sono stati immatricolati o sottoposti a ultima revisione da marzo a luglio 2016. Oppure che hanno avuto ultima revisione da marzo a luglio 2018. Dipende da tipo e anni della vettura.

Scadenze della revisione auto 2020

Per capire bene questo meccanismo bisogna approfondire quali sono, di solito, i tempi della direttiva lascia ai Paesi membri la libertà di decidere la periodicità delle revisioni.

Revisione periodica

Obbligatoria per gli autoveicoli con massa minore o uguale a 3.5 tonnellate. La prima ispezione si fa 4 anni dopo la prima immatricolazione, le successive vanno fatte ogni 2.

Revisione annuale

Indicata per gli autoveicoli con massa maggiore a 3.5 tonnellate (indipendentemente dal loro uso), per i taxi, autobus, autoambulanze e veicoli a noleggio con conducente.

Revisione biennale

Questo dettaglio è particolarmente importante. La revisione ogni due anni è obbligatoria per gli autoveicoli d’epoca o di interesse storico e per tutta la categoria di veicoli atipici.

Revisione straordinaria

Si tratta di un controllo che può essere richiesto dall’Ufficio Dipartimento dei Trasporti Terrestri in seguito ad un incidente. La segnalazione è a cura della Polizia che accerta l’atto.

Da leggere: quali sono le frodi sul chilometraggio 

Prossima revisione: cosa dobbiamo aspettarci?

Dunque, le novità relative alla revisione auto introdotte in questo periodo sono effettive e riguardano la possibilità di far slittare il controllo fino al 31 ottobre 2020. Come si articolerà il lavoro dei meccanici? Anche le prossime revisioni, tra due o quattro anni, si allungheranno? Difficile saperlo, per ora non ci sono pronostici e anticipazioni.

Ora tocca a te: vorrei ascoltare la tua esperienza. Hai già effettuato la revisione auto 2020? Se sì, o se hai dubbi in proposito, raccontami la tua esperienza con un commento.

About the Author

Andrea Tartaglia

Giornalista & blogger specializzato in Automotive. Già in tenera età riconoscevo un'auto dal suono del motore. Con il tempo ho coronato il mio sogno: lavorare nel mondo dell'Auto, ne ho vendute talmente tante che credo di aver perso il conto. Oggi invece scrivo, coltivando così le altre mie passioni: la Scrittura e il Digital.

2 Comments

  1. La scadenza della revisione effettuata in seguito ad incidente stradale emessa da parte della Motorizzazione Civile, proroga di altri due anni da quest’ultima revisione, oppure si conteggiano i due anni a decorrere dalla data dell precedente revisione periodica?

    • I due anni decorono sempre dall’ultima revisione effettuata, sia essa periodica oppure straordinaria (a seguito di inicdente, di nuova immatricolazione per un’auto importata etc.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *